enero 18, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Ja Morant dei Memphis Grizzlies aumenta il rally del secondo tempo, segna 41 per seppellire i Lakers

I Los Angeles Lakers sembravano avere il controllo, aumentati di 13 volte alla fine del terzo quarto, prima Ja Morante Mercoledì li ha quasi sconfitti da solo nella vittoria casalinga per 104-99 dei Memphis Grizzlies.

Morant ha segnato 16 punti su 41 dal 3 minuto e 38 secondo dal terzo all’ultimo campanello, colpendo una spinta di 37-19 da Memphis per finire le cose.

«Quando colpisci la palla come ha fatto stasera dall’oceano, con la sua velocità e le sue prestazioni atletiche, sarà difficile adattarsi a un ragazzo del genere perché sta facendo tutti e tre i punti», ha detto. LeBron James, che aveva 37 punti, tra cui otto da tre punti per eguagliare il suo record in carriera, non era per niente. «Non puoi – non c’è niente che tu possa fare. Ti ha sotto il suo controllo [and call]. «

Questo è il secondo vantaggio di 40 punti di Morant contro i Lakers in questa stagione nelle due volte in cui ha giocato.

Mercoledì ha tirato 13 su 27 dal campo, incluso 6 su 7 da 3 punti, ed è stato 9 su 12 dalla linea di tiro libero, aggiungendo 10 rimbalzi, 2 assist, 2 palle rubate e 2 stoppate. .

Nonostante il suo boom finale, è stato impressionante all’inizio della partita quando ha segnato 16 punti consecutivi per i Grizzlies che hanno agito da ponte alla fine del secondo quarto e all’inizio del terzo.

«Abbiamo iniziato a sporcarci, amico, e lui è andato sulla linea di tiro libero e ha iniziato a vedere la palla entrare, e ha ottenuto il suo ritmo in quel modo», il portiere dei Lakers monaco proprietario Egli ha detto. «E quando un uomo cammina così, non c’è molto che tu possa fare.»

READ  Classifica potenza Serie A: Napoli e Milan salgono nel girone mentre la Roma di Jose Mourinho resta indietro

Il ritorno dei Memphis ha sventato quella che avrebbe potuto essere una corsa sfrenata per 2-0 per riportare i Lakers a 0,500 dopo la vittoria sugli Houston Rockets martedì. Invece, Los Angeles (17-19) è alla ricerca dell’ottavo posto nella classifica della Western Conference mentre la stagione si avvicina al giro di boa, con Memphis (22-14) che rafforza la sua presa sulla testa di serie n.

«Ovviamente Ja, che serata incredibile è stata, la melodia che ha impostato per tutta la partita», ha detto l’allenatore dei Grizzlies Taylor Jenkins. «Quando è iniziato, ha davvero entusiasmato tutti gli altri, e ci siamo lasciati lì in quel terzo trimestre».

Morant ha chiuso con sei palle perse, di cui tre nel quarto periodo, ma sono stati i Lakers a essere rimasti in lutto per i loro 18 palle perse, che hanno portato a 21 punti per i Grizzlies.

James ha segnato cinque palle perse, rovinando il suo sesto tentativo consecutivo di 30 punti, e Russell Westbrook Ha anche segnato cinque palle perse, attenuando l’impatto della sua terza tripletta consecutiva (16 punti, 12 assist, 10 rimbalzi).

«Sappiamo di avere molti attaccanti, ma le inversioni disattente in cui giri letteralmente la palla, non c’è pressione o motivo per questo, sono quelle che ci mettono nei guai», ha detto James.

Il fallo più evidente di James quella notte è arrivato a 6,7 ​​secondi dalla fine, e i Lakers sono stati in svantaggio di 3 secondi, quando ha lanciato la palla a lato dei Grizzlies, negando a Los Angeles l’opportunità di tentare un tiro alla pari.

«L’unica cosa che penso ci abbia ferito più che mai sono le trasformazioni e l’altro gameplay, dove [L.A. failed to execute] «Gioco facile per fare un altro passaggio per l’uomo aperto», ha detto l’allenatore dei Lakers David Wiesdal quando Frank Vogel era sui protocolli di salute e sicurezza della lega.

READ  Joanne Howard del Michigan ha un piano studentesco "versatile" per lo studente Moussa Diabatti

Westbrook, le cui palle perse sono state un tema comune nelle sconfitte dei Lakers in questa stagione, ha spostato la colpa altrove. Ha detto che la differenza tra l’avvicinamento di Los Angeles ai Rockets nell’ultimo quarto di martedì e l’incapacità di assicurarsi una vittoria sui Grizzlies la notte successiva è stata il risultato della selezione del successo.

I Lakers 12 su 21 fuori dal campo erano quarti a Houston, segnando 1 su 5 su 3. Hanno tirato un 7 per 20 nel fotogramma finale a Memphis, incluso un 2 per 10 su 3 – dove James ha contato un 2 per 6, Mentre il resto della squadra ha segnato 0 su 4, compreso uno spreco di Westbrook.

«Puoi guardare la storia lunedì e vedere da dove provengono i nostri scatti», ha detto Westbrook. «Non c’è molto nella vernice.»