octubre 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Difficoltà per le vacanze: i prezzi degli alberi di Natale e delle decorazioni stanno aumentando

Alcuni grandi venditori di alberi artificiali affermano di aumentare i prezzi a due cifre e incolpano gli elevati costi di spedizione associati al traffico in corso. Caos della catena di approvvigionamento globale.

“Dovremo aumentare i prezzi. Per gli alberi, saranno in media circa il 20% più alti”, ha affermato Mac Harman, CEO di Balsam Hill. La società, con sede a Redwood City, California, realizza più di 200 milioni di dollari in vendite annuali dirette al consumatore di alberi di Natale artificiali e altre decorazioni negli Stati Uniti.

“Fino ad allora non coprirà i nostri costi perché quest’anno paghiamo fino al 300% in più per container di spedizione”, ha affermato Harmon.

Mesi e mesi di interruzioni delle spedizioni causate in parte dalla chiusura delle fabbriche all’estero a causa della pandemia, della congestione portuale e Container di spedizione e carenza di manodopera Ha causato ritardi nei prodotti che vanno dai laptop ai set di divani.

Ora, con la stagione delle feste che si avvicina alla fine dell’anno, anche i fornitori di decorazioni stagionali sono preoccupati di avere abbastanza prodotti a portata di mano per soddisfare la domanda.

La National Tree Company di Cranford, nel New Jersey, è un grande grossista di alberi artificiali e altre decorazioni natalizie come ornamenti, ghirlande e Babbo Natale gonfiabili a rivenditori come Walmart (WMT)e targeting (TGT) e Amazon (AMZN).

Chris Butler, CEO dell’azienda, anticipa che gli acquirenti saranno desiderosi di concedersi le decorazioni per la celebrazione, soprattutto dopo un altro anno impegnativo nella pandemia.

“Da una prospettiva macro, prevediamo che la domanda per i nostri prodotti aumenterà del 25% rispetto allo scorso anno”, ha affermato Butler. “Prevediamo di vendere da circa 1,5 a 2 milioni di alberi artificiali quest’anno”.

Ma è preoccupato che se la domanda è troppo forte, potrebbe non esserci abbastanza stock per soddisfarla a causa dei ritardi di spedizione. La maggior parte dei prodotti dell’azienda sono realizzati in Cina.

READ  I siti Web di molte importanti aziende stanno affrontando interruzioni in tutto il mondo | Notizie | DW

“Pensiamo di essere il 10 percento in meno di quanto siamo normalmente ogni anno con il nostro stock di alberi, ghirlande e ghirlande”, ha detto. Butler ha affermato che la National Tree Company sta aumentando i prezzi degli alberi all’ingrosso dal 20% al 25% a causa degli esorbitanti costi di spedizione. Ha aggiunto che i rivenditori, a loro volta, potrebbero trasferire parte di questo aumento di prezzo ai consumatori.

“Non avevamo prodotti da vendere”

L’American Christmas Tree Association stima la dimensione totale del mercato statunitense degli alberi di Natale artificiali tra 1 miliardo e 2 miliardi di dollari all’anno.

A Balsam Hill, i ritardi nella ricezione delle scorte hanno portato a battute d’arresto senza precedenti.

A metà agosto, l’azienda ha inviato un catalogo di prodotti autunnali. Oltre ai prodotti natalizi, l’azienda vende anche oggetti decorativi autunnali come ghirlande per la porta d’ingresso o il portico, che importa dalla Cina insieme alla maggior parte degli altri prodotti autunnali e alberi di Natale.

“Per la prima volta per noi, il catalogo è uscito e non avevamo prodotti da vendere”, ha detto Harman. “Le nostre spedizioni non sono arrivate in tempo. Stiamo ancora cercando di capire esattamente dove si trovano i prodotti. Sono ancora in mare o bloccati nei porti? Se continua così, possiamo chiudere l’attività”.

Alcune scorte sono arrivate. “Si tratta di circa 12 dei 50 prodotti elencati nel catalogo”, ha detto. “Le nostre vendite giornaliere sono diminuite in modo significativo perché non abbiamo articoli da vendere”.

Ha detto che spera di fare meglio con gli alberi di Natale “perché li abbiamo disponibili tutto l’anno”. Tuttavia, Harmon ha affermato che le scorte di alberi di balsamo sono diminuite del 22% rispetto al livello dell’anno scorso e l’inventario totale per l’arredamento stagionale delle vacanze è diminuito del 42% anno su anno.

READ  La Scozia prova a lavorare per quattro giorni alla settimana, ultimo paese che cerca di trasformarsi

“Ciò che ci preoccupa di più sono le decorazioni come orpelli, gonne d’albero e ghirlande”, ha detto. “Esportiamo questi prodotti da tutto il mondo. Anche se uno o due container sono in ritardo con questi articoli, potremmo non avere una classe completa di articoli”. Harmon ha affermato che le forniture per le decorazioni natalizie sono inferiori del 50% rispetto ai livelli dell’anno scorso.

Balsam Hill sta aumentando i prezzi per un albero di Natale artificiale del 20% quest'anno.

Treetime, un venditore diretto di alberi di Natale artificiali e ornamenti con sede a Lake Barrington, nell’Illinois, ha affermato di aver subito un aumento di oltre il 500% dei costi di spedizione quest’anno.

L’azienda progetta e produce il proprio marchio di alberi pre-illuminati e non illuminati che costano da $ 100 a oltre $ 1.000 a seconda dell’altezza e del design. Anche i suoi alberi sono prodotti in Cina.

“Stiamo sicuramente cercando di assorbire parte dell’enorme costo di spedizione in cui ci stiamo cacciando”, ha affermato Laurie Keane, co-proprietario di Treetime. Alcuni di loro colpiranno i portafogli dei consumatori, ha detto.

“Stiamo aumentando i nostri prezzi, ma stiamo cercando di mantenerli al di sotto del 20%”, ha detto.

Ken sta tenendo d’occhio le spedizioni delle vacanze, che avrebbero dovuto arrivare finora.

Per Ken, è importante che le azioni arrivino entro il Ringraziamento.

“L’idea sbagliata è che le persone inizino a decorare a dicembre, ma in realtà è entro la fine di novembre”, ha detto. “Dicembre è il momento giusto per comprare regali. Qualcuno vorrebbe i nostri prodotti se arrivassero più tardi? Questa è la sfida più grande per noi”.