junio 25, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Fitch afferma che la cinese Evergrande è inadempiente sui suoi debiti

HONG KONG – Per settimane, i mercati globali hanno osservato China Evergrande, un colosso immobiliare che vacillava con 300 miliardi di dollari o più in impegni, sembrava a malapena in grado di effettuare i pagamenti richiesti agli investitori globali.

Giovedì, tre giorni dopo la scadenza del termine, che ha lasciato gli obbligazionisti con nient’altro che il silenzio della società, un’importante società di rating del credito ha annunciato che Evergrande era inadempiente. Ma invece di risolvere le domande sul destino del colosso cinese, l’annuncio le ha approfondite.

Nella sua dichiarazione, Fitch Ratings ha affermato di aver inserito lo sviluppatore immobiliare cinese nella categoria «inadempienza limitata». La designazione significa che Evergrande è ufficialmente inadempiente ma non è ancora entrata in alcun tipo di bancarotta, liquidazione o altro processo che possa interrompere le sue operazioni.

È la natura di quel passo successivo – bancarotta, svendita o affari come al solito – che rimane sconosciuta. Negli Stati Uniti e in molti altri luoghi, gli obbligazionisti possono spingere una società riluttante attraverso una qualche forma di riorganizzazione, di solito in tribunale, e dividere i pezzi.

Questo può ancora accadere. Ma Evergrande sta vacillando in Cina, dove il Partito Comunista mantiene una stretta presa sul collasso aziendale per evitare che vada fuori controllo. Con Evergrande il rischio è alto: uno scioglimento improvviso della società potrebbe danneggiare il sistema finanziario del Paese o, più probabilmente, i tanti proprietari di case in Cina che hanno già pagato i loro appartamenti Evergrande ancora da costruire.

Gli investitori in gran parte rassegnati della società stanno ora aspettando di vedere cosa farà Evergrande, su consiglio di una serie di tipi finanziari legati allo stato.

«Ci aspettavamo tutti che Evergrande non fosse in grado di tirare fuori un coniglio dal suo cappello», ha affermato Michael Lowy, CEO di SC Lowy, una società di investimento con una piccola posizione in obbligazioni Evergrande.

«Ora tocca a loro presentare una qualche forma di proposta di ristrutturazione», ha detto.

Evergrande non ha risposto a una richiesta di commento. Fitch ha affermato che la società non ha risposto alla propria richiesta di confermare se ha soddisfatto o meno un pagamento di 82 milioni di dollari agli obbligazionisti in scadenza lunedì, spingendo la società di rating ad agire giovedì.

READ  Incombe l'ordine esecutivo delle criptovalute statunitensi: 5 cose da tenere d'occhio in Bitcoin questa settimana

Giovedì, Fitch ha anche inserito Kaisa, un altro grande sviluppatore insolvente, nella categoria «insolvenza vincolata» dopo che la società non è riuscita a pagare 400 milioni di dollari agli obbligazionisti all’inizio di questa settimana.

Questi default stanno mettendo alla prova la lunga comprensione tra gli investitori stranieri che Pechino alla fine interverrà per salvare la sua più grande azienda.

Per anni, molti investitori hanno fornito fondi a società come Evergrande sulla base di questo presupposto. Ma di recente, le autorità hanno fatto Mostra più desiderio Per consentire alle aziende di fallire per tenere a freno la Cina insostenibile problema del debito.

Per sottolineare il punto, la banca centrale cinese ha incolpato «la cattiva gestione e l’espansione sconsiderata di Evergrande» per i suoi problemi e ha affermato che la crisi era confinata a Evergrande. Yi Gang, il governatore della banca centrale, ha indicato giovedì che Evergrande subirà una tipica riorganizzazione, osservando che un salvataggio non era sul tavolo.

«Il rischio Evergrande è un incidente di mercato che sarà adeguatamente trattato in conformità con i principi di marketing e lo stato di diritto, e i diritti e gli interessi dei creditori e degli investitori saranno protetti in conformità con la legge», ha affermato.

Evergrande aveva già detto che si sarebbe «coinvolto attivamente» con i suoi creditori stranieri per elaborare un piano di ristrutturazione. Ma è chiaro che Pechino giocherà un ruolo. all’inizio di questa settimana, Evergrande ha detto Funzionari di diverse istituzioni sostenute dallo stato hanno aderito a un comitato dei rischi che aiuterà l’azienda a ristrutturarsi.

Pechino è stata in testa sulla scia dei precedenti disastri aziendali. Tre anni fa, Pechino prendere il controllo Da Anbang Insurance Group dopo trattenere il suo capo, che è stato in seguito mandato in prigione fraudolentemente. All’inizio dello scorso anno, i funzionari del governo locale sono intervenuti per controllare HNA, un conglomerato di trasporti e logistica fortemente indebitato da costose acquisizioni all’estero. Sotto la loro supervisione, la società stava vacillando pagato alla direzione.

Gli investitori stranieri stanno sfidando da soli questa tendenza. Il Partito Comunista controlla i tribunali locali e ha una storia di lasciar andare gli investitori stranieri con poco o niente.

Gli investitori possono cercare attività all’estero, ma il processo può essere caotico.

«Evergrande è complesso e ha entità in aziende all’interno e all’esterno della Repubblica popolare cinese», ha affermato Daniel Anderson, partner dello studio legale di Hong Kong Ropes & Gray.

READ  Musk amenaza con abandonar el acuerdo de Twitter si no se proporcionan datos de cuentas falsas

«Non c’è un meccanismo legale pulito che possa essere implementato per ristrutturare il gruppo», ha detto. «E, di conseguenza, deve essere tra giurisdizioni, il che lo renderebbe molto complesso».

Per oltre un decennio, Evergrande è stato il più grande sviluppatore in Cina, conio Da un boom immobiliare su una scala che il mondo non ha mai visto prima. Con ogni successo, l’azienda si è espansa in nuovi settori, come l’acqua in bottiglia, gli sport professionali e le auto elettriche.

Ma ha preso in prestito molto per pagare i suoi conti a banche, imprenditori e investitori. A parte i 300 miliardi di dollari di debiti contabili di quest’anno, alcuni esperti stimano che le passività contabili potrebbero essere di altri 156 miliardi di dollari.

READ  Il milionario di criptovalute della generazione Z afferma che Ether potrebbe superare Bitcoin come criptovaluta n. 1 prima della metà del 2022 e potrebbe "rafforzare le sbarre" della finanza globale | Notizie sulla valuta | Notizie finanziarie e commerciali

I problemi finanziari sono in parte dovuti al tentativo di Pechino di calmare il mercato immobiliare cinese. Temendo che si estendesse al sistema finanziario più ampio, i regolatori hanno represso gli sviluppatori come Evergrande, costringendoli a rimborsare i debiti alle banche e ad altre istituzioni finanziarie.

Evergrande ha lottato per vendere il suo impero tentacolare. Impossibile vendere l’attività di auto elettriche Sebbene le conversazioni Con acquirenti interessati. Gli esperti hanno avvertito che gli acquirenti sono in attesa di vendere a un prezzo basso.

Ma un rallentamento del mercato immobiliare e un calo della domanda di nuovi appartamenti hanno peggiorato le cose.

Evergrande faceva spesso affidamento su un modello di appartamenti in vendita prima che fossero completamente costruiti. Ben 1,6 milioni di acquirenti di case stavano ancora aspettando di trasferirsi negli appartamenti di Evergrande a settembre quando la società ha radunato i suoi alti dirigenti e ha chiesto loro di firmare pubblicamente Quello che ha definito un «ordine militare» – un impegno per garantire il completamento di centinaia di progetti di sviluppo che sono già stati venduti.

Ma per mantenere questo impegno, Evergrande aveva bisogno di vendere nuove proprietà in anticipo per raccogliere abbastanza soldi per far andare avanti l’attività o per trovare altre fonti di denaro.

Significativamente, Evergrande per alcuni mesi è riuscita a continuare a pagare gli obbligazionisti. Ma pochi pensano che Evergrande durerà a lungo. Altri sviluppatori cinesi hanno iniziato a lottare mentre gli investitori si sono fatti prendere dal panico e hanno inviato i costi di prestito a nuovi livelli. Con un accesso limitato ai finanziamenti in mezzo a una diffusa repressione dei prestiti, quest’anno più di 11 società immobiliari sono inadempienti sulle loro obbligazioni.

Man mano che i suoi problemi peggiorano, Evergrande ha parlato sempre meno delle sue prospettive. Per vedere se aveva effettuato i suoi pagamenti, il mondo finanziario si è rivolto agli obbligazionisti per chiedere se avessero ricevuto denaro. All’interno della Cina, gli osservatori hanno soppresso ogni notizia negativa.

Ora gli investitori devono attendere qualsiasi informazione Evergrande e Pechino ritengano opportuno rivelare.

Il signor Lowy, di SC Lowy, ha dichiarato: «Il pensiero è che dobbiamo capire che cos’è veramente un bene, cos’è davvero una passività e in quale forma l’azienda può sopravvivere».