diciembre 6, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Futinho multato di 3 milioni di dollari dal DPA Glovo, ordina modifiche alla gestione algoritmica di Raiders – TechCrunch

La gestione algoritmica dei lavoratori di Kik ha messo in difficoltà la catena di fornitura Futinho di proprietà di Glovu in Italia, dove l’autorità per la protezione dei dati del Paese l’ha sanzionata per 2,6 milioni di dollari (M 3M). Ieri L’indagine ha trovato una lunga lista di problemi.

Alla società di consegna è stato ordinato di apportare una serie di modifiche al modo in cui opera sul mercato, all’ordine rilevato sono stati concessi due mesi per rettificare le violazioni più gravi e le procedure sono in vigore per un mese (tre mesi in totale) per garantire il rispetto della legge sulla privacy, del diritto del lavoro italiano e della più recente normativa a tutela dei lavoratori in scena.

Il rischio di discriminazione derivante da un sistema di valutazione dei motociclisti gestito da Futinho è un problema del Data Monitoring Group, che durante l’indagine di Carant contava circa 19.000 motociclisti che operavano sulla sua piattaforma in Italia.

La lunga causa intentata da Riders Kick a Fudora, un altro marchio di distribuzione alimentare qui, potrebbe essere rilevante qui, culminata nella sentenza della Corte Suprema del paese. L’anno scorso I corridori confermati dovrebbero essere trattati come lavoratori autorizzati, indipendentemente dal fatto che siano lavoratori dipendenti o autonomi, per migliorare la difesa contro le applicazioni di distribuzione che utilizzano algoritmi per il lavoro dei lavoratori della piattaforma di microgestione trasparente.

Nel Ordine di divieto contro Futinho, il DPA italiano rileva numerose violazioni della legge sulla privacy dell’UE: le politiche GDPR includono trasparenza, dichiarazione, legittimità dell’implementazione, sicurezza, privacy by design e altro ancora [an English extract of the injunction has now been published here] – nonché il rischio di discriminazione nei confronti dei calciatori in base a come funzionano le procedure di prenotazione e lavoro di Futinho, oltre a segnalare preoccupazioni su come il sistema utilizza valutazioni e metodi affidabili come ulteriori leve di controllo del lavoro.

La sezione 22 del Regolamento UE sulla protezione dei dati pubblici (GDPR) fornisce protezioni contro il processo decisionale automatizzato per le persone, compreso il diritto di ottenere informazioni su una determinata decisione, compreso un profilo i cui risultati hanno un effetto sostanziale legittimo o simile (e l’accesso a un lavoro retribuito ) Dateglielo e opponetevi e/o chiedete una revisione umana.

READ  Explosive Italy e UniCredit MPS chiudono trattative sulle fonti di vendita

Ma secondo la valutazione di Carrant, Futinho non sembrava aver concesso ai corridori tali diritti.

UN Comunicato stampa In merito all’ordinanza restrittiva (abbiamo tradotto dall’italiano con traduzione di Google), il Comitato di Sorveglianza scrive:

«La Commissione ha riscontrato una serie di gravi illeciti da parte delle autorità, soprattutto per quanto riguarda i metodi utilizzati dalla gestione dei lavoratori. Non garantisce le procedure, compreso l’uso di metodi discutibili per competere contro le decisioni accettate e l’esclusione di una quota dei corridori dal lavoro.

“Pertanto, l’azienda ha chiesto una garanzia per identificare le misure per proteggere i diritti e le libertà dei motociclisti di fronte alle decisioni automatizzate, compresi i profili.

Il watchdog ha anche affermato di aver chiesto a Futinho di verificare «l’accuratezza e la pertinenza» dei dati di alimentazione al sistema di gestione algoritmica – elencando una varietà di segnali (come chat, e-mail e telefonate tra ciclisti e assistenza clienti; ; Gestione dell’ordine in corso e già fatto; feedback di clienti e partner; dispositivi con livello di batteria residuo, ecc.).

«Questo anche per ridurre il rischio di errori e malfunzionamenti, ad esempio, che potrebbero portare a un limite di consegne assegnate a ciascun pilota o all’esclusione dalla piattaforma. Questi rischi derivano anche dal sistema di valutazione», aggiunge: » La società deve essere identificata».

La società madre di Fudinho, Glovo, nominata proprietaria del sito nel mandato, è stata contattata per commentare il divieto.

Un portavoce dell’azienda ci ha detto che stavano discutendo una risposta, quindi la aggiorneremo se riceviamo questo rapporto.

Glovo ha riacquistato l’azienda italiana di consegna di cibo Futinho nel 2016, facendo il suo primo tentativo di espansione internazionale. L’azienda con sede a Barcellona ha cercato di stabilire un’attività in Medio Oriente e Latham, prima di ritirarsi per concentrarsi principalmente sull’Europa meridionale e orientale. (Nel 2018 Glovo ha anche acquisito il marchio Futora in Italia, di proprietà del rivale tedesco Delivery Hero.)

The Current afferma di aver collaborato con AEDP, il Privacy Monitoring Group spagnolo, il principale supervisore della protezione dei dati di Glovo ai sensi del GDPR, per indagare su Futinho e sulla tecnologia della piattaforma fornita da Glovo.

READ  L'Italia vuole processare quattro agenti egiziani per uccidere uno studente italiano

Nel suo comunicato stampa, Glovo afferma di essere soggetta a «una procedura indipendente» svolta dall’AEPD, che assiste.

L’organismo di vigilanza spagnolo ha confermato a TechCrunch che la joint venture tra AEPD e Garante aveva portato a una risoluzione contro Flovinho, società di proprietà di Glovo.

L’AEPD ha affermato di aver svolto il proprio procedimento contro Glovo – a Autorizzazione 2019 Relativo alla mancata nomina di un responsabile della protezione dei dati richiesto per il PIL. Glovo è stato successivamente multato di € 25.000 per non aver monitorato questo.

Tuttavia, non è chiaro il motivo per cui l’AEDP non si sia tuffato in profondità nel consenso di Glov con il 22° PIL. (Ne abbiamo sentito parlare di più e aggiorneremo se avremo una risposta.)

Ci ha fatto notare Guida pubblicata di recente Per quanto riguarda la sicurezza dei dati e le relazioni sindacali, ha collaborato con il Ministero del Lavoro spagnolo e le organizzazioni datoriali e sindacali per includere informazioni sulla proprietà di una forza lavoro, che devono essere segnalate da un organismo di parametro. Basato su algoritmi o sistemi di intelligenza artificiale – che interessano «l’ampliamento dei profili, delle condizioni, dell’accesso e del mantenimento dell’occupazione».

All’inizio di quest’anno, il governo spagnolo ha accettato una riforma del lavoro per ampliare le protezioni disponibili per i lavoratori della piattaforma riconoscendo i corrieri della piattaforma come dipendenti.

Gli emendamenti alla legge spagnola sul diritto dei lavoratori sono stati approvati con un decreto reale a maggio, ma non hanno iniziato ad applicarsi fino alla metà del mese successivo. Nazione.

Significativamente, i rappresentanti legali dei lavoratori nella riforma dovrebbero segnalare eventuali algoritmi o criteri utilizzati per gestire i sistemi di intelligenza artificiale e potrebbero influire sulle condizioni di lavoro, come quelli che influiscono sull’accesso all’occupazione o sui sistemi di valutazione che monitorano le prestazioni o profilano i lavoratori. L’ulteriore accordo sulla trasparenza dell’algoritmo in entrata è un fattore nella guida dell’AEPD.

Quindi il Comitato di Sorveglianza potrebbe gentilmente fornire ai siti interessati come Glovo per alcuni mesi per consentire loro di adeguare i loro sistemi alle nuove regole.

Il diritto del lavoro spagnolo è ovviamente diverso dal diritto italiano, quindi mentre la piattaforma può sembrare un percorso simile sulla questione dell’espansione dei diritti dei lavoratori, permangono differenze nell’uso relative ai componenti delle utenze di distribuzione.

READ  L'Italia discute il super green pass per salvare il Natale

A gennaio, ad esempio, un tribunale italiano ha stabilito che l’algoritmo di classificazione della reputazione utilizzato da un’altra applicazione di consegna su richiesta, Delivery, discriminava i ciclisti perché non riusciva a distinguere i motivi legalmente protetti per trattenere il lavoro (ad esempio, a causa di un ciclista; utilizza il loro diritto di sciopero tutelato) e altri motivi per cui non sono così produttivi come lo sono.

In quel caso, Delivero ha affermato che la sentenza si riferiva a uno storico sistema di prenotazione che non sarebbe più stato utilizzato in Italia o in qualsiasi altro mercato.

Più di recente a Bologna ha trovato un contratto collettivo firmato da Aso Delivery, un sindacato che rappresenta diversi siti di distribuzione (tra cui Delivery e Glovo), e UGL Trade, un sindacato di minoranza con affiliazioni di destra. Il sindacato deve essere illegale.

La consegna ci ha detto che aveva intenzione di impugnare il verdetto.

L’accordo è stato controverso perché mira a minare la sfavorevole normativa italiana a tutela dei lavoratori e l’ente di categoria firmatario non è sufficientemente rappresentativo nel settore.

Zoom in, i legislatori dell’UE stanno anche esaminando la questione dei diritti dei lavoratori sulla piattaforma: Kig ha iniziato una consultazione a febbraio su come migliorare le condizioni di lavoro per i lavoratori e probabilmente proporrà una legislazione a Bruxelles entro la fine dell’anno.

Tuttavia, i giganti della piattaforma vedono questa formazione come un’opportunità di controllo, spingendo per la riduzione degli standard occupazionali per i lavoratori a distanza in tutta l’UE. Questa strategia mira a violare o almeno a cercare di ridurre le regole che arrivano a livello nazionale, come la riforma del lavoro in Spagna.