diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il nuovo primo ministro italiano è stato bene per i primi nove mesi

Negli ultimi sei mesi, gli italiani hanno fluttuato di vittoria in vittoria. Tutto è iniziato a maggio, quando la band italiana Maneskin ha vinto l’Eurovision Song Contest. La loro squadra di calcio maschile è diventata campione d’Europa a luglio, e alle Olimpiadi di agosto, i loro velocisti maschi hanno stupito il mondo dello sport vincendo la staffetta dei 100 me 4×100 m. In ottobre, lo scienziato italiano Giorgio Parisi ha condiviso il premio Nobel per la fisica.

L’Italia, nel frattempo, ha avuto l’esperienza innovativa di essere governata da un Presidente del Consiglio di fama internazionale, Mario Draghi, con un’enorme maggioranza parlamentare che consentirà ai suoi piani di diventare rapidamente legge. Con il supporto di un’efficace campagna di vaccinazione, l’economia è in forte ripresa. Il 28 ottobre, Draghi, l’ex capo della Banca centrale europea, prevede una crescita economica «oltre il 6%» quest’anno, anche se alcuni si aspettano che il PIL italiano riacquisti il ​​livello pre-epidemia entro il 2022, dietro a Stati Uniti e Gran Bretagna. Tra gli altri. Ma l’agenzia di rating Standard & Poor’s ha cambiato la sua prospettiva per il debito italiano da stabile a positiva, e gli italiani possono aspettarsi un periodo in cui il loro governo sarà in grado, sotto l’obbligo, di spendere generosamente per primo. Dal dopoguerra, il Piano Marshall finanziato dagli Stati Uniti.

L’Italia è il maggior beneficiario del piano di ripresa post-epidemia dell’UE nella sua interezza. Ricevere 191,5 miliardi solo dalla struttura principale di recupero e regressione ($ 221.8 miliardi) In sovvenzioni e prestiti. Anche prima del Covid-19, un simile flusso di cassa non aiuterebbe l’economia, che in questo secolo è cresciuta a malapena: il Pil italiano nel 2019 era infatti solo del 4% superiore a quello del 2000. Per quanto riguarda l’acquisto. Potenza, il PIL pro capite era inferiore all’1%, aumentato del 16% in Francia e del 24% in Germania. Oxford Economics stima che il piano di ripresa dell’UE aggiungerà una media dello 0,5% all’anno alla crescita del PIL italiano nei prossimi tre o quattro anni – un aumento significativo per un’economia, anche meno di 2 negli anni migliori prima dell’epidemia. %

READ  Studente MBA con borsa di studio del 25% in Italia

Enzo Moavero, professore alla LUISS di Roma e ministro apartitico in tre recenti governi, avverte che «la vera sfida è realizzare una crescita sostenibile al di sopra o al di sopra della media europea». Succede solo a seguito di riforme efficaci che portano a un cambiamento completo e strutturale».

Il piano di rilancio dell’UE è concepito per risolvere questo problema. Continua a stanziare fondi su riforme e investimenti specifici volti a migliorare le opportunità di crescita dei suoi paesi membri. சர 25 miliardi fino ad ora senza vincoli per l’Italia. Ma per qualificarsi per la prossima rata, deve soddisfare 51 requisiti entro la fine di quest’anno. Ci sono già segnali di fatica per raggiungere l’obiettivo. Con un rapporto al Gabinetto del 23 settembre, solo 13 dei 51 obiettivi erano stati raggiunti.

Il programma di riforma dell’Italia non è il problema; È in anticipo sui tempi. A maggio è stato approvato un pacchetto che ha facilitato un’ampia gamma di procedure burocratiche. E il riassetto del sistema giudiziario penale sta per essere applicato. Pronta un’ulteriore riforma incentrata sulla giustizia civile. I funzionari affermano che presto arriverà anche una legislazione per promuovere la concorrenza.

Il problema sta nell’investimento. I pedinatori pendenti sembrano essere il Ministero del Turismo, che al momento della relazione non ha realizzato nessuno dei sei investimenti responsabili; E il Dipartimento per il Cambiamento Ambientale, che ne aveva implementato solo uno.

Guardandolo entro la fine dell’anno, sorgono due dubbi. Il primo riguarda il destino della legge dopo che è stata attuata a livello subnazionale. “In Italia, lo scopo delle politiche spesso si perde nella traduzione”, afferma Pavlo Graziano, che insegna scienze politiche all’Università di Padova. Mancano le capacità di gestione del progetto richieste per i funzionari responsabili dell’attuazione di progetti complessi: il governo Drake afferma di aver iniziato ad affrontarlo. Ma un’altra ragione è che «il diritto derivato è tenuto in ostaggio dalle autorità locali ai sindacati», afferma Fabricio Dasinari, dell’Istituto universitario europeo di Firenze.

READ  Burning Bridges: i paesi si rifiutano di giocare ai "trucchi" italiani nella competizione europea di bridge

E un sospetto è incentrato sul signor Tracy stesso. Si pensa che sia sopravvissuto a un precedente tentativo di cacciarlo in seguito all’intervento di Jiang a febbraio. E anche se non è il capo di stato, è improbabile che sia al governo dopo le elezioni generali che si terranno nella primavera del 2023 e potrebbero arrivare presto.

Il 18 ottobre a Roma e Torino sono stati eletti i candidati sindaci Democratici (PD), facendo piazza pulita del centrosinistra delle principali città italiane. Ma in provincia il PD ei suoi alleati sono deboli. I sondaggi continuano a suggerire che il prossimo governo italiano sarà una coalizione dominata da due partiti da tempo critici nei confronti della Commissione europea: il partito neofascista Fratelli d’Italia (FdI) e la Lega Nord di estrema destra.

Chi è vicino a Drake sostiene che la sua partenza non dovrebbe portare a una seria rottura. Il suo governo ha stabilito meccanismi burocratici per dirigere e controllare il flusso di denaro del riscatto, che è più di questo. I futuri governi saranno vincolati dalla scadenza fissata dalla commissione e saranno riluttanti a perdere il flusso di cassa da Bruxelles non rispettandoli.

Probabilmente. Ma sia la Lega che i non-IDE, che fanno parte dell’alleanza alla base di Tracy, sono allineati con politiche e interessi che contraddicono la spinta riformatrice del piano di rilancio. La Lega è già riuscita ad affrontarlo in un’area importante. Una debolezza significativa dell’economia italiana è che, sebbene le tasse sul lavoro siano molto alte, le tasse sulla proprietà sono molto basse. Il governo di Drake si è mosso per aggiustare l’equilibrio modificando i criteri utilizzati nel registro fondiario per aumentare le entrate attraverso il settore immobiliare. Ma ha dovuto affrontare una forte opposizione da parte del leader della Lega, Matteo Salvini. Di conseguenza, le modifiche non entreranno in vigore fino al 2026; Anche allora, non vengono utilizzati per calcolare la responsabilità fiscale.

READ  La comunità italiana spera di salvare l'albero secolare caduto nel fuoco

«Sono molto più positivo ora rispetto a un anno fa», afferma Nicola Noble di Oxford Economics. «Ma continuo a pensare che un miglioramento permanente delle prospettive economiche dell’Italia sarebbe più un capovolgimento che un caso fondamentale».