diciembre 5, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La Francia afferma che l’Australia ha raggiunto un nuovo minimo sulla fuga di messaggi di Macron

CANBERRA, Australia (Associated Press) – La fuga di messaggi di testo del presidente francese Emmanuel Macron da parte dell’Australia ai media è stata un «nuovo minimo» e un avvertimento per altri leader mondiali che le loro comunicazioni private con il governo australiano potrebbero essere usate come armi contro di loro, ha detto mercoledì l’ambasciatore francese.

L’ambasciatore francese in Australia Jean-Pierre Thibault ha usato un discorso all’Australian National Press Club per lanciare un attacco devastante all’improvvisa decisione di Canberra di annullare un contratto da 90 miliardi di dollari australiani (66 miliardi di dollari) con la Francia per costruire una flotta di 12 sottomarini diesel-elettrici.

Una faida bilaterale insolitamente amara si è intensificata tra i leader nazionali che cercano la rielezione all’inizio del prossimo anno. Crescono i dubbi su come ripristinare efficacemente il rapporto se sia Marcon che Morrison rimangono al potere.

La Francia sta minando la fiducia internazionale in Australia mentre il suo governo tenta di porre fine a un accordo di libero scambio con l’Unione Europea.

I media australiani martedì hanno riportato il contenuto di un messaggio di testo di Macron al primo ministro Scott Morrison a settembre in cui il presidente francese chiedeva: «Mi aspetto buone o cattive notizie per le nostre ambizioni sottomarine congiunte?»

Morrison lo ha usato come prova che Macron sapeva che l’accordo era in dubbio dopo che Macron ha accusato il leader australiano di mentire durante una cena a Parigi a giugno. Macron ha detto che Morrison non gli ha dato alcuna indicazione che l’accordo non sarebbe andato avanti.

La Francia ha condannato la fuga di notizie come un’ulteriore violazione della fiducia.

READ  Il Vietnam schiera truppe ed emette ordini di soggiorno a casa mentre i decessi per COVID-19 aumentano

«Questo è un nuovo minimo senza precedenti, in termini di come procedere e anche in termini di verità e fiducia», ha detto Thibault.

«Fare così… invia un segnale molto preoccupante a tutti i capi di stato: attenzione, ci saranno fughe di notizie in Australia e alla fine quello che dirai ai tuoi partner sarà usato come arma contro di te», ha aggiunto Thibault.

Piuttosto che dimostrare che Morrison non aveva mentito a Marcon, la lettera suggeriva che l’Australia aveva lasciato la Francia nel buio.

«Chiarisce solo che fino all’ultimo minuto non sapevamo dove sarebbero andate le cose», ha detto Thibault. «Va solo a dimostrare che non ci è mai stato detto nulla.»

L’Australia ha annullato l’accordo quando ha stretto un’alleanza con gli Stati Uniti e la Gran Bretagna per acquisire una flotta di otto sottomarini a propulsione nucleare costruiti con tecnologia americana.

Morrison sostiene di non aver mentito al comandante francese ed era chiaro che i sottomarini convenzionali non avrebbero soddisfatto le esigenze strategiche in evoluzione dell’Australia.

Thebault ha rifiutato il resoconto di Morrison.

«L’inganno è stato deliberato», ha detto Thibault, «il modo in cui è stato gestito è stata una pugnalata alla schiena».

L’ambasciatore francese ha concordato con la valutazione di Macron secondo cui Morrison gli aveva mentito in più occasioni.

«Forse c’è differenza tra disinformazione e menzogna», ha detto Thibault.

«Ma, sai, tra capi di stato e di governo, quando inganni un amico e un alleato, gli menti», ha aggiunto Thibault.

Malcolm Turnbull, il primo ministro australiano che ha firmato il contratto del sottomarino francese e considera Macron un amico personale, si è unito all’attacco alla credibilità del suo successore.

READ  I manifestanti in Germania criticano il "livello insopportabile di arroganza" mentre incombono i timori di blocco

«Scott è sempre stato conosciuto per mentire», ha detto Turnbull ai giornalisti. «Mi ha mentito in numerose occasioni».

Alla domanda se l’ufficio del primo ministro avesse fatto trapelare il testo di Macron, Morrison non ha risposto direttamente.

«Non credo che ci sia alcun profitto per nessuno continuare su questa strada», ha detto Morrison ai giornalisti negli Emirati Arabi Uniti, dove è in visita, di ritorno dalla Scozia.

«Sono state fatte delle accuse e le accuse sono state confutate», ha detto Morrison. «L’Australia ha preso la decisione di non procedere con un contratto sottomarino che non farà il lavoro che l’Australia deve fare, e non mi scuserò per questa decisione».

Damien Kingsbury, esperto di politica internazionale alla Deakin University, ha descritto la dura critica dell’inviato francese, eccezionale per un ambasciatore del Paese ospitante, come «estremamente imbarazzante» per il governo.

Ma Kingsbury ha escluso la risposta dell’Australia mandando a casa Thibault.

«Tutto ciò che il governo australiano farà ora in risposta a ciò sarà visto come almeno uno contro uno e prolungherà il conflitto e questa è l’ultima cosa che il governo australiano vuole», ha detto Kingsbury.

Thibault e l’ambasciatore francese negli Stati Uniti Philippe Etienne sono stati richiamati a Parigi dopo l’annuncio della nuova alleanza australiana per la propulsione nucleare.

Etienne è tornato a Washington a settembre, ma Thibault non è tornato a Canberra fino al mese scorso.

Thibault ha affermato che la Francia «ha trovato ancora una volta il modo di lavorare insieme» con gli Stati Uniti.

La rottura del contratto sottomarino ha ritardato i negoziati dell’UE con l’Australia su un accordo di libero scambio che sarebbe dovuto riprendere il mese scorso.

READ  L'ultramaratona cinese si traduce in 21 morti dopo un clima freddo estremo inaspettato

Thibault ha affermato che la Francia «non ha motivo di interferire» nei negoziati della Commissione europea per conto dei 27 Stati membri.

Una considerazione nel raggiungere un tale accordo commerciale, ha detto, è «la qualità della firma del tuo partner».