agosto 3, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

David Roche spiega perché possedere titoli tecnologici cinesi è “troppo rischioso”

Applicazioni di e-commerce cinesi in vista del festival dello shopping di metà anno il 18 giugno. In senso orario da sinistra in alto: Taobao, Pinduoduo, Alibaba, Tmall di Alibaba, JD.com, Idle Fish di Alibaba.

Chan Long Hee | Bloomberg | Getty Images

Roche ha affermato che le tensioni con gli Stati Uniti e i suoi alleati significano che la Cina “avrà difficoltà a entrare in cose di fascia alta come i robot e la fascia alta, in particolare, dei semiconduttori”.

Allo stesso tempo, i regolatori cinesi hanno esame approfondito In alcune delle più grandi aziende tecnologiche del paese, incluso il gigante dell’e-commerce Alì Babà app per l’equitazione Didi. Roche ha affermato che la repressione aggiunge incertezza e rende le aziende, come quelle nel settore fintech, meno redditizie e meno attraenti per gli investitori.

caso di investimento per taiwan

Il veterano stratega ha affermato che mentre la Cina mira a essere autosufficiente nella tecnologia, in particolare nei semiconduttori, ci vorranno anni prima che il paese possa raggiungere i leader del settore come Taiwan.

Roche ha affermato che Taiwan produce il 70% di tutti i chip “veramente di alta qualità” del mondo, mentre la Cina rappresenta solo il 5% della quota globale. Questo è uno dei fattori a sostegno del caso di investimento di Taiwan per due o tre anni, ha aggiunto.

“La grande risorsa di Taiwan è… la sua capacità di ricerca e tecnologia per produrre chip di alta qualità”, ha affermato lo stratega.

“Essenzialmente, Taiwan è l’uovo d’oro della Cina. È anche l’uovo d’oro degli Stati Uniti perché rifornisce gli Stati Uniti, che hanno perso la leadership in questo dipartimento. E questo mette Taiwan in una posizione molto speciale”. Roche ha aggiunto.

Ma ha avvertito Taiwan è molto debole in termini geopolitici.

Il Partito Comunista Cinese al potere a Pechino non ha mai preso il controllo di Taiwan, ma sostiene che l’isola democratica autonoma è una provincia rinnegata che un giorno dovrà essere riunificata con la terraferma. Il Partito comunista cinese non esclude l’uso della forza per controllare Taiwan.

presidente cinese Xi Jinping La scorsa settimana ha promesso “riunificazione totale” con Taiwan in un discorso in occasione del 100° anniversario del Partito Comunista – che ha portato a Forte rimprovero da Taiwan.

Roche ha affermato che la mossa di Xi su Taiwan “è sicuramente sulle carte per i prossimi cinque anni, ma probabilmente non sarà sul tavolo nei prossimi due o tre anni”.

READ  La polizia dice che un uomo morso da un serpente domestico è fuggito mentre era in bagno