agosto 5, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

I progressi nella tecnologia spaziale stimolano l’interesse degli investitori

Quando Lisa Rich ha chiamato gli investitori a marzo per raccogliere fondi per Aurvandil Acquisition, una società che acquista startup focalizzate sulla tecnologia spaziale, il suo obiettivo era quello di guadagnare diversi milioni di dollari.

La signora Rich, membro del consiglio di amministrazione di Aurvandil, ha quasi raggiunto il suo obiettivo in un’ora.

“Non sta succedendo”, ha detto con una risata.

Richard Branson è programmato per viaggiare nello spazio Domenica, su una nave costruita dalla sua compagnia Virgin Galactic. Jeff Bezos, di Dimesso da CEO di Amazon Lunedì lui È programmata per prendere un volo spaziale tra circa una settimana, in una navicella spaziale costruita dalla sua compagnia, Blue Origin. E il Elon Musk spazioX Ha un accordo con l’Amministrazione Nazionale dell’Aeronautica e dello Spazio Per far sbarcare gli americani sulla luna. Ma gli imperatori sono tutt’altro che le uniche persone i cui occhi stanno guardando il cielo.

Gli investitori stanno investendo più soldi che mai nella tecnologia spaziale. Le startup spaziali hanno raccolto più di 7 miliardi di dollari nel 2020, il doppio di quanto raccolto solo due anni fa, Secondo la società di analisi spaziale BryceTechce. Questa tendenza continua quest’anno, ha affermato Carissa Christensen, CEO di BryceTech.

I maggiori affari andranno alle società che lanciano razzi nello spazio, come SpaceX e Relativity Space, che hanno annunciato $ 650 milioni in nuovi soldi il mese scorso, un giorno dopo che il signor Bezos ha detto che sarebbe volato nello spazio.

Ma le startup in ogni settore dell’industria spaziale, inclusi il lancio, le comunicazioni satellitari, il supporto per la vita umana, le catene di approvvigionamento e l’energia, stanno suscitando l’interesse degli investitori. Astranis, una società di Internet satellitare, ha siglato un accordo da 280 milioni di dollari ad aprile. Axiom Space, che mira a costruire la prima stazione spaziale commerciale, ha raccolto 130 milioni di dollari a febbraio.

“Non ho mai visto un mercato come questo”, ha affermato Gabi Dominocello, co-fondatore di Umbra, una startup che sviluppa satelliti progettati per catturare immagini indipendentemente dalle condizioni meteorologiche o di illuminazione. “Dall’anno scorso, il volume di telefonate che ho avuto è stato: in quanto startup, una startup di solito fa una telefonata a un investitore. Ora è esattamente l’opposto”.

READ  Come i possessori di Bitcoin, Ethereum e Dogecoin risparmiano le tasse federali usando una scappatoia

Molti amministratori delegati, analisti e investitori affermano che il boom è stato guidato in parte da sviluppi che hanno reso più facile per le aziende private, non solo le nazioni, sviluppare la tecnologia spaziale e lanciare prodotti nello spazio.

Grazie alla tecnologia sviluppata per i telefoni cellulari, ad esempio, come le start-up pianeta Puoi costruire e distribuire satelliti in grado di visualizzare l’intera Terra ogni giorno. Le capacità analitiche rese possibili dall’apprendimento automatico, dall’intelligenza artificiale e dal cloud computing hanno aumentato la domanda di dati prodotti da quei satelliti.

“Puoi fare molto con un satellite più piccolo e lanciarne di più, il che alla fine consente nuovi tipi di attività che non potresti svolgere se stessi costruendo un singolo satellite delle dimensioni di uno scuolabus con la tecnologia”, ha affermato Mike Savian, Vicepresidente di Planet Expensive spazio specifico.”

Inoltre, le società satellitari possono ora pagare per guidare la loro tecnologia su un razzo, riducendo significativamente le loro barriere economiche. Ad esempio, se il razzo ha una capacità di 500 chilogrammi e il carico utile iniziale è di 300 chilogrammi, un’altra azienda può utilizzare 200 chilogrammi.

Astra, una startup fondata nel 2016, mira a facilitare la transizione nello spazio offrendo lanci più piccoli e più frequenti e posizionandosi come un elemento costitutivo per l’industria spaziale modellata sul ruolo del cloud computing nell’abilitare le startup basate sul web. L’azienda compete nel piccolo mercato di lancio con altre e più affermate startup come laboratorio di razzi, ma spera di distinguersi puntando a lanci più piccoli ed economici. Astra ha programmato il suo primo lancio con un carico utile questa estate e ha 50 lanci sotto contratto, inclusi per Planet e NASA.

READ  Prezzo dell'IPO di Robinhood a $ 38 per azione

“Astra sta colmando quella lacuna nel mercato in cui hai centinaia di queste aziende e tutte hanno nuove tecnologie da sviluppare e non vuoi aspettare fino al prossimo anno quando SpaceX può raggiungerti”, ha detto Chris. Kemp, CEO di Astra. “Anche se è gratuito, anche se SpaceX mi paga per aspettare un anno, il valore di poter entrare nello spazio il mese prossimo è incredibilmente prezioso per una startup che brucia milioni di dollari al mese”.

La signora Rich, che è anche la fondatrice di Hemisphere Ventures, che ha investito in società spaziali dal 2014, e fondatrice e direttore operativo di Xplore, una società di progettazione di missioni orbitali, ha affermato.

L’ultima ondata di accordi è stata guidata in parte da un gruppo di acquisizioni speciali come la signora Rich Orvandel. L’unico scopo di queste società di comodo quotate in borsa, note come SPACS, è acquistare una o più società private. Li avevamo Uno dei trend finanziari più importanti al mondo durante l’ultimo anno.

Dal punto di vista delle startup, la fusione con SPAC è un modo efficace per raccogliere ingenti somme in una fase iniziale. Cambia anche il calcolo degli investitori.

Alcuni investitori hanno evitato le startup spaziali in passato perché la tecnologia spesso impiega molto più tempo del software, come un servizio di social media o un’app, per svilupparsi e generare entrate.

“Se lavori per una società di software e pubblichi un’app e non funziona, crea una nuova app. Potrebbero costare un mese o due di tempo per fallire”, ha affermato Dominocello di Umbra. “Se hai un satellite, spendi solo milioni di dollari.” E se quel satellite si guasta, perdi anni”.

Ma le SPAC consentono alle aziende di diventare pubbliche prima di un’offerta pubblica iniziale tradizionale, offrendo agli investitori la possibilità di incassare in anticipo. Il valore di una società pubblica si basa spesso in parte sulle aspettative di crescita piuttosto che sui ricavi effettivi.

READ  Google autorizza le vaccinazioni per i lavoratori e ritarda il rientro in ufficio

Nove aziende del settore aerospaziale hanno annunciato l’intenzione di fondere SPAC, di cui sei nel 2021. Astra è una delle sei. La fusione con Holicity fornirà ad Astra circa $ 489 milioni in contanti, consentendole di espandersi abbastanza rapidamente da tenere il passo con quella che Kemp chiama “domanda assolutamente insaziabile”.

“Quando arrivi al punto in cui hai bisogno di mezzo miliardo di dollari di capitale per costruire una fabbrica di missili, devi annunciarlo perché hai superato la fase di finanziamento del progetto”, ha detto. “Qui è dove Spax gioca davvero bene.”

Astra ha iniziato il processo di fusione a dicembre ed è diventata pubblica al Nasdaq la scorsa settimana.

In tutto, sono stati raccolti 3,9 miliardi di dollari attraverso nove accordi SPAC e le attività combinate sono state valutate 20 miliardi di dollari, secondo la signora Christensen di BryceTech.

Investitori, fondatori e analisti si aspettano che l’industria spaziale continui a espandersi rapidamente. Morgan Stanley stimato Questo spazio diventerà un’industria da 1 trilione di dollari entro il 2040, rispetto ai 350 miliardi di dollari del 2020.

La Christensen ha affermato che i contratti governativi sono aumentati, per entrambe le missioni di ricerca come la NASA Programma luna Artemide Per scopi militari e di difesa nazionale come forza spaziale, dovrebbe continuare a guidare lo sviluppo del settore. Altri vedono il viaggio spaziale commerciale come una “ferrovia” che dovrebbe catalizzare l’accesso di massa all’ultima frontiera.

“Tutti stanno aspettando di vedere se Elon può ritirarsi da Starship”, ha affermato Rick Tomlinson, co-fondatore di SpaceFund, una società di investimento. “E poi sarà tardi quando inizierà davvero a volare, quando le persone avranno l’attività e le cose che vogliono viaggiare insieme e il finanziamento, quindi ci sarà questo urto che accadrà tra tre anni”.

“Per noi è come la settimana prima di Internet”, ha detto.