septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Dati sulle vendite al dettaglio, sulla disoccupazione e sulla produzione industriale

I residenti attraversano lo spray disinfettante mentre la loro comunità residenziale revoca il blocco per il controllo dell’epidemia il 14 agosto 2021, a Nanchino, nella provincia di Jiangsu, in Cina.

Ruan Chong | Gruppo ottico cinese | Getty Images

PECHINO – La Cina ha pubblicato i dati economici per luglio che hanno mostrato una crescita più lenta del previsto.

Le vendite al dettaglio sono aumentate dell’8,5% a luglio rispetto a un anno fa, meno dell’11,5% previsto, secondo gli analisti intervistati da Reuters. Le vendite legate all’auto, la principale componente delle vendite al dettaglio in termini di valore, sono state l’unica categoria a diminuire a luglio, in calo dell’1,8% anno su anno.

La produzione industriale è cresciuta del 6,4%, mancando anche le aspettative per un aumento del 7,8% su base annua a luglio, secondo un sondaggio Reuters.

Secondo Reuters, gli investimenti in immobilizzazioni per i primi sette mesi dell’anno sono aumentati del 10,3%, senza prevedere una crescita annua dell’11,3% nel periodo gennaio-luglio.

Il National Bureau of Statistics ha osservato “l’impatto di molteplici fattori, tra cui le crescenti incertezze esterne, la situazione locale della pandemia di COVID-19 e le inondazioni”, secondo una dichiarazione. “La ripresa economica rimane instabile e irregolare”, ha aggiunto l’ufficio.

Il tasso di disoccupazione nelle città è stato del 5,1% il mese scorso, mentre il tasso di disoccupazione per le persone di età compresa tra 16 e 24 anni è rimasto molto più alto al 16,2%.

Maggiori informazioni sulla Cina da CNBC Pro

READ  I club offrono ore COVID-19 due volte a settimana