septiembre 17, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Com’è stato rimanere bloccati nelle stazioni della metropolitana e dei treni durante la notte durante le inondazioni di New York

Tuttavia, questo viaggio è durato circa 14.

Tra piogge torrenziali e inondazioni, la 24enne studentessa di giurisprudenza della New York University si è ritrovata bloccata durante la notte su un treno senza elettricità, ventilazione, cibo o acqua. I servizi igienici erano inutilizzabili. Dice che durante la notte ha sentito un torrente di false promesse che i soccorsi erano in arrivo.

“Siamo stati letteralmente e figurativamente al buio per ore”, ha detto alla CNN.

Akbari era una delle migliaia di persone bloccate sui sistemi di trasporto pubblico nell’area metropolitana di New York mercoledì sera a causa delle inondazioni improvvise dell’uragano Ida. Nessun trasporto è stato risparmiato. La tempesta ha inondato strade, metropolitane, treni fuori terra e aeroporti.

New York ha dichiarato lo stato di emergenza giovedì mattina presto, la prima emergenza per inondazioni improvvise mai emessa in città. La città ha implementato un divieto di viaggio fino alle 5:00 ET. Queste dichiarazioni sono arrivate troppo tardi per molti passeggeri bloccati in hub di viaggio lontani da casa.

L’autorità dei trasporti della capitale ha identificato i problemi giovedì all’inizio: il sistema della metropolitana è stato inondato in 46 località, circa 65 autobus sono stati bloccati o messi a terra e due treni della metropolitana della North Line sono rimasti bloccati. Inoltre, tutti i servizi ferroviari del New Jersey Transit, ad eccezione della Atlantic City Railroad, sono stati sospesi a causa delle inondazioni.

Il portavoce Frank Dwyer ha affermato che i vigili del fuoco di New York hanno dovuto salvare centinaia di persone dalle stazioni della metropolitana. Il capo dell’Autorità per i trasporti pubblici ha affermato che circa 15-20 treni della metropolitana sono rimasti bloccati.

“La cosa più importante è che siamo riusciti a far uscire le persone in sicurezza”, ha affermato Janu Lieber, presidente e CEO di MTA.

Il governatore di New York Cathy Hochhol ha dichiarato alla CNN giovedì che New York City è stata paralizzata dalla tempesta senza precedenti.

“Avevamo i lavoratori del transito notturno che passavano attraverso i binari per assicurarsi che fossero al sicuro”, ha detto. “Ci sono state molte inondazioni. Nessuna vita è stata persa lì”.

Bloccato nel transito del New Jersey

NJ Transit ha detto che circa 200 passeggeri erano sul treno 3881, che ha lasciato New York alle 19:43 per Trenton. La portavoce di NG Marilos Garcia Diaz ha dichiarato:

READ  Apple accusata di ritorsione dopo che i lavoratori hanno parlato

Akbari, Ian Wollston, Elia Rivera e Alexandra Patino erano tra i passeggeri a bordo e hanno descritto un viaggio straziante ancora più frustrante per la mancanza di informazioni.

Una coppia si è fermata durante il viaggio, il treno si è fermato sui binari mentre pioveva e sono iniziate le inondazioni. I passeggeri sono stati informati che c’era un problema meccanico sul treno e che stava arrivando un treno di soccorso. Ma le ore sono passate senza ulteriori informazioni. Così si sedettero.

Rivera, 30 anni, che lavora nella moda, ha detto che il livello dell’acqua sta salendo vicino al finestrino del treno.

“Mi siedo letteralmente vicino alla finestra”, ha detto, “e vedo l’acqua più o meno alla mia altezza”. “Sono tipo, dovrò nuotare da qui?”

Tre auto a un’estremità del treno avevano poca acqua a pochi centimetri di distanza, ha detto Garcia Diaz, quindi i passeggeri sono stati trasferiti su altre auto che non sono state colpite.

Dopo diverse ore di attesa, l’elettricità è andata via: nessuna luce, nessuna aria condizionata, nessuna ventilazione, nessuna finestra o apertura delle porte a causa della forte pioggia. I passeggeri alla fine si sono resi conto che sarebbero rimasti bloccati tutta la notte e hanno cercato di dormire.

Wolsten, un pendolare di 27 anni, che stava tornando a casa a East Brunswick, nel New Jersey, ha affermato che inizialmente i passeggeri si stavano godendo la situazione.

Ida sta trasformando New York City in una prima linea di condizioni meteorologiche avverse che il cambiamento climatico sta caricando

“Ma presto si è fatto buio”, ha detto. “Una volta spenta la corrente ai treni, era completamente impotente. Una cosa è essere neri lì dentro, perché dormiamo comunque, ma non c’era l’aria condizionata e la ventilazione, quindi pensi con il Covid, è come ‘Cosa che diavolo succederebbe se non lo facessimo L’aria sta andando da qualche parte?” Diventò ansioso molto rapidamente.”

Patino, una trentenne in viaggio dal Queens per vedere il suo ragazzo a Edison, nel New Jersey, ha detto di essere frustrata dalla mancanza di informazioni da parte dei macchinisti.

“Gli aggiornamenti erano così orribili, nessuno ci ha detto davvero cosa stava succedendo”, ha detto.

Alla fine la pioggia è cessata, ma le porte e i finestrini del treno sono rimasti per lo più chiusi. Al mattino presto, la gente è diventata irrequieta. Akbari ha detto di aver visto scendere le maschere, ha sentito odore di sigarette e fumo di erba, e ha visto una donna sull’orlo di un attacco di panico. Tuttavia, non c’erano informazioni affidabili su quando sarebbero stati in grado di muoversi di nuovo.

READ  Il boom delle auto elettriche è una sandbox per i produttori di macchinari industriali

Garcia Diaz, portavoce di NJ Transit, ha affermato che i soccorritori di Newark e il personale dei vigili del fuoco erano sul posto con due veicoli di soccorso in acqua alta, ma alla fine hanno deciso che i passeggeri e l’equipaggio sarebbero stati più al sicuro sul treno. Nessuno è ferito.

“La decisione di mantenere i clienti sul treno è stata l’opzione più sicura perché i vagoni del treno erano abbastanza alti sopra le acque alluvionali”, ha detto in una e-mail.

Verso le 4 del mattino, la polizia di transito è arrivata con delle bottiglie d’acqua e ha aperto le porte per far entrare aria fresca.

“Penso che sto iniziando ad andare un po’ nel panico”, ha detto Akbari. “Quando sono arrivata alla porta che le autorità dei trasporti hanno aperto, potevo dire che stavo un po’ tremando, le lacrime agli occhi, solo perché ero sopraffatta dalla situazione. Quindi è stato decisamente spaventoso”, ha detto.

Il treno di soccorso è finalmente arrivato circa un’ora dopo e ha portato il treno non operativo al terminal dell’aeroporto di Newark. Lì, ai passeggeri è stato chiesto di sbarcare e di attendere al binario un treno in corsa.

Alla fine, i passeggeri hanno detto alla CNN di essere tornati a casa sani e salvi.

Patino ha preso il treno successivo per Edison ed è arrivata a casa del suo ragazzo intorno alle 7:00, ha portato Rivera da Elizabeth ed è tornata a casa intorno alle 7:00.

Akbari ha preso il treno per Trenton, arrivando lì alle 7:30 – quasi 12 ore dall’orario di partenza. Poi sua madre l’ha presa in macchina e ci sono volute altre due ore per tornare a casa a Princeton mentre vagavano per le strade bloccate e allagate.

“E ‘stata sicuramente un’avventura”, ha detto Akbari. “Penso che sia un po’ più facile guardare indietro ora rispetto alla situazione mentre si stava svolgendo”.

Bloccato in una stazione della metropolitana

Shimon Prokopic della CNN ha trascorso la notte nella stazione della metropolitana di Times Square a Manhattan, unendosi a dozzine di persone bloccate dal sistema non funzionante. Ha detto che un treno era fermo alla stazione dalle 21:45 e ci sono voluti fino alle 7 per spostare solo una stazione.

READ  T-Mobile è stato violato di nuovo, ma non sai ancora cosa è stato violato

“Non c’è modo per molte di queste persone di tornare a casa”, ha detto Prokopic. “La metropolitana è la loro vita. È così che tornano a casa”.

Ha aggiunto che molte delle persone bloccate stanno tornando dal lavoro e sperano di tornare a casa a Brooklyn.

Beverly Price era una di quelle bloccate dalle inondazioni.

Ha detto di aver lasciato la sua casa nel Queens mercoledì sera per cercare di andare a lavorare come infermiera. Ho preso un taxi Uber per la stazione degli autobus. Ha detto che non c’erano autobus in funzione a causa dell’inondazione, quindi è rimasta bloccata alla stazione. Ha detto di aver preso un autobus diverso per cercare un’altra strada per andare al lavoro, ma anche quella strada è stata bloccata da allagamenti nelle strade.

Poi è salita sul treno 7 e l’ha portato a Times Square, arrivando intorno alle 23:30 e ritrovandosi bloccata lì tutta la notte. Non c’erano autobus o treni per andare da nessuna parte. Ha detto che ha vissuto a New York per 30 anni e “Non ho mai visto niente di simile prima”.

“Non mi aspettavo che fosse così grave”, ha detto. “Non lascerò la mia casa.”

Robert Hedglin ha lasciato il lavoro a Manhattan intorno alle 21:00 e ha preso la metropolitana fino a casa sua nel Queens. Ma il suo treno si è fermato sottoterra per più di un’ora tra due stazioni. Ha detto alla CNN che una volta che il treno ha raggiunto la fermata successiva, il resto del suo viaggio è stato cancellato.

Non c’erano taxi, treni o autobus per tornare a casa. Quindi ha bevuto un paio di drink in un bar fino alle 12:30 del mattino e poi è andato in un ristorante fino alle 3 del mattino.

“Sono esausto, frustrato”, ha detto, “ma almeno sono tornato a casa sano e salvo”. “Altri non sono così fortunati.”

Kaitlan Collins, Angela Dewan, Justin Lear, Brandon Miller, Mark Morales, Shimon Prokopecks e David Williams hanno contribuito a questo rapporto.