enero 24, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

In Myanmar, un’importante famiglia birmana ha equipaggiato silenziosamente un esercito brutale

La fortuna iniziale della famiglia proveniva dalla iuta, una fibra naturale utilizzata per fabbricare corde e spago. La fabbrica di juta fu nazionalizzata durante la disastrosa avventura dell’esercito nel socialismo, dopo il primo colpo di stato nel 1962.

La Birmania, un tempo famosa per le sue belle scuole e il multilinguismo cosmopolita, è sprofondata in una povertà assoluta. La giunta militare al governo ha ribattezzato il paese Myanmar.

Il padre di Sir Jonathan Kyaw Thong è stato inviato nell’Irlanda del Nord, dove è sfuggito alle privazioni in Myanmar. I suoi fratelli si sono diffusi in Thailandia, Singapore, Stati Uniti e Gran Bretagna. La splendida villa della famiglia a Yangon è ora deserta, così come il resto del paese.

Ma anche se molti di loro sono andati all’estero, la famiglia è rimasta in contatto con il Myanmar e si è recata lì per fare affari. Il loro ritorno fu facilitato da un albero genealogico esteso, che comprendeva alti ufficiali di Tatmadaw, ministri di gabinetto e stretti collaboratori dei capi della giunta.

Ha sposato suo cugino U Zyar Aung, un generale di carriera di lingua inglese che comandava il Comando settentrionale e l’88a divisione di fanteria leggera, entrambi collegati alle Nazioni Unite a decenni di crimini di guerra contro il popolo del Myanmar. In seguito divenne ministro delle Ferrovie, poi ministro dell’Energia, e in seguito guidò la Commissione nazionale per gli investimenti, in un momento in cui Kyaw Thong era in lizza per contratti militari.

Reti di nepotismo in Myanmar È un groviglio di radici che collegano gli alberi genealogici. I figli dei generali tendevano a sposarsi all’interno di circoli ristretti, forse con altri figli di militari o di amici d’affari.

READ  I giornalisti hanno bloccato le osservazioni di Kamala Harris alle truppe a Pearl Harbor senza spiegazioni

Quando il Tatmadaw iniziò ad allentare il controllo dell’economia, impegnandosi nella vendita di beni che un tempo erano stati un feudo dell’esercito, quell’élite ben collegata si affrettò a realizzare un profitto. Il signor Jonathan Kyaw Thong, sua madre irlandese, è tornato in Myanmar con i suoi fratelli e cugini, cresciuti anche loro all’estero.