enero 22, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Indagine sulle molestie nel metaverso di Facebook Inc.

Una donna afferma di essere stata «toccata» fisicamente nel mondo della realtà virtuale, ed è iniziata un’indagine. Una donna pensa di essere stata vittima di molestie sessuali durante un’audizione per un mondo virtuale da Meta – the Una società precedentemente nota come Facebook.

La presunta vittima era un beta tester sulla piattaforma VR «Horizon Worlds» – aesperienza sociale Dove puoi esplorare, giocare e creare. Virtual World consente agli utenti di creare i propri mondi o incontrare altri membri della comunità e lasciarsi ispirare dalle loro creazioni. La realtà virtuale del metaverso offre «puzzle interattivi» e «giochi ricchi di azione».

La donna afferma di essere stata effettivamente «toccata» durante il periodo di prova del 26 novembre.

blog di tecnologia il bordo Fu il primo a denunciare l’incidente:

La sicurezza è una grande preoccupazione per un ambiente di realtà virtuale come Horizon Worlds, dove puoi interagire facilmente con qualcuno che non conosci. All’inizio di questo mese, un beta tester ha postato sul gruppo ufficiale Horizon su Facebook su come il suo avatar è stato toccato da uno sconosciuto. Ha scritto: «Le molestie sessuali non sono uno scherzo su Internet normale, ma essere nella realtà virtuale aggiunge un altro livello che rende l’evento ancora più intenso». «Non solo ho brancolato la scorsa notte, ma c’erano altre persone che sostenevano questo comportamento che mi hanno fatto sentire isolato nel Plaza».

In seguito all’affermazione della donna di essere stata in realtà «tentata», Mita ha avviato un’indagine sull’incidente. La società – precedentemente nota come Facebook – ha deciso che il tester non aveva attivato una funzione di sicurezza progettata per prevenire molestie sulla piattaforma.

READ  L'iPhone 13 sembra più deludente di fronte alla riprogettazione di Pixel 6

Vivek Sharma, vicepresidente di Meta Horizon, ha descritto l’incidente come «completamente sfortunato» e ha ammesso che la società tecnologica doveva lavorare per rendere la funzione di blocco della sicurezza «molto facile da trovare».

il «area sicuraL’opzione consente agli utenti che si sentono minacciati premendo il «pulsante scudo blu» che «ti porta nella zona sicura, dove puoi scappare e fare una pausa. «

«Vogliamo che tutti in Horizon Worlds abbiano un’esperienza positiva con strumenti di sicurezza facili da trovare e non è mai colpa dell’utente se non utilizzano tutte le funzionalità che offriamo», ha affermato la portavoce di Meta Christina Milian. Revisione della tecnologia del MIT. «Continueremo a migliorare la nostra interfaccia utente e a comprendere meglio come le persone utilizzano i nostri strumenti in modo che gli utenti possano segnalare le cose in modo semplice e affidabile. Il nostro obiettivo è rendere sicuro Horizon Worlds e ci impegniamo a svolgere questo lavoro».

Il 9 dicembre, Meta Horizon Worlds è stato aperto agli utenti di età pari o superiore a 18 anni in Nord America.