enero 28, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il Rhodes River è arrivato sesto nella Coppa del Mondo GS in Italia

Il fiume Rodi degli Stati Uniti rallenta durante lo sci alpino in Alta Padia, Italia, domenica 19 dicembre 2021, durante il Grand Slam di Coppa del Mondo maschile. (Foto AP / Alessandro Drovathi)

Lo sciatore di Edwards River Ridemus continua ad avanzare nelle gare di Coppa del Mondo, finendo sesto nel grande slalom a La Villa in Italia domenica e segnando un pareggio per la migliore fine della sua carriera dal sesto posto a Solden in Austria in ottobre.

Nella sua prima manche, Radomus ha ingigantito il traguardo al quarto posto con il miglior traguardo in prima manche della sua carriera in Coppa del Mondo. Quando ha tagliato il traguardo in una curva, Radhamus ha perso il controllo e si è schiantato, provocando un lieve infortunio alla gamba destra. «L’ho spinto, spinto, spinto», ha detto all’Associated Press. «Sapevo che l’ultimo cancello sarebbe stato un problema, ma volevo lasciare tutto lì e spingere più forte che potevo», ha detto. «Ho finito per essere un po’ sorpreso e un po’ selvaggio, ma nella mia testa c’era, ‘Vai oltre quella linea’. Ci sono riuscito, e ovviamente ha funzionato per me.

Sebbene l’infortunio abbia causato qualche dolore alla gamba, non ha infastidito l’olimpionico. «Non è molto serio, è qualcosa che mi dà fastidio ora», ha detto Radhamus.



Nella corsa successiva, il 23enne ha affermato di essersi preso un po’ di tempo per apprezzare l’ambiente circostante e la compagnia. «Questa è sicuramente la mia prima corsa nel mezzo della scena iniziale tra le mie statue e i Titani del gioco», ha detto Radhamus a Courtney Harkins di US Sky and Snowboard. «Non credo di aver ottenuto molto, ma è sicuramente una bella sensazione. Mi piace andarci spesso e competere con quei ragazzi perché sento di poterlo fare.

Sebbene la sua seconda manche si sia rivelata non buona come la prima, Radhamus l’ha gestita bene e ha concluso al sesto posto assoluto.



«Arrivare al sesto posto qui è enorme per me», ha detto. «E’ un passo nella giusta direzione. Ovviamente mi sarebbe piaciuto di più dopo la prima manche, ma sono felice di creare una seconda manche e di farlo decentemente. Sto prendendo punti, prendendo decisioni, vado costantemente avanti .

La sua canzone preferita

La famigerata e impegnativa pista da GS che corre sulla Gran Riza, in Alta Padia, è ripida, tecnica e lunga. Questo è anche il luogo in cui Radhamus ha ottenuto i suoi primi punti in Coppa del Mondo tre anni fa.

«Tutti ti diranno che questa è la migliore montagna da GS», ha detto Rodamus. «Considero venire qui un’esperienza religiosa: devi rendere omaggio alla montagna. Voglio sempre venire qui e agire davvero, correre bene e renderle giustizia».

Il norvegese Henrik Christopherson è stato il vincitore del GS domenica, vincendo la sua prima Coppa del Mondo in questa stagione. Christopherson era settimo dopo la prima manche, ma una seconda manche da stella lo ha portato sopra. Secondo Marco Odermat dalla Svizzera e terzo Manuel Feller dall’Austria. Il GS maschile proseguirà in Alta Padia lunedì e altre due manche si svolgeranno nelle prime ore del mattino.

READ  Questo villaggio italiano ti pagherà per andarci (e anche di più se hai un figlio)