noviembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

La Banca centrale europea mantiene la politica stabile nonostante l’aumento dell’inflazione

Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea.

beneficenza | Getty Images Notizie | Getty Images

Il Banca centrale europea Giovedì ha deciso di mantenere invariati i tassi di interesse e la politica monetaria nonostante le persistenti pressioni inflazionistiche.

La banca centrale ha annunciato a settembre che avrebbe acquistato meno obbligazioni a causa dell’aumento dei prezzi al consumo. Il tasso di inflazione nell’area dell’euro è stato del 3,4 per cento a settembre, il livello più alto degli ultimi 13 anni.

A quel tempo, il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde Ho spiegato che si trattava di una ricalibrazione, ma non di una diminuzione. Questo perché la Banca centrale europea considera l’inflazione più elevata come temporanea e scomparirà nel corso del 2022.

Tuttavia, non tutti sono d’accordo con la banca centrale. Parlando con la CNBC mercoledì, James von Moltke, chief financial officer di Deutsche Bank, ha affermato che l’inflazione «sarà più che fugace».

Per quanto riguarda le interruzioni della catena di approvvigionamento, ha affermato, «ci sono buone ragioni per credere che nel tempo tornerà alla normalità poiché alcune di queste particolari interruzioni fluiscono attraverso il sistema». «Ma stiamo vedendo, ancora una volta, che i clienti aziendali ci dicono che vedono più pressioni inflazionistiche nelle loro attività di quanto avremmo voluto vedere», ha aggiunto.

In questo contesto, gli osservatori della BCE si aspettano che Lagarde lo faccia Una registrazione ufficiale è stata annunciata a dicembre.

Il programma di stimolo al Covid-19 della banca centrale, noto come Programma di acquisto di emergenza pandemica, o PEPP, terminerà all’inizio di marzo del prossimo anno. Pertanto, molti analisti si aspettano un riaggiustamento dello stimolo della banca prima di allora.

READ  Il dollaro aumenta mentre i trader si preparano per i dati sull'inflazione negli Stati Uniti

Alcuni hanno indicato che è probabile che la BCE continui ad acquistare titoli di stato, ma attraverso altri programmi meno flessibili.

Inoltre, per quanto riguarda i tassi di interesse, alcuni operatori di mercato ritengono che la BCE stia sottovalutando le pressioni inflazionistiche e pertanto è probabile che annunci un rialzo dei tassi entro la fine del prossimo anno.

Il capo economista della BCE Philip Lane ha affermato che questo punto di vista non riflette ciò per cui la BCE ha diretto i mercati. La Banca centrale europea ha precedentemente affermato che inizierà ad aumentare i tassi di interesse solo quando l’inflazione rimarrà al 2% nel medio termine. Attualmente, la previsione della banca non mostra i prezzi al consumo a quei livelli per un periodo prolungato.

La Banca centrale europea prevede un’inflazione al 2,2% nel 2021, all’1,7% nel 2022 e all’1,5% nel 2023, quindi al di sotto del suo obiettivo del 2%. La banca aggiornerà questa previsione all’inizio di dicembre.

Questa è una notizia dell’ultima ora e viene aggiornata.