diciembre 9, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Critico ebreo di estrema destra giura sulla comunità ebraica francese mentre si alza

Il riferimento era alla posizione emotiva decennale di Levy sulle persone oppresse di paesi come l’Afghanistan, la Bosnia e la Nigeria, come evidenziato nel suo libro influente e nel recente film, entrambi intitolati The Will to See. Il signor Zemmour ha citato la frase di Rousseau: «Guardatevi da quei cosmopoliti che cercano nei loro libri doveri che disprezzano a casa. Questi filosofi amano i tartari in modo che non debbano amare i loro vicini».

L’amore del signor Zemmour per i suoi vicini è eclettico. Dei sei milioni di musulmani stimati in Francia, circa il 10% della popolazione, ha affermato che dovrebbero «scegliere tra l’Islam e la Francia», osservando che la loro deportazione potrebbe non essere impossibile e sostenendo che tutti consideravano i terroristi jihadisti «buoni musulmani». avrebbe bandito tutti i «nomi non francesi», come Mohamed.

Nel 2019, le osservazioni hanno portato a Una condanna e una multa dal tribunale di Parigi A proposito di «insultare e provocare odio», il signor Zemmour ha affermato che «l’islamizzazione della strada, come l’uniforme dell’esercito di occupazione, ricorda ai vinti la loro sottomissione». Ha aggiunto che negli anni ’30 l’osservatore più cospicuo paragonava il nazismo all’Islam. Non ha specificato l’identità di questi osservatori.

«Sta diffondendo odio e sembra in qualche modo normale ed è orribile», ha detto Hakim Karoui, un consulente aziendale islamico. “Ciò che dice sui musulmani non sarà mai accettato se lo dice su qualsiasi altro gruppo”.

Il signor Zemmour non ha mai negato l’Olocausto, che è illegale in Francia. Ma le sue osservazioni su Vichy fanno parte dell’abitudine di manipolare la storia.

Dopo decenni di prevaricazione, Jacques Chirac, allora presidente, Riconosciuta nel 1995 la piena portata della cooperazione di Vichy con i nazisti. Ciò includeva l’uso di Ville de Hive, uno stadio di ciclismo al coperto a Parigi, per detenere circa 13.000 ebrei, tra cui 4.000 bambini, che furono internati e deportati nei campi di sterminio nazisti. Circa l’80% dei bambini erano francesi.

READ  Mappe che mostrano l'entità delle inondazioni in Europa