agosto 11, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

I gruppi imprenditoriali chiedono a Biden di riavviare i colloqui commerciali con la Cina

WASHINGTON – Quasi trenta dei gruppi imprenditoriali più potenti del Paese – che rappresentano rivenditori, produttori di chip, agricoltori e altri – chiedono all’amministrazione Biden di riprendere i negoziati con la Cina e tagliare tariffe di importazione, dicendo che sono un peso per l’economia statunitense.

Le tariffe su elettronica, abbigliamento e altri beni cinesi, pagate dagli importatori statunitensi, sono state mantenute in vigore in parte per garantire che la Cina adempia ai propri obblighi ai sensi dell’accordo commerciale di Fase 1 del 2020 con gli Stati Uniti.

In una lettera inviata giovedì al rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Catherine Taye e al segretario al Tesoro Janet Yellen, i gruppi imprenditoriali hanno sottolineato che Pechino ha soddisfatto «importanti criteri e obblighi» nell’accordo, compresa l’apertura dei mercati alle istituzioni finanziarie statunitensi e la riduzione di alcune barriere normative alle esportazioni agricole statunitensi. in Cina.

«Un’agenda commerciale incentrata sul lavoro dovrebbe tenere conto dei costi che le tariffe statunitensi e cinesi impongono agli americani qui e in patria e rimuovere le tariffe che sono dannose per gli interessi degli Stati Uniti», ha affermato la lettera, riferendosi alla politica dell’amministrazione per rendere gli interessi dei lavoratori una priorità.

I portavoce dell’Ufficio del Rappresentante per il Commercio e del Tesoro degli Stati Uniti non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

READ  La nuova piattaforma di social media di Trump potrebbe dover affrontare problemi legali dopo le accuse di furto di codice