diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il primo ministro polacco chiede «passi concreti» dalla NATO in mezzo alla crisi del confine bielorusso

Soldati e polizia polacchi controllano i migranti al confine tra Polonia e Bielorussia vicino a Koznica, in Polonia, in questa foto rilasciata dalle forze di difesa regionali, 12 novembre 2021. Eric Dorozansky/DWOT/Handout via REUTERS

VARSAVIA (Reuters) – La NATO deve compiere «passi concreti» per risolvere la crisi dei migranti al confine con la Bielorussia, secondo quanto riferito domenica dal primo ministro polacco, aggiungendo che Polonia, Lituania e Lettonia possono richiedere consultazioni ai sensi dell’articolo 4 del trattato di alleanza.

Ai sensi dell’articolo 4, qualsiasi alleato può richiedere consultazioni quando uno di loro ritiene che la sua integrità territoriale, indipendenza politica o sicurezza sia minacciata.

«Stiamo discutendo con la Lettonia, in particolare con la Lituania, se attivare l’articolo 4 del trattato NATO», ha detto Mateusz Morawiecki all’agenzia di stampa statale polacca.

«Non basta esprimere pubblicamente la nostra preoccupazione: ora servono passi concreti e l’impegno dell’intera coalizione».

Migliaia di migranti si sono recati in Bielorussia sperando di entrare nell’Unione europea, solo per ritrovarsi Intrappolato al confine in condizioni di congelamento.

L’Unione europea accusa Minsk di essere l’artefice della crisi per fare pressione sul blocco per le sanzioni imposte, ma la Bielorussia lo ha ripetutamente negato. alcuni paesi Nella regione, hanno avvertito che lo scontro potrebbe degenerare in un conflitto militare.

Il presidente russo Vladimir Putin, il principale sostenitore del leader bielorusso Alexander Lukashenko, ha affermato che la Russia è pronta ad aiutare a risolvere la crisi, secondo quanto riferito dalla RIA, domenica, citando un’intervista con un canale televisivo di stato. Per saperne di più

Moraviki ha detto a Barcellona che i leader dell’UE avrebbero discusso di ulteriori sanzioni contro la Bielorussia. «Discuteremo sicuramente di ulteriori sanzioni, inclusa la completa chiusura delle frontiere», ha affermato.

READ  La Cina sta cercando di tenere il branco di elefanti fuori dalla città di 7 milioni

Ha anche affermato che l’Unione europea dovrebbe finanziare congiuntamente la costruzione di un muro di confine.

Violazione dei confini

Nel frattempo, le forze polacche hanno descritto la situazione sempre più tesa al confine, con le guardie di frontiera che hanno affermato di aspettarsi un altro «grande tentativo» di sfondare.

Domenica, la polizia ha detto che un gruppo di circa 50 migranti ha sfondato le difese al confine ed è entrato in Polonia vicino al villaggio di Starzyna.

Tutte le persone sono state arrestate e riportate al confine, ha detto Katarzyna Zdanovic, portavoce delle guardie di frontiera, all’agenzia di stampa ufficiale polacca, l’agenzia di stampa ufficiale polacca.

La polizia ha anche detto che un agente è stato portato in ospedale dopo essere stato colpito da una pietra.

Un portavoce dei servizi di sicurezza polacchi Stanislaw Zarin ha scritto domenica su Twitter delle segnalazioni di camion che trasportano pietre e macerie da imprese edili bielorusse verso aree vicino al confine. (1 dollaro = 4.0476 zloty)

(Segnalazione di Alan Sharlish e Anna Lodarczak Simczuk); Montaggio di Eileen Hardcastle e Alex Richardson

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.