agosto 12, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Condividi i profitti! Perché le aziende americane dovrebbero tornare a premiare adeguatamente i lavoratori | Roberto Reich

unSecondo il comunicato di questa settimana del Dipartimento del Commercio, l’economia statunitense è cresciuta lì Il ritmo più veloce in quasi 40 anni. I profitti aziendali lo sono Il più alto in 70 anni. E anche se il mercato azionario, nonostante l’intenso movimento degli ultimi tempi, registra ancora guadagni record.

Perché la maggior parte degli americani rimane pessimista sull’economia? Ciò è principalmente dovuto al fatto che i loro salari reali (corretti per l’inflazione) continuano a non andare da nessuna parte.

Profitti in aumento, crescita economica e rialzi del mercato azionario – insieme a salari quasi stagnanti – sono state la storia dell’economia americana per decenni. La maggior parte dei guadagni economici è andata al vertice.

quindi perche no Partecipare profitti?

La partecipazione agli utili è stata tentata con grande successo nei primi decenni del ventesimo secolo, ma ora è completamente dimenticata. Nel 1916 Sears, Roebuck & Co, che all’epoca era una delle più grandi aziende americane con più di 30.000 dipendenti, annunciare Inizierebbe a condividere i profitti con i suoi dipendenti, dando ai lavoratori quote di azioni e rendendoli così comproprietari.

L’idea si diffuse. Altre società che si uniscono al carrozzone della partecipazione agli utili includono Procter & Gamble, Pillsbury, Kodak e US Steel..

Il Bureau of Labor Statistics ha proposto la partecipazione agli utili come un modo per ridurre i «conflitti frequenti e spesso violenti» tra datori di lavoro e lavoratori. La condivisione dei profitti ha dato ai lavoratori un incentivo a essere di più produttivoPerché il successo dell’azienda significa una maggiore partecipazione agli utili. Ha anche ridotto la necessità di licenziare i lavoratori durante i periodi di recessione perché i costi del personale sono diminuiti e i profitti sono crollati.

Negli anni ’50, i lavoratori della Sears avevano accumulato scorte sufficienti Lei possiede un quarto della società. Entro il 1968, il tipico venditore Sears potrebbe andare in pensione con un gruzzolo del valore di oltre $ 1 milione, nei dollari di oggi.

Lo svantaggio era che quando i profitti scendono, Stipendi dei lavoratori si restringerà. Se un’azienda fallisce, i lavoratori perderanno tutti i loro investimenti in essa. I migliori piani di partecipazione agli utili hanno preso la forma di bonus in denaro che i dipendenti possono investire a loro piacimento, oltre ai salari previsti.

Ma la partecipazione agli utili con dipendenti a tempo indeterminato è scomparsa nelle grandi aziende americane. Dall’inizio degli anni ’80, quando i «predoni» aziendali (ora gestori di private equity) hanno iniziato a chiedere rendimenti elevati, le aziende hanno smesso di dare ai dipendenti azioni, forse perché non volevano che il prezzo delle azioni si diluisse. Sears ha gradualmente concluso il suo piano di partecipazione agli utili negli anni ’70.

Tuttavia, proprio come la partecipazione agli utili con i dipendenti ordinari è scomparsa, così è scomparsa la partecipazione agli utili con i massimi amministratori delegati decollatoLe grandi banche di Wall Street, gli hedge fund, i fondi di private equity e le aziende high-tech hanno iniziato a distribuire enormi pool di azioni e stock option ai loro migliori giocatori.

Risultati? I prezzi delle azioni e la retribuzione del CEO (composta sempre più da azioni e stock option) sono diventati stratosferici, mentre i salari per il lavoratore medio sono aumentati a malapena.

I ricercatori hanno ho trovato che prima degli anni ’80, quasi tutti gli aumenti dei prezzi delle azioni nel mercato azionario statunitense potevano essere spiegati dalla crescita economica complessiva. Ma da allora, Gran parte Gli aumenti provenivano da ciò che era incluso nel salario.

Jeff Bezos, che ora possiede circa 10% Azione Amazon, valore 170,4 pesos. Altri alti dirigenti di Amazon possiedono centinaia di milioni di dollari in azioni. Ma la maggior parte dei dipendenti Amazon, come i magazzinieri, non hanno partecipato al bonus.

Amazon distribuiva l’inventario a centinaia di migliaia di dipendenti. Ma nel 2018 Ha interrotto la pratica e invece ha aumentato la paga oraria minima a $ 15. L’aumento di stipendio ha fatto notizia e ha avuto buone pubbliche relazioni – Amazon lo sta ancora propagandando – ma la decisione di porre fine all’assegnazione delle azioni è stata più significativa. Ha danneggiato i dipendenti molto più di quanto li abbia aiutati con la crescita dei profitti.

Se il sito Amazon 1,2 milioni di dipendenti Insieme possedevano la stessa percentuale di azioni Amazon dei lavoratori Sears negli anni ’50 – un quarto dell’azienda – ogni lavoratore Amazon ora possiede azioni per un valore medio di più di 350mila dollari.

La tendenza americana verso profitti più alti, prezzi delle azioni più alti e salari dei dirigenti in aumento ma salari prossimi alla stagnazione è economicamente e politicamente insostenibile.

La condivisione degli utili è una risposta. Ma come si può incoraggiare? Ridurre le tasse sulle società che condividono gli utili con tutti i dipendenti e aumentare le tasse sulle società che non condividono gli utili.

Condividere i profitti con tutti i lavoratori è un passaggio logico e necessario per far funzionare il sistema per molti, non per pochi.

READ  Dow Jones Futures: cinque titoli che mostrano forza nel difficile rally del mercato; Affare del gruppo Amazon Eyes