enero 21, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il patologo sudafricano afferma che la variante di Omicron potrebbe superare Delta

  • Troppo presto per dire offset delta, ma i casi stanno aumentando rapidamente
  • È probabile che tu conosca le caratteristiche mutevoli in quattro settimane
  • Indagare su qualsiasi associazione di Omicron con la malattia COVID nei neonati

JOHANNESBURG (Reuters) – Una variante del coronavirus omicron scoperta in Sudafrica potrebbe essere il candidato più probabile per rimuovere un tipo delta altamente contagioso, ha detto martedì il direttore dell’Istituto sudafricano di malattie infettive.

La scoperta di Omicron ha suscitato preoccupazione a livello globale, con i paesi che limitano i viaggi dal Sudafrica per paura che possa diffondersi rapidamente anche tra le popolazioni vaccinate e l’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che comporta un alto rischio di infezione. Per saperne di più

«Pensavamo che cosa avrebbe superato Delta? Questa è sempre stata la domanda, almeno in termini di trasmissibilità, … forse questa alternativa è l’alternativa», ha affermato Adrian Bourne, direttore esecutivo ad interim del National Institute of Infectious Diseases in South Africa (NICD ). )), ha dichiarato a Reuters in un’intervista.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

Se l’omicron si dimostrasse più trasmissibile della variante delta, potrebbe portare a un forte aumento delle infezioni che potrebbero mettere sotto pressione gli ospedali.

Bourne ha affermato che gli scienziati dovrebbero sapere entro quattro settimane fino a che punto Omicron può eludere l’immunità da precedenti vaccini o infezioni e se porta a sintomi clinici peggiori di altre variabili.

Racconti aneddotici di medici che hanno curato pazienti affetti da COVID-19 in Sudafrica affermano che Omicron mostra sintomi lievi, tra cui tosse secca, febbre e sudorazione notturna, ma gli esperti mettono in guardia dal trarre conclusioni definitive. Per saperne di più

READ  La città cinese di Xi'an revoca alcune restrizioni dopo la sua chiusura

Bourne ha affermato che è troppo presto per dire se Omicron sostituirà Delta in Sud Africa, dove finora gli scienziati locali hanno prodotto solo 87 serie di Omicron.

Gli aghi sono visti davanti al grafico azionario visualizzato e le parole «Omicron SARS-CoV-2» in questa illustrazione sono state prese, 27 novembre 2021. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione

Ma il fatto che i casi stiano iniziando ad aumentare rapidamente, in particolare nella provincia più popolosa di Gauteng, è un segno che potrebbe effettivamente verificarsi uno spostamento.

Delta ha guidato una terza ondata di infezioni da COVID-19 in Sudafrica, che ha raggiunto il picco di oltre 26.000 casi al giorno all’inizio di luglio. Si prevede che Omicron provocherà una quarta ondata, con le infezioni giornaliere che dovrebbero superare le 10.000 entro la fine della settimana dalle circa 2.270 di lunedì. Per saperne di più

Anne von Guttberg, microbiologa clinica presso il National Institute of Diabetes, ha affermato che le infezioni sembrano aumentare in tutto il paese.

Lunedì, il NICD ha presentato una presentazione citando un gran numero di ricoveri COVID-19 tra i bambini di età inferiore ai due anni come area di preoccupazione. Ma von Guttberg ha messo in guardia dal collegarlo a Omicron ancora.

«In realtà sembra che alcune di queste introduzioni possano essere iniziate prima che arrivasse Omicron. Vediamo anche che c’è stato un aumento dei casi di influenza solo nell’ultimo mese circa, e quindi dobbiamo stare molto attenti a guardare e altri problemi respiratori infezioni».

«Stiamo esaminando i dati con molta attenzione, ma al momento non sono sicuro di poterli collegare definitivamente a Omicron».

READ  Cambiamento dei sintomi di IHU: cosa sappiamo finora

Il Sudafrica è stato elogiato per aver allertato molto rapidamente la comunità scientifica globale e l’Organizzazione mondiale della sanità su Omicron, una mossa coraggiosa visti i danni che le restrizioni di viaggio imposte da molti paesi, inclusa la Gran Bretagna, faranno all’importante settore del turismo.

Il paese ha segnalato quasi 3 milioni di casi di COVID-19 durante la pandemia e oltre 89.000 morti, il più grande del continente africano.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Tim Cox a Johannesburg. Montaggio di Alison Williams

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.