octubre 26, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Daniel Ricciardo ‘Primal’ nella rabbia lo ha provocato alla vittoria italiana GB

Daniel Ricciardo ha detto di aver provato “buona rabbia” nei giorni precedenti il ​​Gran Premio d’Italia, che secondo lui ha giocato un ruolo chiave nel suo impossibile successo.

Dopo un inizio difficile del suo primo anno alla McLaren, Ricciardo ha concluso l’attesa di nove stagioni della squadra con una prestazione classica.

Questa è la prima vittoria di Ricciardo dal Gran Premio di Monaco 2018, a parte la prima vittoria della McLaren dal Gran Premio del Brasile del 2012. Nonostante le grandi aspettative in questa stagione, ha lottato per la forma alla McLaren e la gara di Monza è stata superata dal giovane compagno di squadra Lando Norris.

Dopo le qualifiche per Monza, Ricciardo ha detto ai media che era arrabbiato con lui per essersi qualificato per un quinto posto dietro a Norris.

Nella gara sprint Ricciardo ha rapidamente conquistato il terzo posto dietro a Norris e Luis Hamilton, che hanno concluso al secondo posto dopo che Valteri Bottas ha imposto una penalità di un punto nella tappa per l’evento principale di domenica.

Da lì, Ricciardo non si è voltato indietro, battendo Verstappen alla curva 1 e controllando da quel punto la velocità della gara. Norris arriverà secondo, la prima doppietta della McLaren dopo il Gran Premio del Canada 2010.

Parlando al quartier generale della McLarens Walking questa settimana, ha affermato che durante l’evento celebrativo della squadra, Ricciardo è stato in grado di trovare una prestazione di livello speciale.

“È qualcosa con cui molte persone non possono relazionarsi! Si sente principalmente”, ha detto Ricciardo

“Ma è anche per questo che lo faccio. È l’altro lato. Non l’ho detto per sembrare figo davanti alla telecamera. È davvero l’altro lato di me.

READ  Confermata la cooperazione commerciale Bach-Italia: Ambasciatore d'Italia

“È molto potente quando esce. È lì che penso, il 2014, lo chiamo l’Anno del Progresso. È lì che sono stato in grado di mostrare quelle emozioni, quindi è molto potente per me”.

Ricciardo ha detto che era in una posizione buia dopo le qualifiche perché sapeva che avrebbe vinto.

“La macchina andava bene dal primo allenamento e io ero tipo,” Beh, potremmo essere qui “”, ha detto Ricciardo. “Ero più ottimista al riguardo. Era molto buio dopo le qualifiche di venerdì sera.

“Qualcosa dentro di me, ero… ‘Non voglio più essere qui’, in fondo, voglio vincere. Voglio essere un ragazzo. Stare vicino… è più di ogni altra cosa che mi motiva.

“È stata una buona sessione e dovresti essere felice”, ha detto il gruppo. Apprezzo che sia stata una buona sessione quest’anno, ma non lo so… è qui che esce davvero il concorrente che è in me. Non riesco nemmeno a spiegarlo. È come una sensazione di bruciore in me, no, non basta. Lampeggiante per tutto il fine settimana.

“È facile dire ora che ho vinto, ma onestamente qualcosa mi ha preso. Soprattutto dopo venerdì sera. Penso di essere stato in missione”.

Con Ricciardo che finalmente cambia forma, non ha bisogno di scavare di nuovo in profondità per trovare quella prestazione.

“Non voglio dire che non posso ottenerlo [to that place] Di nuovo, certo che posso. L’ho preso tutto il fine settimana. Non è stato come mi sono svegliato domenica come “Oggi vincerò”, c’era qualcosa lì per tre, quattro giorni.

READ  L'Italia è stata eliminata dal Campionato Europeo U21 U21

“Amo quella sensazione. Ti fa sentire vivo.

“È una bella rabbia. Ottieni così tanta energia da quella rabbia. Penso che non devo bussare quel posto tutto il tempo dopo il fine settimana per uscire da me. Ero così fiducioso. Da quel fine settimana”.

I video delle celebrazioni della McLaren hanno rivelato che Ricciardo ha aggiunto il suo trofeo accanto ad Ayrton Senna dal Gran Premio d’Australia del 1993 ad Adelaide.

Ricciardo era all’evento con suo padre e ha detto che è stato un momento surreale mettere lì il suo trofeo.