septiembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il Giappone celebra il 76° anniversario della sconfitta della Seconda Guerra Mondiale; Nessuna scusa Suga

Il Giappone ha celebrato domenica il 76° anniversario della sua resa nella seconda guerra mondiale con una triste cerimonia in cui il primo ministro Yoshide Suga ha giurato di non ripetere mai la tragedia della guerra, ma ha evitato di scusarsi per l’aggressione del suo paese.

Suga ha detto che il Giappone non dimentica mai che la pace di cui gode oggi il Paese si basa sui sacrifici di coloro che sono morti in guerra.

“Onoreremo il nostro impegno a non ripetere la tragedia della guerra”, ha detto nel suo primo discorso all’evento da quando è diventato primo ministro.

Suga non ha offerto scuse alle vittime asiatiche dell’aggressione giapponese in tutta la regione nella prima metà del XX secolo, un precedente stabilito dall’ex leader del paese, Shinzo Abe, che è stato spesso accusato di aver tentato di mascherare il brutale passato del Giappone.

In un discorso incentrato in gran parte a livello locale, Suga raccontò i danni arrecati al Giappone e alla sua gente, inclusi gli attacchi atomici americani su Hiroshima e Nagasaki, i bombardamenti incendiari di Tokyo e altre città e la feroce battaglia di Okinawa, e li pianse.

In cambio, l’imperatore Naruhito ha espresso il suo “profondo rimorso” per le azioni di guerra del suo paese in un discorso attentamente sfumato che ha seguito le orme di suo padre, che aveva dedicato i suoi 30 anni di carriera a rimediare alla guerra combattuta in nome di Hirohito , il nonno dell’attuale imperatore. Naruhito ha anche espresso la speranza che le persone possano unire i loro cuori per superare le difficoltà dell’epidemia mentre cercano la felicità e la pace per tutti.

READ  Il ciclone tropicale Yas ha colpito l'India orientale questa settimana

In mezzo al crescente numero di infezioni da coronavirus a Tokyo, in calo rispetto ai circa 6.000 partecipanti prima della pandemia, circa 200 partecipanti hanno pianto i morti per un minuto di silenzio. Le maschere erano obbligatorie e non si cantava l’inno nazionale.

Suga si è impegnata a cooperare con la comunità internazionale nell’affrontare questioni globali secondo il “principio della pace proattiva”, una visione promossa da Abe per consentire al Giappone di svolgere un ruolo militare maggiore nei conflitti internazionali.

A partire dal 2013, Abe ha smesso di riconoscere le azioni del Giappone in tempo di guerra o si è scusato nei suoi discorsi del 15 agosto, abrogando una tradizione di quasi 20 anni iniziata con le scuse del 1995 al leader socialista Tomiichi Murayama.

Domenica, prima di partecipare a una cerimonia al Budokan Hall di Tokyo, Suga ha deposto fiori in un vicino cimitero nazionale per soldati non identificati. I media giapponesi hanno riferito che mentre Suga è rimasto lontano dal controverso Santuario Yasukuni, ha inviato offerte religiose al santuario.

Le vittime delle azioni giapponesi durante la prima metà del XX secolo, in particolare le due Coree e la Cina, vedono il santuario come un simbolo del militarismo giapponese in quanto onora i criminali di guerra condannati tra i circa 2,5 milioni di morti in guerra.

Abe, che si è dimesso da primo ministro l’anno scorso, domenica ha pregato al santuario, così come altri tre membri del gabinetto di Suga. Altri due ministri hanno visitato il santuario venerdì.

Le visite hanno suscitato critiche dalla Cina e dalla Corea del Sud.

Domenica, il ministero degli Esteri sudcoreano in una dichiarazione ha esortato i funzionari giapponesi a mostrare “sincero rimorso attraverso l’azione” in modo che i paesi possano sviluppare “relazioni future”.

READ  Harris risponderà alle affermazioni della Cina nel Mar Cinese Meridionale durante il viaggio in Asia

Il ministero degli Esteri cinese ha anche affermato di aver presentato “severe proteste” alla parte giapponese a Tokyo e Pechino per le visite al Santuario Yasukuni, citando l’offerta religiosa di Suga. La portavoce Hua Chunying ha invitato il Giappone ad adottare misure che “conquisteranno la fiducia” dei suoi vicini.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Kim Tong-hyung a Seoul, Corea del Sud, e Huechong-woo a Taipei, Taiwan, hanno contribuito a questo rapporto.

___

Segui Mari Yamaguchi su Twitter all’indirizzo https://www.twitter.com/mariyamaguchi. Kim Tong Hyung su https://www.twitter.com/kimtonghyung