diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il Regno Unito e l’Italia hanno promesso il loro sostegno ai cambiamenti climatici dei paesi in via di sviluppo

di Michael Olukbot

I governi del Regno Unito e dell’Italia si sono impegnati a sostenere il cambiamento climatico nei paesi in via di sviluppo, in particolare nell’Africa subsahariana.

Gli ambasciatori dei due paesi, che ospitano insieme la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP 26) a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre 2021, hanno tenuto ieri una conferenza stampa e gli ambasciatori dei due paesi hanno promesso il loro sostegno dal 31 ottobre 2021 al 12 novembre 2021. Finanziare gli sforzi per combattere le minacce del cambiamento climatico nei paesi in via di sviluppo.

In una conferenza stampa ad Abuja, l’ambasciatore italiano in Nigeria, il dott. Stefano Ponticelli, ha dichiarato: “Il programma nazionale italiano di ripresa e recessione (PNRR in italiano) è stato lanciato dal governo italiano per rilanciare l’economia dall’impatto del Covid. 19 L’epidemia mira a consentire la crescita verde del nostro Paese al centro. Pertanto, gran parte dei fondi stanziati attraverso il ‘Next Generation EU Plan’ saranno investiti nella riqualificazione della nostra economia e del nostro sistema industriale, tra l’altro, per aiutarci a raggiungere tutti gli obiettivi dell’agenda della COP26.

“Infatti, il nostro Ministero dell’Ambiente è stato rafforzato e ribattezzato Ministero dei Cambiamenti Climatici, che fa la sua parte nel sostenere la trasformazione della nostra economia globale verso una crescita sostenibile che possa ridurre l’impatto sul clima.

«L’Italia si recherà a Glasgow la prossima settimana con questa ambiziosa agenda sul cambiamento climatico indoor pronta a condividere la propria esperienza e imparare dagli altri, portando sul tavolo il forte impegno dei paesi in via di sviluppo, in particolare dell’Africa sub-sahariana, per sostenere il cambiamento climatico.

READ  Il vicecapitano dell'Italia Giorgio Cilini sostiene Giorgio per il Pallone d'Oro

Ha aggiunto: «La Nigeria, con la sua esperienza nel settore degli idrocarburi e con la quarta popolazione mondiale entro il 2050, ha un ruolo significativo da svolgere nella COP26. E presenta il classico ambiente «win-win» del paese, che può cooperare con successo con le economie mature ed emergenti, mentre l’Italia e le sue industrie verdi sono pronte a collaborare con i partner nigeriani, individuando e valorizzando le opportunità di transizione dal settore privato a una crescita sostenibile.

Da parte sua, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per la Nigeria, Katriona Laing, ha rappresentato il vice Alto Commissario Ben Levelin-Jones alla conferenza, affermando che il suo governo ha quattro obiettivi chiari nella COP26, che tutti i leader mondiali vogliono. Supportati dai loro rappresentanti.

Secondo lui, la rete globale dello zero a metà del secolo è quella di proteggere e raggiungere 1,5 gradi; Modificare i comportamenti per proteggere le comunità e gli habitat naturali; I paesi sviluppati con fondi devono mantenere la loro promessa di raccogliere almeno 100 miliardi di dollari l’anno in finanziamenti per il clima; E lavorare insieme per consegnare e finalizzare la Dichiarazione di Parigi (Regole complete per l’attuazione dell’Accordo di Parigi) e per accelerare l’azione per affrontare la crisi climatica attraverso la cooperazione di governi, imprese e società civile.

Ha osservato che il Regno Unito desiderava che l’esito dei negoziati sulla COP26 proteggesse e ripristinasse la natura, seguisse la migliore scienza disponibile e potenziasse l’azione.

Ha detto: “Attendiamo con impazienza la partecipazione attiva della Nigeria al vertice dei leader mondiali e il nostro ruolo costruttivo nei colloqui della COP26. Non vediamo l’ora di rivelare le politiche e le azioni della Nigeria in materia di clima progressista. Ci auguriamo che la Nigeria sarà in grado di aiutare gli altri paesi partecipanti ad aumentare le loro ambizioni e diventare più attivi.