septiembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La bolla dei viaggi Nuova Zelanda-Australia scoppia mentre i casi di COVID aumentano in Australia

Sydney (CNN) – Il 23 luglio il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern e il ministro per la risposta al Covid-19 Chris Hepkins hanno annunciato che i viaggi senza quarantena da tutti gli stati e territori australiani alla Nuova Zelanda saranno sospesi.

Questa notizia arriva mentre l’Australia continua a fare i conti con l’epidemia di Covid che si sta diffondendo in più stati nonostante i blocchi.

“Dato l’alto livello di trasmissibilità della variante delta e il fatto che ora ci sono più gruppi comunitari, questa è la cosa giusta da fare per tenere il Covid-19 fuori dalla Nuova Zelanda”, ha affermato Hepkins.

A partire dalle 23:59 di venerdì (7:59 EST), gli australiani non potranno più entrare in Nuova Zelanda senza una quarantena di almeno otto settimane.

Ardern ha affermato che la decisione non è stata presa alla leggera, ma che con “focolai frequenti e in varie fasi di contenimento” con la chiusura di tre stati australiani, “i rischi per la salute dei neozelandesi derivanti da questi casi sono in aumento”.

Lo stato australiano del New South Wales – sede di Sydney – ha riportato 136 nuovi casi acquisiti localmente di Covid-19 entro 24 ore, mentre Victoria – sede di Melbourne – ha riportato 14 nuovi casi nello stesso periodo. Il South Australia ha riportato un nuovo caso.

Il premier del Nuovo Galles del Sud Gladys Berejiklian ha detto che chiederà al governo federale di destinare più dosi del vaccino Pfizer dello stato per l’uso nella Sydney occidentale e sudoccidentale, entrambi i punti caldi del virus.

Lo scambio tramite Quarantine-Free Tasman (comunemente indicato come a bolla di viaggio) tra i due paesi ad aprile.

Quasi la metà della popolazione australiana, circa 13 milioni di persone, è ora sotto una qualche forma di blocco mentre il paese lavora per arginare la diffusione della variante delta trasmissibile in mezzo a una lenta diffusione delle vaccinazioni.

Le normative in continua evoluzione variano da stato a stato all’interno dell’Australia. Persone che violano le regole di blocco, incluso l’uomo che Sono sgattaiolati fuori dalla quarantena dell’hotel con lenzuolo e Due nudi che prendono il sole Coloro che affermano di essere in fuga per sfuggire al cervo – sono soggetti a multe, arresti e persino bandire.

Nel frattempo, l’Australia ha recentemente dimezzato il tetto agli arrivi internazionali. A partire dal 14 luglio, circa 3.000 persone a settimana possono viaggiare in Australia, in calo rispetto a circa 6.000.

Secondo il Dipartimento degli affari esteri e del commercio, sono circa 34.000 gli australiani che si sono identificati come bloccati in un paese straniero e impossibilitati a tornare a casa.

Correzione: una versione precedente di questo rapporto conteneva in modo errato i dettagli del limite degli arrivi internazionali. La storia è stata aggiornata con le informazioni corrette.