septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Il CEO di Tripwire si dimette dopo aver sostenuto la legge anti-aborto del Texas

Proteste in Texas contro la nuova controversa legge statale contro l'aborto.

Foto: Sergio Flores (Getty Images)

John Gibson, CEO di Tripwire Interactive – lo studio dietro di esso Manateer e uccidi la terraSi è “dimesso” sulla scia della massiccia reazione pubblica e domestica al suo sostegno alla recente decisione del Texas di privare le donne di un diritto umano fondamentale.

Il Texas ha recentemente introdotto una nuova legge anti-aborto, nota come Senate Act 8. La controversa legge vieta l’aborto dopo sei settimane e si estende al punto di consentire ai privati ​​cittadini di citare in giudizio i fornitori di aborti o chiunque sia sospettato di aiutare una donna a interrompere una gravidanza. In sostanza, questo crea un sistema di taglie mirato ai cercatori di aborto e imposto da residenti casuali del Texas.

Il 5 settembre Gibson cinguettare:

Orgoglioso della conferma da parte di #USSupremeCourt di una legge del Texas che vieta l’aborto per i bambini con infarto. Come artista, non parlo molto spesso di politica. Tuttavia, con così tanti colleghi audio dall’altra parte di questo problema, ho sentito che era importante registrarsi come sviluppatore di giochi pro-life.

La dichiarazione è stata ampiamente criticata all’interno del settorePoche ore dopo, uno dei principali partner di sviluppo di Tripwire, Shipwright Studios, è stato Ha detto in una dichiarazione “Non possiamo in buona coscienza continuare a lavorare con Tripwire sotto l’attuale struttura di leadership. Inizieremo a cancellare immediatamente i nostri contratti esistenti in vigore”.

I commenti di Gibson sono stati accolti anche con una chiara opposizione anche all’interno di Tripwire, che questa sera ha “dimesso” la sua posizione di CEO, con la notizia annunciata dalla società in una dichiarazione feroce che “i commenti fatti da John Gibson sono suoi e non non riflettono quelli di Tripwire Interactive.” come azienda”, e che “i suoi commenti hanno ignorato i valori di tutto il nostro team, dei nostri partner e di gran parte della nostra più ampia comunità. Il nostro team dirigenziale di Tripwire si rammarica profondamente e sono uniti nel nostro impegno ad agire rapidamente e a promuovere un ambiente più positivo”.

La dichiarazione completa di Tripwire è di seguito:

I commenti fatti da John Gibson sono della sua opinione e non riflettono i commenti di Tripwire Interactive come azienda. I suoi commenti hanno ignorato i valori di tutto il nostro team, dei nostri partner e di gran parte della nostra comunità più ampia. Il nostro team dirigenziale di Tripwire è profondamente dispiaciuto e unito nel nostro impegno a intraprendere azioni rapide e a promuovere un ambiente più positivo.

Con effetto immediato, John Gibson si è dimesso da CEO di Tripwire Interactive. Il cofondatore e attuale vicepresidente, Alan Wilson, assumerà la carica di CEO ad interim. Alan è stato con la compagnia sin dal suo inizio nel 2005 ed è un leader attivo sia nello studio che nel business dello sviluppo. Alan lavorerà con il resto del team dirigenziale di Tripwire per prendere provvedimenti con dipendenti e partner per affrontare le loro preoccupazioni, inclusa l’implementazione di una riunione aperta a livello aziendale e la promozione di un dialogo aperto con la leadership di Tripwire e tutti i dipendenti. La sua comprensione della cultura dell’azienda e della visione creativa dei nostri giochi accompagnerà il team attraverso questa transizione, con il pieno supporto di altri leader di Tripwire.

READ  Una guida per completare la missione di sacrificio