agosto 14, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il governo regionale afferma che in Italia c’è l’influenza suina africana nel cinghiale

7 gennaio (Reuters) – Un caso di influenza suina africana e influenza suina mortale è stato segnalato nella regione italiana del Piemonte, ha affermato venerdì il governo regionale in una nota.

Il rapporto afferma che un maiale morto a Ovada, a circa 120 km a sud-ovest di Milano, nel nord Italia, era risultato positivo al test per la malattia.

L’influenza suina africana è innocua per l’uomo, ma spesso pericolosa per i maiali, causando perdite finanziarie per gli agricoltori. Ha avuto origine in Africa prima di diffondersi in Europa e in Asia e ha ucciso centinaia di milioni di maiali in tutto il mondo.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

In Italia, la scoperta potrebbe essere un duro colpo per i produttori di carne del Paese, poiché i governi spesso bloccano l’importazione di prodotti a base di carne di maiale dai paesi malati per prevenire la diffusione della malattia.

A seguito della conferma del primo caso di fauna selvatica in Germania, la Cina e altri acquirenti di carne di maiale hanno vietato l’importazione di carne di maiale tedesca nel settembre 2020.

La Regione Piemonte ha chiesto ai sindaci comunali di interrompere la caccia a seguito del ritrovamento. Il cinghiale può diffondere il virus ad altri maiali.

Il governo ha affermato che sta intensificando la sorveglianza degli allevamenti di cinghiali e suini e sta aumentando il più possibile il numero di operazioni di bonifica negli allevamenti.

«Come l’epidemia (COVID-19), l’urgenza dell’influenza suina africana deve essere affrontata cercando la collaborazione di tutti», ha affermato Luigi Icardi, assistente sanitario del Piemonte. «Il Sistema sanitario piemontese collabora con gli operatori del settore per prevenire la diffusione del virus e per proteggere gli allevamenti di suini».

READ  Lazio enamorado de Italia

In Cina, il più grande produttore mondiale di carne di maiale, l’influenza suina africana ha spazzato via mezzo branco di maiali entro un anno dalla diagnosi nel 2018. L’anno scorso, Haiti e la Repubblica Dominicana hanno confermato la prima eruzione negli Stati Uniti in quasi 40 anni.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Report di Carolyn Staffer e Tom Polansek a Chicago e Joyce Alves a Londra; Cynthia Asterman, montaggio

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.