septiembre 25, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Inadempienze obbligazionarie e rischi per gli investitori

Evergrande Cina Ha commesso due “errori fondamentali” che hanno portato alla crisi del debito che ora deve affrontare e gli investitori stanno “sicuramente sudando”, secondo un gestore di portafoglio.

Il primo “peccato” è stato che il gigante immobiliare a corto di liquidità ha preso in prestito troppi soldi, afferma Theresa Kong, direttore del reddito fisso di Matthews Asia. Evergrande, lo sviluppatore immobiliare più indebitato al mondo, ha impegni per oltre 300 miliardi di dollari.

Il secondo è che la società ha “un governo societario discutibile”.

“Quindi, quando hai i due insieme, è come avere una foresta davvero secca e l’odore di bruciato”, ha detto Kong, che è anche un gestore di portafoglio.

I problemi sono aumentati a Evergrande nelle ultime settimane.

La società ha avvertito gli investitori il doppio in altrettante settimane che potrebbe essere inadempiente. Martedì, Evergrande ha dichiarato di essere a rischio di default, il che significa che tali rischi potrebbero estendersi ad altri settori correlati.

Evergrande ha detto martedì Le vendite immobiliari continueranno a diminuire drasticamente Questo mese, aggiungendo a gravi problemi di flusso di cassa.

La società ha dichiarato martedì che la società sta lottando per raccogliere denaro cercando di vendere vari beni, ma finora tali beni non hanno portato ad alcuna vendita.

Effetto infezione?

Evergrande è la seconda società immobiliare in Cina in termini di vendite.

Gli analisti hanno monitorato il potenziale di contagio nel settore immobiliare e il più ampio rischio finanziario sistemico in Cina.

Kong ha avvertito che c’era “una grande influenza” nel sistema. “Ecco perché… è davvero importante assicurarsi che ci sia ancora liquidità, che la fiducia continui”, ha detto mercoledì a “Squawk Box Asia” della CNBC.

“Ultimo ma non meno importante, è sicuramente quello di garantire che non ci siano ulteriori disordini sociali perché Evergrande ha una portata molto profonda”.

Maggiori informazioni sulla Cina da CNBC Pro

Secondo il sito web della società, Evergrande ha più di 1.300 progetti immobiliari in più di 280 città in Cina. Reuters riferisce che negli ultimi giorni in diverse città della Cina sono scoppiate proteste da parte di acquirenti di case e investitori arrabbiati.

“Sono tutti finiti in termini di capacità di consegnare la proprietà, e se questo viene troncato, possiamo già vedere più problemi”, ha aggiunto Kong.

Gli investitori stranieri possono essere l’ultima priorità

Kong ha affermato che gli investitori stranieri che detengono obbligazioni Evergrande stavano “sicuramente sudando”.

Il governo è chiaro sul suo obiettivo di mantenere la stabilità sociale, e questo significa mettere al primo posto gli acquirenti di case, secondo il gestore del portafoglio.

“La prima cosa che vuoi fare è fornire… sufficiente fiducia… fornire liquidità, in modo che possano consegnare quelle case, a quelle persone che hanno versato acconti”, ha detto Kong.

Ha detto che gli investitori distopici sarebbero probabilmente una seconda priorità, riferendosi agli investitori al dettaglio meno esperti.

“Mentre gli investitori offshore, guarda, sono investitori istituzionali che dovrebbero effettivamente comprendere questi rischi. Quindi penso che molti di questi investitori dovrebbero cercare una sorta di aggiustamento ed estensione, il che significa che potrebbero dover prendere una decisione sul voucher “, ha detto Kong. Il loro è pagato molto più tardi.” Una cedola è l’interesse annuo pagato per un’obbligazione.

Secondo i dati di Refinitiv Eikon, Evergrande ha sei obbligazioni in scadenza il prossimo anno e 10 nel 2023, su un totale di 24 obbligazioni emesse. Le sue obbligazioni sono incluse anche in diversi indici asiatici ad alto rendimento.

Le azioni di Evergrande sono diminuite di circa l’80% quest’anno e anche le sue obbligazioni sono diminuite.

READ  Mackenzie Scott Wealth: il miliardario ha dato altri 2,7 miliardi di dollari