octubre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

IATSE per richiedere il permesso di sciopero ai membri – scadenza

IATSE Un passo più vicino allo sciopero contro l’industria cinematografica e televisiva lunedì, ha detto ai suoi membri che ora avrebbe chiesto loro il permesso di scioperare.

“oggi è AMPTP I leader sindacali hanno detto a IATSE che non intendevano rispondere alla proposta di pacchetto completo che abbiamo presentato loro più di una settimana fa “, hanno affermato i leader sindacali in una lettera ai membri. Questa incapacità di continuare la negoziazione può essere spiegata solo in un modo Semplicemente non affronteranno le questioni fondamentali che abbiamo sostenuto più e più volte dall’inizio. Di conseguenza, ora procederemo a votare su un mandato di sciopero nazionale per dimostrare il nostro impegno a raggiungere il cambiamento tanto atteso nel industria.”

L’Alleanza dei produttori cinematografici e televisivi ha dichiarato in una dichiarazione che “ha presentato una proposta completa per chiudere l’accordo che affronta intenzionalmente le questioni chiave di contrattazione di IATSE e che” scegliendo di lasciare il tavolo dei negoziati per un voto di sciopero, la leadership di IATSE ha evitato un pacchetto complessivamente generoso.”

Vedi la dichiarazione AMPTP completa di seguito.

Un voto sul permesso di sciopero non significa necessariamente che ci sarà uno sciopero – solo che i membri danno ai loro leader il permesso di chiedere un ritiro se non riescono a raggiungere un accordo di 11 ore.

L’attuale contratto del sindacato sarebbe dovuto scadere il 31 luglio, ma è stato prorogato fino al 10 settembre, afferma il sindacato, “nel tentativo di esaurire ogni opportunità per concludere un accordo”.

Mercoledì scorso, il presidente della IATSE Matthew Loeb ha affermato che i negoziati “hanno raggiunto un punto critico”, osservando che siamo uniti nel chiedere condizioni di lavoro più umane in tutto il settore, compreso un riposo ragionevole durante e tra i giorni lavorativi e nel fine settimana, e una retribuzione equa quando fluente. E un piano salariale vivibile”.

Il giorno dopo, ha detto ai membri che il sindacato stava aspettando una risposta dall’AMPTP sul recente pacchetto di proposte contrattuali del sindacato mentre continuava a “mobilitarlo” per un possibile sciopero.

Durante il fine settimana, due delle più grandi organizzazioni locali del sindacato, la 600 ICG locale e la 700 Editors Guild locale, hanno tenuto riunioni con i media per aggiornare i propri membri sullo stato dei negoziati. A detta di tutti, i membri sono pronti a scioperare se devono ottenere un contratto equo.

Uno sciopero di tutta l’industria contro le produzioni cinematografiche e televisive, se si arriva a questo, sarebbe il primo sciopero nella storia del sindacato.

Tutti i 13 uffici del sindacato West Coast Studio Locals ora condurranno un voto di autorizzazione segreto contemporaneamente, condotto elettronicamente tramite un servizio di sondaggi e-mail.

Affinché un locale passi un mandato di sciopero, almeno il 75% di coloro che votano deve votare “sì” per sostenere il mandato di sciopero. Proprio come nel processo di ratifica dell’Accordo di base, i voti dei delegati locali rifletteranno i voti dei membri. Pertanto, un cittadino con 1.000 voti indietro avrebbe bisogno di 750 “sì” per sostenere il permesso di sciopero. Se il locale non raggiunge questo limite, tutti i voti dei delegati locali verranno conteggiati come “no”. Il risultato sarà determinato dalla maggioranza semplice dei voti dei delegati nell’unità negoziale.

Dichiarazione completa AMPTP:

L’AMPTP ha presentato una proposta completa per la chiusura dell’affare che affronta di proposito le questioni chiave della contrattazione allo IATSE. Quando abbiamo iniziato i negoziati con IATSE mesi fa, abbiamo discusso delle realtà economiche e delle sfide che l’industria dell’intrattenimento deve affrontare mentre lavoriamo per riprenderci dalle ricadute economiche della pandemia di COVID-19. Lo IATSE è arrivato al tavolo con diverse iniziative prioritarie, tra cui affrontare il deficit pensionistico e sanitario, pause più lunghe per i pasti e il riposo, aumenti salariali e massicci aumenti delle tariffe minime per specifiche categorie di lavoro. L’AMPTP ha ascoltato e affrontato molte delle richieste di IATSE, incluso il pagamento di quasi 400 milioni di dollari in pensioni e deficit del piano sanitario. Il pacchetto include miglioramenti significativi nei periodi di riposo, aumenti di salari e benefici, un aumento delle tariffe minime per alcune categorie di lavoro e un aumento delle tariffe minime sulla produzione di nuovi media. Sebbene nessuna delle due parti ottenga tutto ciò che desidera in questo ciclo di contrattazione, questo pacchetto riconosce il ruolo fondamentale svolto dai membri dell’equipaggio IATSE mentre continuiamo a far progredire il nostro settore e a creare posti di lavoro per le migliaia di dipendenti che lavorano nella produzione.

Scegliendo di lasciare il tavolo dei negoziati per un voto sul permesso di sciopero, la dirigenza della IATSE si è allontanata da un generoso pacchetto di coperte. I componenti principali includono:

Un pacchetto economico per tutti i membri IATSE coerente con gli accordi raggiunti con altri sindacati prima della pandemia.

Tariffe minime migliorate (in media un aumento del 18%) su alcune tipologie di produzioni new media.

Si prevede che lo IATSE Pension and Health Scheme registrerà un deficit di 400 milioni di dollari nei prossimi tre anni. In questa proposta, i datori di lavoro coprirebbero il deficit previsto di circa 400 milioni di dollari senza addebitare i pagamenti dei premi per la copertura sanitaria individuale dei dipendenti senza alcun costo e senza aumentare il costo molto basso della copertura sanitaria a carico, franchigie, co-pay e coassicurazione. Senza questa perdita di contributi, il livello di riserva nel piano sanitario attivo dovrebbe diminuire da 17,5 mesi dalla fine del 2020 a 3,1 mesi dalla fine del 2024 e il livello di riserva nel piano sanitario dei pensionati dovrebbe diminuire. Da 14,4 mesi da fine 2020 a 2,1 mesi da fine 2024. Le riserve sono necessarie perché hanno consentito ai gestori dei piani sanitari di continuare la copertura per migliaia di partecipanti durante la pandemia senza costi aggiuntivi.

Miglioramenti significativi nelle pause per il personale della serie TV della stagione 1, per il personale di post-produzione assegnato/che lavora in serie TV, piloti, lungometraggi e location remote.

Significativo aumento delle tariffe minime (aumenti che vanno dal 10% al 19%) per gli assistenti coordinatori ufficio produzione, coordinatori uffici tecnici, assistenti di sala libri e coordinatori testi.

Aggiungi Martin Luther King, Jr. Day come vacanza pagata.

Concordare una proposta significativa per affrontare le questioni della diversità, dell’equità e dell’inclusione.

Nel frattempo, il sostegno a IATSE e ai suoi membri ha già iniziato a riversarsi, alcuni dei quali contengono pesanti critiche all’AMPTP.

Bradley Whitford ha twittato: “Sto con IATSE. Attualmente, le squadre non garantiscono una singola pausa pasto o un passaggio di dieci ore durante le settimane lavorative che possono superare le 70 o anche le 80 ore. Qualsiasi altro settore avrebbe chiuso così tanto tempo fa”.

Jennifer Beals ha twittato: “Sono un’attrice. Sto con IATSE. Tu? #IAS Solidarity”.

Jacqueline Moore, produttrice care uova Ha twittato: “Sono un creatore di spettacoli con uno spettacolo che sta per entrare in produzione… e sono d’accordo con IATSE. #IASolidarity”

Liz Hsiao Lan Alper, membro del consiglio di amministrazione di WGA West e co-fondatore di #PayUpHollywood, ha twittato: “Ho lavorato all’MBA Negcom nel 2020 per la WGA. AMPTP non ha senso o ha senso. Se vuoi stare bene per il pasto , rivendicheranno la tua casa e il tuo primogenito in cambio. Non otterrai guadagni a meno che non combatti con le unghie e con i denti. Sarò terrorizzato di combattere IATSE. #IAS Solidarietà. “

READ  John Boyega lascia Rebel Ridge dopo un mese di produzione - / Film