noviembre 30, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Euro 2020: Mancini e Vialli sono le menti del successo dell’Italia

Roberto Mancini e Gianluca Vialli, soprannominati i «Gemelli del bersaglio» ai tempi del gioco, stanno ancora collaborando per vincere le partite.

Questa volta come allenatore della nazionale italiana.

Quando gli italiani hanno battuto la Spagna nelle semifinali dell’Europeo, c’era Mancini coinvolto nell’abbraccio felice con Vialli a Wembley.

«Io e Gianluca ci conosciamo da molto tempo, quindi è naturale che il nostro rapporto sia diverso», ha detto Mancini, l’attuale allenatore della nazionale. «Non sto dicendo che siamo cresciuti insieme, ma è quasi così.

«Abbiamo trascorso un certo numero di anni insieme e abbiamo una relazione che va oltre l’amicizia. È come un vero fratello per me. «

La coppia ha anche attraversato alcuni alti e bassi nella stessa zona di Londra.

Erano compagni di squadra della Sampdoria quando persero contro il Barcellona nella finale di Coppa dei Campioni 1992 al vecchio Wembley. I due hanno giocato insieme per l’ultima volta dopo otto anni nel club italiano, che li ha portati a vincere il loro unico scudetto, quattro Coppe Italia e la Coppa delle Coppe.

Questo è stato seguito dai successi di Wembley per entrambi. Vialli ha vinto la FA Cup nel famoso stadio come allenatore del Chelsea nel 2000, e Mancini ha fatto lo stesso con il Manchester City nel 2011.

La coppia si è riunita nel 2019 quando Mancini ha nominato Vialli capo della delegazione della squadra italiana, poco prima che Vialli annunciasse pubblicamente di essersi ripreso da una seconda battaglia contro il cancro al pancreas.

Il costante senso di calma di Viale contrasta con la natura a volte vulcanica di Mancini, e il suo ruolo gli permette di lavorare con giocatori, allenatori e staff di supporto, condividendo le sue conoscenze ed esperienze.

READ  I Nets stanno cercando di acquisire Kevin Love dai Cavaliers, Isaiah Hartenstein

Qualunque cosa facciano, funziona.

L’Italia ha perso le qualificazioni ai Mondiali 2018, un fallimento clamoroso per una squadra che ha vinto il torneo quattro volte e che dovrebbe essere sempre una delle contendenti. Ma solo tre anni dopo, la combinazione Mancini-Viale ha portato l’Italia a battere la Spagna ai rigori per raggiungere la finale di Euro 2020.

Quando Mancini e Vialli sono scesi in campo estasiati martedì, la loro celebrazione sembrava essere più che una semplice vittoria della partita.