septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Con disappunto della Cina, Blinken incontra il rappresentante del Dalai Lama in India

NUOVA DELHI (Reuters) – Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha incontrato mercoledì a Nuova Delhi un rappresentante del leader spirituale del Tibet, il Dalai Lama, ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, una mossa che probabilmente scatenerà la rabbia in Cina. .

Il portavoce ha detto che Blinken ha incontrato brevemente Ngodop Dong-chung, che funge da rappresentante dell’amministrazione tibetana centrale, nota anche come governo tibetano in esilio.

Le forze cinesi conquistarono il Tibet nel 1950 in quella che Pechino chiama “liberazione pacifica”. Nel 1959, il Dalai Lama fuggì in esilio in India dopo una fallita rivolta contro il dominio cinese.

Il CTA e i gruppi di difesa tibetana hanno ricevuto una spinta nel sostegno internazionale negli ultimi mesi tra le crescenti critiche alla situazione dei diritti umani in Cina, in particolare dagli Stati Uniti.

A novembre, Lobsang Sanjay, l’ex capo del governo tibetano in esilio, ha visitato la Casa Bianca, la prima visita del genere in sei decenni.

Un mese dopo, il Congresso degli Stati Uniti approvò il Tibet Policy and Support Act, che sosteneva il diritto dei tibetani di scegliere un successore del Dalai Lama, e l’istituzione di un consolato americano nella capitale tibetana, Lhasa.

L’incontro di Blinken con Dong Chung è il contatto più importante con la leadership tibetana da quando il Dalai Lama ha incontrato l’allora presidente Barack Obama a Washington nel 2016.

Il ministero degli Esteri cinese non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. Pechino dice che il Tibet fa parte della Cina e ha definito il Dalai Lama un pericoloso separatista.

READ  Il Belgio convoca il suo ambasciatore in Corea del Sud dopo aver fotografato sua moglie che schiaffeggiava un commesso di negozio

Relazioni indiane

Durante la sua prima visita in India da quando è entrato nell’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, Blinken ha anche incontrato il suo omologo indiano, il ministro degli Esteri Subramaniam Jaishankar, e altri funzionari mercoledì prima di incontrare il primo ministro Narendra Modi.

Le due parti dovrebbero discutere la fornitura di vaccini COVID-19, la situazione della sicurezza in Afghanistan e la situazione dei diritti umani in India. Leggi di più

Parlando a un gruppo di leader della società civile in un hotel di Nuova Delhi, Blinken ha affermato che il rapporto tra Stati Uniti e India è “uno dei più importanti al mondo”.

“Il popolo indiano e americano crede nella dignità umana, nelle pari opportunità, nello stato di diritto e nelle libertà fondamentali, inclusa la libertà di religione e credo… Questi sono i principi fondamentali delle democrazie come la nostra”, ha affermato.

“E, naturalmente, entrambe le nostre democrazie stanno lavorando in corso. Da amici ne parliamo”.

Fonti del ministero degli Esteri indiano hanno affermato prima della visita di Blinken che il Paese è orgoglioso delle sue tradizioni pluraliste ed è felice di discutere con lui di questo problema.

Il governo di Modi ha dovuto affrontare accuse di repressione del dissenso, perseguendo politiche di divisione per fare appello alla sua base nazionalista indù e alienando i musulmani, la più grande minoranza del paese. Leggi di più

Blinken è arrivato in India martedì sera ed è partito per il Kuwait più tardi mercoledì.

(Copertina) Di Simon Lewis e Sanjeev Migliani a New Delhi Scritto da Krishna in Das e Alasdair Pal Montaggio di Raju Gopalakrishnan

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Il colpo di stato in Guinea scuote i mercati del minerale di ferro e della bauxite e alimenta l'incertezza economica