septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea cercano un accordo globale per tagliare i documenti sul metano, che causa il riscaldamento globale

BRUXELLES/WASHINGTON (Reuters) – Gli Stati Uniti e l’Unione Europea si sono accordati per ridurre le emissioni di gas serra metano di circa un terzo entro la fine di questo decennio e ottenere l’adesione di altre importanti economie. Secondo i documenti visionati da Reuters.

Il loro accordo arriva mentre Washington e Bruxelles cercano di stimolare altre importanti economie in vista di un vertice globale per affrontare il cambiamento climatico a Glasgow, in Scozia, a novembre, e potrebbe avere un forte impatto sulle industrie dell’energia, dell’agricoltura e dei rifiuti responsabili della maggior parte del metano . emissioni.

Il metano, la principale causa del cambiamento climatico dopo l’anidride carbonica, deve affrontare un esame più approfondito mentre i governi cercano soluzioni per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi, un obiettivo dell’accordo sul clima di Parigi.

Nel tentativo di avviare l’azione, gli Stati Uniti e l’Unione europea alla fine di questa settimana presenteranno un impegno congiunto a ridurre le emissioni di metano causate dall’uomo di almeno il 30% entro il 2030, rispetto ai livelli del 2020, secondo il Global Methane Brutta copia. Un impegno visto da Reuters.

“La breve durata del metano nell’atmosfera significa che agire ora può ridurre rapidamente il tasso di riscaldamento globale”, afferma la bozza.

Un documento separato elencava più di due dozzine di paesi che gli Stati Uniti e l’Unione Europea avrebbero preso di mira per aderire all’impegno. Tra questi paesi ci sono i principali emettitori come Cina, Russia, India, Brasile e Arabia Saudita, oltre ad altri come Norvegia, Qatar, Gran Bretagna, Nuova Zelanda e Sud Africa.

Il Dipartimento di Stato americano e la Commissione europea hanno rifiutato di commentare.

READ  Cold Time: la televisione argentina annuncia la morte di Shakespeare dopo lo sciopero del Covid | Argentina

“L’impegno sarà un segnale molto incoraggiante che il mondo è finalmente consapevole dell’urgente necessità di ridurre l’inquinamento da metano”, ha affermato Sarah Smith, direttrice del programma Super Inquinanti presso la Clean Air Task Force senza scopo di lucro.

la pressione

È probabile che l’accordo venga svelato venerdì in una riunione delle principali economie emittenti volta a raccogliere sostegno in vista del vertice COP26 di Glasgow.

I leader mondiali sono sotto pressione da parte di scienziati, ambientalisti e un crescente sentimento popolare per impegnarsi in un’azione più ambiziosa per frenare il cambiamento climatico a Glasgow.

Il metano ha una maggiore capacità di intrappolare il calore rispetto all’anidride carbonica ma si degrada nell’atmosfera più velocemente, quindi “riduzioni forti, rapide e sostenibili” delle emissioni di metano e riduzioni delle emissioni di anidride carbonica potrebbero avere un rapido impatto sul clima, un fatto confermato da un rapporto del Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici il mese scorso.

Gli esperti affermano che il settore dei combustibili fossili ha il maggior potenziale per ridurre le emissioni di metano in questo decennio riparando tubazioni che perdono o impianti di stoccaggio del gas e molte di queste riparazioni possono essere eseguite a basso costo.

Tuttavia, le immagini satellitari e le istantanee a infrarossi negli ultimi anni hanno rivelato emissioni di metano da siti petroliferi e di gas in paesi tra cui ioe Messico e il Stati Uniti d’America. Per saperne di più

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea proporranno quest’anno delle leggi per limitare le emissioni di metano.

La bozza afferma che l’impegno USA-UE coprirà le principali fonti di emissioni di metano, comprese le infrastrutture che perdono petrolio e gas, le vecchie miniere di carbone, l’agricoltura e i rifiuti come le discariche.

READ  Gli ambientalisti dicono che i laghi argentini stanno diventando rosa, ma le prospettive non sono così rosee

I paesi che aderiscono all’impegno si impegnano a intraprendere azioni nazionali per raggiungere collettivamente l’obiettivo di riduzione del CH4, “concentrandosi sugli standard per ottenere tutte le possibili riduzioni nei settori dell’energia e dei rifiuti” e riducendo le emissioni agricole attraverso “l’innovazione tecnologica nonché incentivi e partnership con gli agricoltori .”

(Segnalazione di Valerie Volcovici) Montaggio di Christopher Cushing, Leslie Adler e Sonia Hepstel

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.