diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il presidente cinese mette in guardia dalle tensioni dell’era della Guerra Fredda in Asia-Pacifico | Notizie di Xi Jinping

I commenti del presidente cinese Xi Jinping arrivano prima di un prossimo incontro virtuale con il suo omologo statunitense, Joe Biden.

Il presidente cinese Xi Jinping ha messo in guardia contro un ritorno alle tensioni dell’era della Guerra Fredda nella regione Asia-Pacifico, sollecitando la cooperazione globale prima di un incontro virtuale con la sua controparte statunitense.

In un videomessaggio registrato a un forum a margine del vertice della cooperazione economica Asia-Pacifico (APEC), Xi ha affermato mercoledì che i tentativi di tracciare linee ideologiche o formare piccoli circoli su basi geopolitiche sono destinati a fallire.

«La regione Asia-Pacifico non può e non deve tornare al confronto e alla divisione dell’era della Guerra Fredda», ha affermato.

I commenti del presidente cinese erano un chiaro riferimento agli sforzi degli Stati Uniti con alleati e partner regionali, incluso il Quartetto con India, Giappone e Australia, per mitigare quella che considerano la crescente influenza economica e militare della Cina.

Le tensioni tra Cina e Stati Uniti sono aumentate negli ultimi anni, con Washington che ha sollevato preoccupazioni per le azioni di Pechino nel Mar Cinese Meridionale e per le sue posizioni su Hong Kong, Xinjiang e Taiwan.

In mezzo ai disaccordi, le due parti hanno dichiarato a ottobre di aver concordato di tenere una riunione virtuale dei loro capi prima della fine dell’anno.

I funzionari non hanno detto quando si terrà l’incontro, ma l’agenzia di stampa Reuters, citando una fonte anonima, ha affermato che Xi e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden potrebbero tenere colloqui già lunedì.

Nel suo discorso all’APEC, che è ospitato dalla Nuova Zelanda, Xi ha affermato che i compiti più urgenti per la regione Asia-Pacifico sono di uscire dall’ombra della pandemia di COVID-19 e raggiungere una costante ripresa economica.

READ  Putin testa il vaccino sperimentale Covid-19 all'interno del naso

Ha detto che i paesi dovrebbero anche fare di più per colmare il divario di immunizzazione contro il coronavirus.

«Dobbiamo tradurre il consenso sul fatto che i vaccini sono un bene pubblico globale in misure concrete per garantire la loro distribuzione equa ed equa», ha affermato Xi.

Complessivamente, i membri dell’APEC rappresentano quasi 3 miliardi di persone e circa il 60% del PIL mondiale. Ma profonde tensioni attraversano un gruppo di 21 paesi e regioni che includono Stati Uniti, Cina, Taiwan, Russia e Australia.

Molti paesi in Asia cercano di bilanciare le influenze cinesi e americane sui fronti economici e geopolitici.

La Cina rivendica vaste parti del Mar Cinese Meridionale e altre aree, e si è mossa per stabilire una presenza militare, costruendo isole in alcune delle aree contese come conferma delle sue affermazioni storiche.

Sia Taiwan che la Cina hanno chiesto di aderire al Pacific Rim Trade Agreement, il Comprehensive and Advanced Trans-Pacific Partnership, con Pechino che afferma che bloccherebbe l’offerta di Taiwan sulla base del fatto che la regione autonoma rifiuta di accettare di essere parte del comunismo. La Cina ha governato.

Inoltre, non è chiaro se tutti i membri dell’APEC sosterranno l’offerta degli Stati Uniti di ospitare il ciclo di riunioni APEC del 2023.

Tuttavia, i funzionari affermano di aver compiuto progressi significativi durante circa 340 incontri preliminari prima dell’incontro dei leader di questa settimana. I membri dell’APEC hanno concordato di ridurre o eliminare diverse tariffe e restrizioni alle frontiere su vaccini, maschere e altri prodotti medici importanti per combattere l’epidemia.

Il cambiamento climatico è stato anche un punto importante all’ordine del giorno del vertice, che si tiene in parallelo con l’incontro delle Nazioni Unite COP26 a Glasgow.

READ  Una nonna di 87 anni dello Sri Lanka è diventata la persona più anziana ad aver conseguito un master in questa università in Canada

Xi ha affermato che la Cina raggiungerà i suoi obiettivi di neutralità del carbonio entro i tempi stabiliti e che le misure di riduzione del carbonio richiederanno enormi investimenti.