diciembre 2, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

I volumi concludono l’indagine; Nessun divieto di pot

Dopo quasi un anno di lavoro e 1 milione di dollari di spese, Folkquist ha appreso che l’indagine del Tennessee sugli abusi della NCAA sotto la guida dell’ex allenatore Jeremy Pruitt era terminata.

Come risultato dei risultati delle indagini e sulla base della convinzione di proteggere gli attuali giocatori innocenti di Vol, il Tennessee non imporrà un divieto di piatto dopo la stagione. Ovviamente questo è il titolo qui.

Il Tennessee è fermamente convinto che i giocatori coinvolti nelle presunte violazioni si siano trasferiti e molti di loro saranno coinvolti in gioco dopo la fine della stagione. Per i giocatori e le reclute attuali, creare speculazioni su un potenziale divieto di potatura è un passo avanti rispetto alla nuvola che circonda il programma nell’ultimo anno.

Naturalmente, i membri di Vols devono vincere due delle ultime quattro partite per essere ammessi al ballo.

Tuttavia, l’università stessa imporrà altre sanzioni in base alla natura delle violazioni. Sebbene i dettagli di queste sanzioni non siano chiari, aspettati che siano appropriate per le violazioni. Dati gli antecedenti del precedente caso di coscrizione, dove si sono verificati gli abusi del Tennessee, ci si aspetterebbe che le sanzioni autoimposte rientrino nell’ambito dell’arruolamento stesso. Questi includeranno probabilmente riduzioni delle borse di studio per un periodo di tempo, visite ufficiali ridotte e possibilmente restrizioni di viaggio e forse altri. Lo stato del Tennessee spera che la natura globale delle sanzioni che si sono imposti dimostrerà quanto seriamente prendono la loro indagine e i suoi risultati.

L’allenatore Josh Hubble ha detto due settimane fa che si aspetta di firmare un’intera classe. Il Tennessee ha attualmente 70-75 giocatori con una borsa di studio.

READ  Orange County Softball USA vs Italia Olympic Battle معركة

È importante notare che la NCAA non ha emesso un verdetto finale sul caso del Tennessee. Infatti, nonostante la loro partecipazione al processo istruttorio, l’università non ha ricevuto comunicazione dell’accusa e non è stata fissata alcuna data per l’udienza del loro caso. Questo probabilmente non accadrà ancora per qualche tempo a causa del lento lavoro della Commissione Reati. La verità è che nessuno è sicuro di come sarà la Commissione per le violazioni nei prossimi mesi. Il Tennessee ha chiarito fin dall’inizio che stavano lavorando a fianco della NCAA nelle indagini e continuano a farlo.

Il Tennessee sperava in una soluzione rapida. Tuttavia, non c’è niente di veloce con la NCAA che ha fatto infuriare i membri dell’istituzione in tutto il paese.

Mercoledì, il divieto post-stagione della NCAA per il programma di basket dell’Oklahoma State è stato il risultato di un caso di cinque anni. È molto chiaro che il processo NCAA è meno efficiente. La sentenza di mercoledì che vieta all’Oklahoma State di giocare nel post-season ha attirato critiche da molti in tutto il paese, in particolare dato che gli attuali giocatori dei Cowboys erano in gran parte adolescenti quando si sono verificate le presunte violazioni.

C’è un movimento nazionale verso una conversazione su un divieto post-stagione, con la narrativa che gli studenti-atleti che non sono stati coinvolti nelle violazioni non dovrebbero essere penalizzati. La punizione dovrebbe essere per i funzionari e gli allenatori dell’organizzazione. Nel caso del Tennessee, quelle feste non esistono più a Rocky Top.

Inoltre, la NCAA ha chiarito in documenti precedenti che supporta le protezioni degli studenti-atleti. Lo afferma il sito della NCAA – La Commissione sta cercando di tutelare gli studenti-atleti che non sono stati coinvolti nella violazione.

READ  La stella della scherma italiana Beatrice "Baby" Vio difende la medaglia d'oro paralimpica a Tokyo

La National College Athletes Association chiarisce che gli studenti atleti innocenti non dovrebbero essere puniti.

Divieto di penalizzare gli atleti universitari che non hanno commesso un’infrazione. Non è giusto penalizzare gli atleti del college per azioni che non hanno commesso, come sospendere l’idoneità di una squadra dopo la stagione per misure improprie di rinforzi. Tali sanzioni hanno effetti negativi significativi sulla breve esperienza universitaria di molti atleti universitari.

C’è anche una proposta legislativa con l’NCAA Accountability Act che propone sia il giusto processo che equità, coerenza e responsabilità.

In conclusione: il Tennessee ha concluso un processo di indagine lungo un anno in cui la NCAA è stata elencata dal primo giorno e l’università sta procedendo con alcune sanzioni autoimposte e non divulgate su cui non è consentito commentare, ma il divieto di pot è non uno di loro.

La post-season è ancora sul tavolo per i volumi 2021 di Josh Heupel.