junio 29, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

I decessi per COVID-19 negli Stati Uniti raggiungono il livello più alto in un anno con il declino dei casi di omicron

Il personale della casa funeraria e il personale dell’obitorio dell’ospedale universitario di Bucarest, tutti indossando dispositivi di protezione individuale, preparano una vittima COVID-19 per il trasporto in un cimitero, a Bucarest, Romania, 29 ottobre 2021.

dire immagini | Reuters

ChristianaCare Health System a Wilmington, Delaware, ha implementato per la prima volta nella sua storia di 130 anni gli «standard di cura della crisi» il mese scorso, quando una nuova ondata di infezioni da Covid-19 ha spazzato gli Stati Uniti nordorientali

Ciò offre ai tre ospedali dell’organizzazione, con oltre 1.200 posti letto, la flessibilità di curare più di un paziente in stanze private e di riprogrammare le procedure critiche per contrastare l’assalto dei casi di Covid.

«Non c’è niente di lieve in quello che sta succedendo nel nostro ospedale e nelle nostre unità di terapia intensiva, soprattutto se non sei vaccinato o non sei supportato», ha affermato il dottor Ken Silverstein, direttore medico di ChristianaCare. Silverstein alludeva ai rapporti secondo cui la variante Omicron altamente contagiosa produce infezioni più lievi rispetto ai ceppi precedenti.

La carenza di anticorpi monoclonali, che erano la cura standard per i pazienti Covid prima che si dimostrasse di scarsa utilità contro Omicron, ha costretto Christiana Kerr a prendere «decisioni cliniche per dare la priorità a chi è più qualificato», ha affermato Silverstein. “Non è chi è qualificato, chi è più qualificato”.

Sale il bilancio delle vittime del Covid

Il numero di decessi giornalieri di Covid è salito a oltre 2.400 nei sette giorni precedenti a partire da lunedì, un aumento del 39% nelle ultime due settimane e il livello più alto in quasi un anno, secondo i dati compilati dalla Johns Hopkins University.

Le morti per Covid potrebbero aumentare ulteriormente perché gli stati con tassi di vaccinazione più bassi sono stati successivamente colpiti dagli omicron e non hanno ancora affrontato l’intero onere della variabile, ha affermato Jennifer Nuzzo, capo dell’epidemiologia presso il Johns Hopkins Covid Resource Center. Ha detto che è una tragedia che le persone muoiano ancora quando sono disponibili vaccini che proteggono da malattie gravi.

«Ogni volta che ci sono morti dopo lo sviluppo di un vaccino – che elimina in gran parte la possibilità di morte – è una tragedia», ha detto Nozzo. «Non c’è modo di aggirare questo che questo è un cattivo sviluppo dell’epidemia».

Vaccini

I vaccini non erano ampiamente disponibili l’ultima volta che i decessi per Covid sono stati così alti in America. Gli scatti di Pfizer e Moderna non hanno ottenuto l’approvazione di emergenza fino a dicembre 2020, seguiti dagli scatti di Johnson & Johnson circa tre mesi dopo. Solo 28 milioni di colpi Covid dati A questo punto l’anno scorso, 4,7 milioni di persone avevano ricevuto una seconda dose. A partire da lunedì, quasi 250 milioni di americani avevano ricevuto almeno un’iniezione e più di 88 milioni avevano ricevuto dosi iniziali e di richiamo.

Con i tassi di infezione in aumento di recente, i vaccini hanno almeno impedito che malattie gravi e decessi aumentassero allo stesso ritmo; Tuttavia, con un quarto degli americani che non ha avuto una sola iniezione, molti sono ancora suscettibili.

I decessi per Covid segnalati generalmente sono in ritardo rispetto all’aumento dei casi. È probabile che gli stati che non hanno ancora raggiunto il picco delle infezioni entro le prossime due settimane, con un picco di decessi circa due settimane dopo, ha affermato il dottor Scott Braithwaite, professore di salute e medicina della popolazione presso la NYU Langone Health.

omicron più mite

Il dottor Sherif Al-Nahal, amministratore delegato dell’University Hospital Newark, nel New Jersey, ha affermato che non era ancora chiaro se la sua struttura avesse completamente superato il baratro delle morti legate al Covid in questa ondata. Dopo un aumento dei decessi nelle ultime due settimane, l’ospedale ha registrato un plateau nel numero di pazienti in terapia intensiva e decessi.

L’apicoltore ha detto che quasi la metà dei pazienti che arrivano con Covid finisce per aver bisogno di cure intensive in questa ondata rispetto ai massimi precedenti. «È così trasmissibile che il numero assoluto di persone che necessitano di ventilatori sembrava simile alle onde precedenti», ha detto.

Alcune parti del Paese stanno vedendo segnali incoraggianti e i casi e i ricoveri stanno diminuendo in tutto il Paese. I dati di Hopkins mostrano che i casi negli Stati Uniti sono balzati a un livello di pandemia di quasi 1 milione di nuove infezioni al giorno a metà gennaio. Il paese sta ora segnalando una media su sette giorni di circa 450.000 nuovi casi al giorno, in calo del 36% nelle ultime due settimane.

Il ricovero cade

Anche il numero di 140.000 pazienti attualmente negli ospedali statunitensi con Covid è in calo rispetto all’ultimo picco di 159.400 pazienti del 20 gennaio, secondo la media di sette giorni dei dati del Dipartimento della salute e dei servizi umani.

Questa mitigazione è più evidente nel Nordest, dove i casi erano già in aumento quando la variante Omicron si è diffusa prima che in altre parti del Paese. I casi e i ricoveri stanno diminuendo più drasticamente in quell’area rispetto ad altre, ma ora sta risentendo degli effetti dell’infezione prima negli omicron, con decessi giornalieri aggiustati per la popolazione più alti che altrove.

Il numero dei pazienti di ChristianaCare è diminuito del 33% nelle ultime settimane, ma i suoi ospedali sono rimasti Funziona al 99% della capacità alla fine della scorsa settimana. Ciò include i pazienti che sono venuti in ospedale con Covid così come quelli che sono stati ricoverati per qualcos’altro e poi sono risultati positivi. Silverstein ha affermato che tutti i pazienti che risultano positivi al Covid, indipendentemente dal motivo del ricovero, hanno bisogno di cure e risorse extra per isolarli dagli altri pazienti e dal personale, il che è gravoso per il sistema.

«Ci sono molti pazienti, con il Covid e a causa del Covid», ha detto.

tasso di mortalità

I tassi di mortalità, la percentuale di persone con Covid che alla fine soccombono al virus, sono inferiori nel nord-est durante questa ondata rispetto agli aumenti precedenti. Ma i medici affermano che altre parti del paese con tassi di vaccinazione più bassi potrebbero non essere così fortunati.

«Se si guarda al periodo delta e allo scorso inverno, con l’aumento dei casi, il numero di ricoveri e decessi è aumentato in uno schema simile», ha detto ai giornalisti la scorsa settimana la dott.ssa Rochelle Wallinsky, direttrice dei Centers for Disease Control and Prevention. «Sorprendentemente, quando confrontiamo il mese scorso quando l’omicron era la variante dominante, vediamo una chiara separazione tra casi, ricoveri e decessi». Ha attribuito i tassi di mortalità più bassi ai vaccini, che hanno dimostrato di fornire una buona protezione contro la morte per Covid.

Attualmente, i casi sono cinque volte più alti di quanto non fossero durante l’ondata del Delta, ha detto Walinsky, ma i ricoveri e i decessi non sono aumentati allo stesso ritmo. Nozo ha affermato che l’attuale ondata di infezioni, ricoveri e decessi sarebbe stata molto peggiore senza i vaccini.

immunità

«Parte del motivo per cui omicron sembra essere più benigno è che trova comunità che hanno già accumulato una discreta quantità di immunità da precedenti infezioni o vaccinazioni», ha detto Nuzzo.

«Non molti casi sono diventati fatali e/o molto pericolosi a causa degli alti tassi di vaccinazione», ha detto Berry. «Ma nel resto del Paese potrebbe non essere così».

Ciò è dovuto ai tassi di vaccinazione più bassi e alle cure ospedaliere meno solide in altre parti del paese, ha affermato, il che potrebbe anche significare un picco nei decessi totali in quelle aree oltre a quelli che si sono verificati lo scorso inverno.

non vaccinato

READ  La NASA detectó un récord, un enorme cometa que se dirigía hacia la Tierra