octubre 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il Venezuela introduce una nuova valuta con 6 zeri in meno

Caracas, Venezuela (AFP) – Una nuova valuta con sei zeri è apparsa venerdì in Venezuela, la cui valuta è stata resa praticamente inutile da anni della peggiore inflazione del mondo.

Ma le nuove bollette non si trovavano da nessuna parte nella capitale, dove i timori dei consumatori che i prezzi avrebbero continuato a salire più in alto si sono rivelati corretti.

“Oggi sono andato al supermercato e tutto era segnato con dollari”, ha detto Lourdes Portillo, un impiegato, in un centro commerciale sul lato est di Caracas. “Alla fine, non potevo comprare nulla, non avevo abbastanza soldi”.

Prima dell’adeguamento, la denominazione più alta era una banconota da 1 milione di bolivar, che era poco meno di un quarto a partire da giovedì. La nuova valuta arriva fino a 100 bolivar, poco meno di 25 dollari, fino a quando l’inflazione non inizia a diminuire anche da quella.

Il passaggio da 1 milione a 1 per i bolivar ha lo scopo di facilitare sia le transazioni in contanti che i conti contabili in bolivar che ora richiedono la manipolazione di stringhe di zeri quasi infinite.

“La ragione fondamentale e più importante è che i sistemi di pagamento sono già crollati perché il numero di numeri rende i sistemi di pagamento praticamente ingestibili”, ha affermato Jose Guerra, professore di economia presso l’Università Centrale del Venezuela. “I sistemi di elaborazione dei pagamenti con carta di debito o i sistemi di contabilità aziendale… non sono destinati all’iperinflazione, ma alla normale economia”.

Con il vecchio sistema, una bottiglia di soda da 2 litri poteva costare più di 8 milioni di bolivar – e molte di queste fatture erano scarse, quindi un cliente potrebbe dover pagare con un grosso pacco di carta.

READ  L'"insabbiamento" di Scotland Yard sull'omicidio di Daniel Morgan legato a Rupert Murdoch si è rivelato "corruzione"

Le banche consentivano ai clienti di prelevare non più di 20 milioni di bolivar in contanti al giorno, o talvolta meno se la filiale era corta.

Pertanto, i consumatori sono diventati dipendenti dal dollaro USA e dai metodi di pagamento digitali, come Zelle e PayPal, per effettuare acquisti. Al giorno d’oggi, la maggior parte delle transazioni viene effettuata elettronicamente e, ha affermato Guerra, oltre il 60% viene effettuato in dollari USA.

Quando la banca centrale del Venezuela ha annunciato il cambio di valuta il mese scorso, i funzionari hanno affermato che i sistemi di pagamento sarebbero stati modernizzati per espandere l’uso digitale del bolivar.

Hanno anche sottolineato che l’eliminazione di sei zeri non influisce altrimenti sul valore della valuta. Il bolivar “non sarà più o meno; È solo per facilitarne l’uso su una scala monetaria più semplice”, secondo una dichiarazione della banca centrale.

Ma le differenze nei tassi di cambio hanno confermato i timori della gente di prezzi più alti quando si è verificato un cambio di valuta.

Il prezzo del dollaro sul mercato nero è aumentato venerdì di oltre 500.000 bolivar per attestarsi a 5.200.000 nella categoria precedente e 5,2 bolivar per dollaro nella nuova valuta. Il tasso di cambio ufficiale è salito leggermente a 4.181.781,84 bolivar, ma la maggior parte delle aziende utilizza il dollaro del mercato nero come riferimento per fissare i prezzi.

Questa è la terza volta che i leader socialisti venezuelani hanno rimosso gli zeri dalla valuta. Il Bolivar ha perso tre zeri nel 2008 sotto il defunto presidente Hugo Chavez, mentre il suo successore, l’attuale presidente Nicolas Maduro, ha rimosso cinque zeri nel 2018.

READ  Un centenario è sotto processo in Germania per crimini di guerra nazisti

Dopo più di quattro anni di iperinflazione, molti venezuelani ritengono che anche le nuove bollette avranno vita breve. La banca centrale non pubblica più le statistiche sull’inflazione, ma il Fondo monetario internazionale stima che il tasso del Venezuela alla fine del 2021 sarà del 5.500%.

“Avevo solo 3 milioni di bolivar nel mio conto, quindi non compri un solo (pane)”, ha detto Elena Díaz, una donna delle pulizie di 28 anni che era in piedi fuori da un supermercato. Anche per comprare qualcosa. “

L’uso del biglietto verde è accelerato dopo che il governo Maduro due anni fa ha abbandonato il suo lungo e complesso sforzo per limitare le transazioni in dollari a favore della valuta locale, restrizioni che hanno solo alimentato l’inflazione.

Le obbligazioni in dollari fluiscono in Venezuela attraverso una rete di titolari di conti bancari esteri che addebitano commissioni o tramite persone che viaggiano a casa con contanti.

Prima del cambiamento, alcuni negozi avevano già iniziato a offrire tre prezzi per ogni prodotto, in dollari americani più il vecchio e il nuovo bolivar. Il venerdì mattina, alcuni erano valutati solo in dollari.

Le banche avrebbero dovuto congelare le operazioni per diverse ore tra giovedì e venerdì per apportare modifiche al cambiamento. A Caracas molte filiali non hanno aperto venerdì, ma secondo la Soprintendenza agli Istituti Bancari, le transazioni elettroniche erano attive nella maggior parte delle banche.

Guerra, che era consigliere di un ex candidato presidenziale dell’opposizione, ha affermato che i venezuelani sono ora abituati agli aggiustamenti valutari – e altri potrebbero venire a meno che le politiche del governo non cambino.

READ  Gli srilankesi affrontano "costi non quantificabili" del disastro della nave da carico | Sri Lanka

“Essenzialmente, se non c’è un programma economico per fermare l’iperinflazione, accadrà di nuovo…” ha detto Guerra. “Il problema è che l’iperinflazione è stata così violenta nel 2018 e nel 2019 che la ritrasformazione del 2018 (quando sono stati tagliati cinque zeri) è andata persa in un anno e mezzo”.

___

Garcia Cano ha riferito da Città del Messico.