octubre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

In pratica, Garrett Wilson afferma che la difesa dell’Ohio ha “alcune cose nuove su cui stanno lavorando”

Sulla scia della perdita dell’Ohio contro l’Oregon, Ryan Day ha affermato che “cambiamenti strutturali” erano imminenti per la difesa di Buckeye.

Questa affermazione ha fatto pensare a molti Quali sono le vere modifiche? I Buckeyes possono passare al loro schema difensivo a metà stagione, ma mercoledì il wide receiver Garrett Wilson ha detto che stanno già provando un po’ di allenamento.

“Non abbiamo avuto una pratica migliore di oggi per tutto l’anno – in attacco – direi. Stanno cercando di imparare cose nuove sul lato difensivo, quindi questo arriva con una curva di apprendimento”, ha detto Wilson. È stato così da allora il campo è iniziato. Sapevamo di avere dei problemi, ma più perdevo, più amplificavo tutto. Non c’era più spazio per il caos negli allenamenti. Se c’era qualcosa prima, non c’è assolutamente niente adesso”.

Wilson ha detto che non pensa che la soluzione sia cambiata molto da giocatore a giocatore sulla difensiva – un gruppo che ha perso 35 punti e 505 yard lo scorso fine settimana – osservando che l’unità ha sempre portato l’intensità necessaria al tavolo. Tuttavia, sembra che il gruppo stia giocando con alcuni nuovi oggetti mentre i Buckeyes sperano di mostrare miglioramenti Sabato contro il Tulsa.

“Lo portano dentro ogni giorno. Hanno alcune cose nuove che ci stanno lavorando, e ho intenzione di lasciarlo lì”, ha detto Wilson. “I miei compagni di squadra, vanno là fuori e lavorano ogni giorno sulla difensiva e lato offensivo, entrambi i lati.”

Nessun giocatore difensivo era disponibile durante l’intervista di mercoledì al Woody Hayes Athletic Center, ma il coordinatore difensivo Keri Combs ha dichiarato dopo la partita dell’Oregon di essere responsabile delle carenze difensive dell’Ohio State. Wilson ha detto che anche l’attacco di Buckeye dovrebbe condividere parte della colpa, e ha detto che Ohio State ha lasciato molti punti e yard sul campo, anche dopo aver raccolto 612 nel gioco.

READ  La mia scelta di rifiutare il vaccino COVID

“Puoi dire quello che vuoi sulla difesa, ma abbiamo avuto due possibilità per pareggiare la partita, e se abbiamo fatto quello che abbiamo fatto nel primo drive, prendi il comando dopo che hanno ottenuto due stop – tre drive, davvero, se non lo facciamo. “Sentiamo di aver fatto quello che facciamo”, ha detto Wilson. Abbastanza sul lato offensivo. Vogliamo controllare ciò che possiamo controllare, e questo fa guadagnare punti a ogni guida”.

A Nicholas Pettit Freer è stato chiesto più di una volta mercoledì come ha visto i suoi compagni di squadra difensivi rispondere alla sconfitta, ma come Wilson, il guardalinee offensivo junior in rosso ha detto che il cambiamento è arrivato in attacco e in difesa negli ultimi quattro giorni.

“Siamo affamati. Questa è stata un’esperienza di apprendimento per molti di noi, perché non accadeva da un po’ di tempo qui”, ha detto Petit Freer. “Così Coach Day ha fatto un grande passo e ha detto che è stata un’opportunità di apprendimento per tutti noi – allenatori per i giocatori, per tutti – per imparare gli errori che abbiamo fatto e come migliorare e correggere quelli che abbiamo fatto in modo da poter diventare un squadra migliore. C’era una grande fame con tutti i giocatori su entrambi i lati della palla, e noi affamati e pronti a competere di nuovo”.

Petit Freer ha detto che l’allenamento di mercoledì, che Wilson ha descritto come il migliore dell’anno per la squadra, è stato un “fantastico giorno di competizione”, notando l’aumento del livello di “energia e linfa” sia in attacco che in difesa.

READ  Mercurio e Cielo avanzano al secondo turno

Ma ciò che ha detto il titolare dell’Ohio State a sinistra è cambiato molto dalla sconfitta, è l’impegno dei Buckeyes nei punti più fini della messa a punto.

“Abbiamo imparato molto sul fare bene le piccole cose”, ha detto Petit Freer. “Così tanto riguardo le specifiche in pratica, i dettagli quando si tratta di cose a cui non pensi, come il modo in cui ci allunghiamo, il modo in cui andiamo in pratica, il modo in cui ci muoviamo in una piscina, il modo in cui agiamo qualsiasi cosa. Tutti quei piccoli dettagli sono cose. Lo abbiamo fatto per molti anni qui, ecco perché vinciamo, e quando perdi traccia di alcuni di quei piccoli dettagli, possono succedere cose come questa. Quindi torniamo alle basi, facciamo certo che facciamo bene tutti i piccoli dettagli, correggiamo tutti i piccoli errori e non diamo nulla per scontato. Presuntivo”.

La sconfitta all’inizio della stagione potrebbe essere stata un campanello d’allarme per i Buckeyes in molti modi, ma Wilson non sarebbe arrivato al punto di definirla una benedizione sotto mentite spoglie.

“Odio perdere, quindi non è affatto una benedizione per me”, ha detto Wilson. “Odio parlarne, odio perdere. Devi usarlo però. Non puoi semplicemente essere una perdita e non usarlo per migliorare o per capire quali erano i problemi e affrontarli davvero ora. ”