diciembre 8, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

I futures su azioni puntano più in alto per iniziare una settimana accorciata durante le vacanze

I futures su azioni si sono diretti verso un’apertura al rialzo lunedì all’inizio di una settimana festiva più corta.

I contratti sul Dow hanno aggiunto quasi 100 punti, o lo 0,3%, con circa due ore rimanenti fino alla campana di apertura. Offre anche l’S&P 500 e il Nasdaq. Gli investitori stanno iniziando la settimana con una nota forte, poiché il mercato azionario e obbligazionario sta per concludersi Tutto il giovedì e l’inizio di venerdì Durante la festa del Ringraziamento.

L’ottimismo sull’attività di new deal in diversi settori ha contribuito a spingere le azioni al rialzo nel trading pre-mercato. Marche di costellazioni (STZ), produttore di birra Corona, sta esplorando un accordo per fondersi con la sovvenzionata Coca-Cola (KO) Monster Energy Drink Company secondo Report Bloomberg di lunedì. e La società di private equity KKR & Co. Un’offerta di circa $ 12 miliardi Portare Telecom Italia nel settore privato, che ha portato a un forte aumento delle azioni del colosso italiano delle telecomunicazioni.

Anche gli investitori hanno scosso Stress della fine della scorsa settimana, quando l’aumento dei casi di COVID-19 a livello globale ha sollevato nuove preoccupazioni sulla diffusione del virus. austriaco Il governo ha implementato un quarto blocco nazionale Dall’inizio dell’epidemia, a partire da lunedì e della durata di almeno 10 giorni, per cercare di fermare il salto del contagio. La Germania ha preso in considerazione una mossa simile. L’ultima tornata di ordini di permanenza sul posto ha sollevato la preoccupazione degli investitori che un calo della mobilità dei consumatori potrebbe alla fine portare a una rinnovata pressione sull’attività economica sia a livello nazionale che all’estero.

READ  Come un truffatore pakistano ha "rubato" 100 milioni di dollari a Bill Gates

«Negli Stati Uniti, i casi di Covid sono diminuiti, ma rimangono al di sopra dei minimi estivi e sono aumentati di recente», ha scritto in una nota Rubella Farooqi, capo economista per l’economia ad alta frequenza. «Non ci aspettiamo blocchi negli Stati Uniti. L’esperienza con la variante delta suggerisce che i blocchi obbligatori non sono necessari per sopprimere l’attività. Attenzione ai rischi per la salute derivanti da un numero maggiore di casi, le persone potrebbero evitare volontariamente un’attività di contatto più elevata».

Altrove, questa settimana, gli operatori stanno osservando da vicino la selezione del presidente Joe Biden come nuovo presidente della Fed. La nomina dovrebbe andare a qualcuno di quelli attuali Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell o l’attuale governatore della Federal Reserve Lyle BrainardLa decisione può essere annunciata in qualsiasi momento questa settimana o successivamente.

Il nuovo leader avrà il compito di aiutare la banca centrale a controllare nei prossimi mesi se la ripresa economica è progredita abbastanza da giustificare un taglio più profondo del sostegno alla politica monetaria.

«La domanda più importante in questo momento è fino a che punto la Fed alla fine aumenterà i tassi di interesse», John McClain, gestore di portafoglio di Brandywine Global High Yield e strategie di credito aziendale, Yahoo Finance Live venerdì. «In questo momento, le proiezioni sono per un aumento da due e mezzo a tre nel 2022, che alla fine potrebbe raggiungere circa 175 punti base sui fondi della Fed».

«Il mercato e i media sono concentrati su un taglio più rapido della Fed e su un’escursione prima di giugno del prossimo anno», ha aggiunto. «La cosa più importante è che stiamo assistendo all’aumento dell’inflazione e delle cose che contano per il consumatore, dei prezzi alle pompe, del cibo e dell’affitto. L’elenco potrebbe continuare all’infinito».

READ  Un calo del petrolio dopo i profondi tagli dei prezzi in Arabia Saudita ha sollevato preoccupazioni sulla domanda

Questa settimana sono previsti ulteriori dati sull’inflazione, che forniranno ulteriori dati che indicheranno se la Federal Reserve potrebbe dover intervenire prima piuttosto che dopo per frenare i tassi costantemente elevati. L’indice Core Personal Consumption Expenditure Expenditure (PCE) di mercoledì, che funge da indicatore di inflazione preferito dalla Fed, dovrebbe mostrare il 4,1% rispetto a un anno fa, sulla base dei dati di consenso di Bloomberg. Questo sarebbe il più grande salto annuale in quasi tre decenni.

8:48 ET: il National Activity Index della Chicago Fed è rimbalzato a un livello più alto del previsto a ottobre

Quello Indice di monitoraggio dell’attività economica della Fed di Chicago La regione è aumentata più del previsto a ottobre, con un aumento della produzione nel Midwest che ha contribuito a migliorare i risultati.

Il National Activity Index della Chicago Fed è salito a 0,76 a ottobre da settembre, battendo le stime di 0,10, secondo i dati compilati da Bloomberg. A settembre l’indice si è attestato a -0,18. Le letture nella regione positiva indicano una crescita superiore alla media.

Gli indicatori relativi alla produzione hanno contribuito positivamente all’indice generale dopo averlo sottratto dal dato principale di settembre. La produzione industriale è aumentata dell’1,6% in ottobre dopo il calo dell’1,3% nel mese precedente. Anche gli indicatori legati all’occupazione hanno accelerato, contribuendo per 0,24 punti all’indice dopo un contributo di 0,16 punti a settembre.

07:52 ET lunedì: Futures su azioni anticipate

Ecco dove si scambiano i mercati lunedì mattina:

  • Contratti future S&P 500ES = F.): +13,75 punti (+0,29%) a 4.708,25

  • Contratti futures DowYM = F.): +88 punti (+0,25%) a 35637,00

  • Contratti future NasdaqQN = F.): +64,75 punti (+0,39%) a 16.639,75

  • crudo (CL = F.):- $ 0,13 (-0,17%) a $ 75,81 al barile

  • Andato (GC = F.): – $ 8,90 (-0,48%) a $ 1842,70 per oncia

  • Tesoreria per 10 anni (^ degenerazione): +4,5 punti base per produrre 1,581%

READ  Un giornalista dice BlackRock, altre società di investimento stanno "uccidendo il sogno" della proprietà della casa

Un trader lavora al trading floor della Borsa di New York a New York, negli Stati Uniti, il 20 settembre 2021. Le azioni statunitensi sono scese lunedì mentre la pressione di vendita si intensificava a Wall Street. Il Dow Jones Industrial Average è sceso di 614,41 punti, o 1,78 percento, per chiudere a 33970,47 punti, dopo aver perso più di 970 punti al livello più basso della sessione. L’indice Standard & Poor’s 500 è sceso di 75,26 punti, o dell’1,70 percento, a 4.357,73 punti. L’indice Nasdaq Composite è sceso di 330,06 punti, o 2,19 percento, a 14.713,90 punti. (Foto Xinhua via Getty Images)

Emily McCormick è una giornalista di Yahoo Finance. Seguila su Twitter