enero 22, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Israele prevede di offrire la quarta dose del vaccino COVID-19 alle persone di età superiore ai 60 anni

Una donna anziana riceve una dose di richiamo della sua vaccinazione contro il coronavirus (COVID-19) in una struttura di residenza assistita, a Netanya, in Israele, il 19 gennaio 2021. REUTERS/Ronen Zevulun

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

GERUSALEMME (Reuters) – Israele ha annunciato martedì che offrirà una quarta dose del vaccino contro il Covid-19 alle persone con più di 60 anni, nel timore della diffusione del coronavirus di tipo Omicron.

Un gruppo di esperti del Ministero della Salute ha raccomandato la quarta dose, una decisione che il primo ministro Naftali Bennett ha accolto rapidamente come «una grande notizia che ci aiuterà a battere l’ondata di Omicron che si sta diffondendo in tutto il mondo».

Sebbene la decisione sia in attesa dell’approvazione ufficiale da parte dei massimi funzionari sanitari, Bennett ha esortato gli israeliani a ricevere la dose il prima possibile, dicendo: «Il mio messaggio è: non perdere tempo, vai a farli vaccinare». La decisione segue la prima morte conosciuta in Israele di un paziente con la variante Omicron. Martedì un ospedale israeliano ha confermato la morte, ma ha affermato di aver sofferto di una serie di gravi condizioni preesistenti.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

Il Soroka Medical Center di Beersheba ha detto che l’uomo sulla sessantina è morto lunedì, due settimane dopo essere entrato in un reparto di coronavirus.

La dichiarazione dell’ospedale ha affermato che il paziente soffre di una serie di gravi malattie. E ha aggiunto: «La sua malattia è derivata principalmente da malattie preesistenti e non da un’infezione respiratoria causata dal virus Corona».

READ  Putin considera le opzioni se l'Occidente non soddisfa le richieste dell'Ucraina

Martedì, il ministero della Sanità ha dichiarato che ci sono stati almeno 340 casi noti di Omicron in Israele.

Già questa settimana, Israele ha ampliato il divieto di viaggio per includere paesi tra cui Stati Uniti, Germania, Italia, Turchia e Canada nel tentativo di frenare la diffusione del virus.

L’ufficio di Bennett ha dichiarato di aver anche accettato di ridurre la presenza in ufficio del 50% per i dipendenti del settore pubblico per incoraggiare un maggiore lavoro a distanza.

L’ufficio del ministro della Difesa Benny Gantz ha affermato che il comando del fronte militare dell’esercito si sta preparando per la possibilità di 5.000 nuovi casi ogni giorno.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

Lo riferisce Stephen Farrell. Montaggio di Grant McCall

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.