diciembre 5, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Japan Kishida si preparava a mantenere il controllo, ma il suo partito ha subito un duro colpo alle elezioni

TOKYO (Reuters) – La coalizione di governo del primo ministro giapponese Fumio Kishida avrebbe dovuto rimanere al potere nelle elezioni di domenica, ma il suo partito ha subito pesanti perdite, potenzialmente indebolendolo poche settimane dopo essere diventato il terzo leader economico mondiale.

Secondo i sondaggi dell’emittente giapponese NHK, era molto vicino a determinare se il Partito Liberal Democratico di Kishida avrebbe mantenuto la sua maggioranza nella potente camera bassa del parlamento, ma l’alleanza di Kishida con il partner Komeito avrebbe dovuto mantenere il controllo.

NHK ha affermato che la coalizione dovrebbe vincere 239 seggi rispetto ai 288 seggi della Camera dei rappresentanti, più dei 233 seggi richiesti per la maggioranza. Il Partito Liberale avrebbe dovuto vincere tra 212 e 255 seggi.

«Se le previsioni sono corrette, Kishida dovrebbe essere in grado di continuare a governare, o iniziare a governare, ma potrebbero esserci alcuni punti interrogativi sulla sua leadership alla luce delle elezioni della camera alta del prossimo anno», ha detto Koichi. Nakano, professore alla Sophia University, Tokyo.

voto era Test Per Kishida, che ha convocato le elezioni poco dopo aver assunto la carica di vertice all’inizio di questo mese, e per il Partito Liberal Democratico che è stato al governo tranne che per brevi periodi dalla sua formazione nel 1955.

Ma il partito è stato maltrattato per la sua cattiva gestione della pandemia di coronavirus. Kishida, che ha lottato per scrollarsi di dosso un’immagine di mancanza di carisma, non è riuscita a entusiasmare gli elettori con politiche che li aiutino. persone più povere, garantendo nel contempo un significativo aumento di esercito Spendere e prendere una posizione più dura Cina.

READ  La tempesta tropicale Elsa atterra a Cuba, puntando la Florida

Notevole tra le sconfitte dell’LDP è stato l’ex ministro dell’Economia e leader di una delle fazioni del partito, Nobutero Ishihara, che ha perso contro un candidato dell’opposizione nel distretto occidentale di Tokyo.

Le cose non cadranno

Il Japan Innovation Party con sede a Osaka, guidato da famosi politici del governo della città, avrebbe dovuto più che triplicare il suo livello pre-elettorale, mettendolo sulla buona strada per superare il partner del Partito Liberal Democratico Komeito come terza forza alla Camera dei Rappresentanti.

«L’alleanza in sé non crollerà e il governo rimarrà», ha detto Iro Hino, professore alla Waseda University di Tokyo. «Ma anche con questo, il numero di seggi che hanno sta decisamente diminuendo e questo potrebbe rendere difficile la gestione del Parlamento».

L’obiettivo dichiarato pubblicamente di Kishida era che l’alleanza mantenesse almeno la maggioranza 233 posti, del 465 alla Camera dei Deputati. Prima delle elezioni, la coalizione aveva una maggioranza di due terzi di 305, con il Partito Liberal Democratico che riceveva 276.

Gli investitori e gli osservatori politici si sono concentrati sul fatto che l’LDP manterrà la sua maggioranza come partito unico. Perdere ciò indebolirebbe la base di potere di Kishida nel Partito Liberal Democratico di parte, rendendolo più dipendente da Komeito.

L’opposizione solitamente divisa era unita, con un solo partito – incluso il ampiamente evitato Partito Comunista Giapponese – che affrontava un’alleanza nella maggior parte delle aree.

Alcuni elettori – come Yoshihiko Suzuki, che ha votato per il principale candidato dell’opposizione nel suo distretto e comunisti in rappresentanza proporzionale – sperano che il voto insegni una lezione all’LDP.

READ  Il ristorante tailandese guida un'ondata di successo mentre i clienti si affollano per cenare nelle acque alluvionali | Tailandia

Suzuki, 68 anni, un pensionato, ha affermato che anni di governo del LDP lo hanno fatto sentire compiacente e arrogante, il che è stato sottolineato da una serie di scandali di denaro e clientelari.

«Spero che queste elezioni siano un campanello d’allarme per loro», ha aggiunto. «Se ciò accade, l’LDP sarà un partito migliore, dato il numero di legislatori di talento che hanno».

Segnalazioni aggiuntive di Sakura Murakami, Elaine Lies, Irene Wang, Daniel Losink, Kiyoshi Takenaka, Anthony Slodkowski, Yoshifumi Takemoto; Scritto da Sakura Murakami e Elaine Lies; Montaggio di William Mallard e David Dolan

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.