enero 18, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Guarda le incredibili scoperte portate alla luce in un nuovo sito fossile in un’antica foresta pluviale

Questo fossile simile a un ragno è uno dei tanti reperti straordinari dal sito fossile di McGrath Flat in Australia.

Michele Patatine

Un segreto è stato finalmente svelato. Un team di scienziati ha trascorso tre anni in silenzio a scavare uno straordinario sito fossile nel New South Wales, in Australia. Il sito, chiamato McGraths Flat, presenta interessanti fossili di piante, insetti e animali datati tra 11 milioni e 16 milioni di anni fa durante l’epoca del Miocene.

Una delle scoperte più importanti è il ragno fossile. Secondo una dichiarazione rilasciata lunedì dall’Australian Museum, il team ha scoperto 13 ragni – «spesso perfettamente conservati» – a McGraths Flat. Fino a pochi anni fa, in tutta l’Australia sono stati trovati solo quattro fossili di ragno.

Il sito era un tempo un’antica foresta pluviale e i ricercatori hanno trovato fossili di vespe, cicale, formiche, termiti e persino ninfe di libellule. Non è solo un rettile strisciante rappresentato lì, ma anche foglie di piante, fiori, pesci e una singola piuma. Molte specie sembrano nuove per la scienza. Campioni straordinariamente dettagliati hanno rivelato il contenuto di stomaci di pesce e microfossili di polline sui corpi degli insetti.

Questo fossile dal sito di McGraths Flat in Australia mostra una piuma con dettagli sorprendenti.

Michele Patatine

Pubblicata la squadra A Un articolo sulle sue scoperte è sulla rivista Science Advances la scorsa settimana. «Finora è stato difficile dire che aspetto avessero questi antichi ecosistemi, ma il livello di conservazione in questo nuovo sito fossile significa che anche organismi piccoli e fragili come gli insetti sono stati trasformati in fossili ben conservati», L’autore principale Matthew McCurry ha detto:Paleontologo presso l’Australian Museum e l’Università del New South Wales.

Questi deliziosi fiori pietrificati sono stati trovati nel sito di McGraths Flat in Australia e datati al Miocene.

Michele Patatine

I fossili dipingono un’immagine di un ecosistema in cambiamento quando le foreste pluviali stavano scomparendo e possono indicare cosa ci aspetta in alcune parti dell’Australia. Il coautore dello studio David Cantrell dei Royal Botanic Gardens di Victoria ha affermato: «I fossili piatti di McGraths ci danno una finestra sulla vegetazione e sugli ecosistemi di un mondo più caldo, quello che probabilmente vedremo in futuro».

READ  L'asteroide Nereus da 5 miliardi di dollari volerà domani