enero 26, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Covid: l’esercito americano afferma di essere sul punto di sviluppare un vaccino contro tutte le varianti e i coronavirus

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DOD) è a poche settimane dall’annuncio di un vaccino in grado di combattere il Covid-19, comprese le varianti di Omicron e Delta, e altri coronavirus che hanno ucciso milioni di persone in tutto il mondo.

Il Walter Reed Institute of Research dell’esercito, la più grande struttura di ricerca biomedica del Dipartimento della Difesa, è vicino a fare un importante passo avanti dopo due anni di lavoro su un vaccino che funzionerebbe non solo contro ceppi e varianti esistenti, ma anche contro altre potenziali specie . una difesa. La Casa Bianca ha confermato l’articolo a indipendente in una lettera.

Il vaccino di Walter Reed, chiamato Spike Ferritin Nanoparticle Covid-19 Vaccine, o SpFN, ha completato le sperimentazioni sugli animali all’inizio di quest’anno con risultati positivi. Kavonne Modgarad, direttore del reparto malattie infettive di Walter Reed, ha affermato che quest’anno sono stati condotti anche studi di fase uno sull’uomo con risultati positivi.

Il vaccino non è ancora stato sottoposto a studi di Fase 2 e 3 mentre i risultati di Fase 1 sono in fase di revisione.

«È molto eccitante arrivare a questo punto per tutta la nostra squadra e penso anche per l’intero esercito», ha affermato il dott. Modgarrad.

L’istituto ha affermato che gli studi sull’uomo hanno richiesto più tempo del previsto perché il vaccino doveva essere testato su persone che non erano state vaccinate o infettate dal virus Covid per vedere quanto fosse efficace.

Con Omicron, non c’è davvero modo di sfuggire a questo virus. Non potrai evitarlo. Quindi penso che molto presto o il mondo intero sarà vaccinato o verranno infettati”.

«Dobbiamo valutarlo in un ambiente reale e cercare di capire come si comporta il vaccino in un numero molto maggiore di individui che erano già stati vaccinati con qualcos’altro all’inizio… o erano già malati», ha aggiunto.

READ  Le nuove scoperte sono un "capovolgimento completo" nella comprensione del motivo per cui la Terra è diventata ospitale per la vita e il suo "gemello" no

Walter Reed non ha ancora rivelato il nome del suo partner industriale, che si occuperà del lancio più ampio del vaccino.

L’istituto di ricerca ha affermato di essere concentrato sul «gioco più lungo» di capire come mutano i virus, non solo sull’emergere originale della SARS.