diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La commissione brasiliana ha votato per raccomandare accuse penali contro Bolsonaro

Sette degli undici senatori del comitato hanno votato martedì sera a sostegno delle raccomandazioni in Rapporto di 1.288 pagine sull’epidemia. Il documento prevede che due società e 78 persone, tra cui Bolsonaro, vengano addebitate accuse per l’enorme numero di vittime della pandemia nel Paese.

Più di 605.000 persone sono morte di Covid-19 in Brasile, il secondo numero di vittime più alto al mondo dopo gli Stati Uniti.

Il rapporto afferma che il governo di Bolsonaro ha permesso al micidiale coronavirus di diffondersi in tutto il paese nel tentativo fallito di ottenere l’immunità di gregge. Raccomanda che il presidente sia personalmente condannato per nove crimini, tra cui incitamento alla criminalità, advocacy e crimini contro l’umanità.

Bolsonaro ha ripetutamente respinto l’indagine della commissione e il rapporto risultante come politicamente motivati.

Il documento finale – frutto di sei mesi di indagini – sarà ora inviato alla Procura della Repubblica brasiliana. Tuttavia, il procuratore generale Augusto Arras è considerato un alleato del presidente e non dovrebbe sporgere denuncia.

La commissione dovrebbe inoltre inviare una copia del rapporto alla Corte penale internazionale dell’Aia.

Quello che hanno fatto questi uomini è assurdo.

Il relatore della commissione, il senatore Renan Caleros, ha presentato per la prima volta il rapporto al pubblico la scorsa settimana.

Martedì, ha affermato che il documento attribuisce la responsabilità dell’epidemia incontrollata a molti in Brasile, ma che Bolsonaro ha la responsabilità principale.

«La (la responsabilità) è principalmente su questo presidente, questo serial killer, che ha l’impulso di morire e continua a ripetere tutto ciò che ha fatto prima», ha detto Caleros in una conferenza stampa martedì mattina.

Bolsonaro ha già respinto le conclusioni della commissione come parziali e lunedì si è lamentato del rapporto durante un’intervista con una stazione radio locale nel Mato Grosso do Sul.

READ  La morte di un paziente Covid in ospedale per il periodo più lungo in Gran Bretagna

«Mi chiamano un genocidio, un ciarlatano, un falsario di documenti e un parassita. Quello che hanno fatto questi uomini è assurdo», ha detto il presidente, riferendosi ai legislatori che partecipano al comitato.

Bolsonaro ha a lungo minimizzato la gravità del coronavirus e ha sostenuto che la salute economica del Brasile dovrebbe avere la priorità. Nel 2020 è risultato positivo al Covid-19.

Questa è una storia in evoluzione.