mayo 23, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Cattiva recitazione di Kristen Bell nella parodia di Netflix «The Woman in the House Across the Street from the Girl in the Window»

Il nuovo thriller psicologico e la serie parodia di Netflix La donna a casa dall’altra parte della strada rispetto alla ragazza alla finestra (rilasciato il 28 gennaio) Era molto atteso e la star Kristen Bell afferma che la «recitazione scadente» è ciò che ha reso possibile la serie.

«Abbiamo cercato di creare un mondo molto reale che si potesse vedere in uno di quei thriller psicologici e ha creato una vera suspense, perché se stavamo solo facendo una battuta e a nessuno importava chi fosse l’assassino, chi l’ha fatto, come è stato finito, nessuno l’avrebbe guardato», Bell, l’esperta del genere crime-solving come protagonista dell’iconico titolo Veronica Marte, Raccontare Yahoo Canada.

«Ho appena guardato il regista Michael Lehman per vedere se quello che stavo facendo sarebbe stato divertente e generale, l’osservazione che continuavo a ricevere era semplicemente onesta, … poi mi sono reso conto che stavo facendo qualcosa Hassan Brutta recitazione, e ha funzionato.

Questo è il concetto di essere intenzionalmente «cattivi attori» e dire frasi sciocche con convinzione che dà La donna a casa dall’altra parte della strada rispetto alla ragazza alla finestra stile desiderato.

«È una linea sottile ed è qualcosa con cui penso che all’inizio abbiamo avuto difficoltà a fare i conti», ha detto Michael Ealy. «Man mano che continuavamo le riprese, siamo tutti migliorati nell’essere cattivi attori».

«In altri gruppi, potresti obiettare che forse questo potrebbe essere detto in modo più sottile o che c’era un altro modo per farlo che potrebbe non essere proprio così sul naso, in questo, era come, ‘No, no, questo è il modo lo faresti, ma fallo e basta ‘Nel miglior modo possibile», ha aggiunto Tom Riley.

READ  L'accento britannico di Oscar Isaac in Moon Knight parla in Internet - The Hollywood Reporter

«Qualsiasi cosa imprecisa su cui ci siamo appoggiati.»

La donna nella casa di fronte alla ragazza alla finestra. Kristen Bell nei panni di Anna nell’episodio 102 di La donna nella casa dall’altra parte della strada dalla ragazza alla finestra. (Colin E. Hayes/Netflix)

in un La donna a casa dall’altra parte della strada rispetto alla ragazza alla finestra Anna (Kristen Bell) è in lutto per la morte di sua figlia tre anni fa e per il suo successivo divorzio dal marito Douglas (Michael Ealy). Ogni giorno è lo stesso per lei, si versa un bicchiere pieno di vino (o due) e si siede su una sedia a guardare fuori dalla finestra. Quando Neil (Tom Riley), un bel vicino vedovo dall’altra parte della strada con sua figlia Emma (Samsara Leela Yate), si sposta in piena vista dalla sua sedia, Anna inizia a guardarla con ansia, sperando di entrare in contatto con Neil.

Un giorno, dopo aver mescolato il suo vino con delle compresse da prescrizione, vede un omicidio nella casa di Nell, ma non ci sono prove di ciò che ha visto, il che la porta sulla strada per dimostrare che qualcuno è stato davvero assassinato – o che è pazza.

La donna nella casa di fronte alla ragazza alla finestra.  Tom Riley nei panni di Neil nell'episodio 103 di La donna nella casa dall'altra parte della strada dalla ragazza alla finestra.  (Colin E. Hayes/Netflix)

La donna nella casa di fronte alla ragazza alla finestra. Tom Riley nei panni di Neil nell’episodio 103 di La donna nella casa dall’altra parte della strada dalla ragazza alla finestra. (Colin E. Hayes/Netflix)

«L’hai già capito e non ha senso che il tuo cervello presti attenzione.»

a La donna a casa dall’altra parte della strada rispetto alla ragazza alla finestra, dal momento che prende in giro le metafore tradizionali che vediamo in questi thriller psicologici, in particolare con il personaggio di Anna, era importante che tu avessi ancora questa connessione con il vero mistero e la suspense di covare le battute.

READ  Mira a Psy y Suga del video musical 'That That' de BTS

«Guardi le cose come spettatore, che tu lo sappia o no, perché stai cercando di trovare qualcosa», ha detto Bell. «Quando non ti piace uno spettacolo e non riesci a capire perché, a volte è perché l’hai già capito e non serve che il tuo cervello presti attenzione».

L’attore che interpreta Anna descrive il momento dello show in cui abbiamo scoperto come è morta la figlia di Anna (che non vi rovineremo) come «ridicolo» e «una delle battute più audaci che non sapevo nemmeno se avremmo fatto .» Essere in grado di scatenarsi», il che è molto sottile. Sono momenti come questo nella storia (di nuovo, senza spoiler), che ti faranno ridere.

Per quanto riguarda chi è l’assassino nella storia, non rovineremo la sorpresa prevista, ma lo diremo in retrospettiva, è abbastanza ovvio. Eyali ha ammesso di «sapere chi era l’assassino nell’episodio tre e nell’episodio otto mi sbagliavo».

«Non mi sarei mai aspettato il finale, tuttavia, guardando indietro, questo è l’unico modo in cui lo spettacolo sarebbe potuto finire», ha detto Bell con sarcasmo.

«Non mi sarei mai aspettato che accadesse, ma quando sai cosa sta succedendo, ti guardi indietro e pensi, beh, certo che è tutto, era tutto lì dall’inizio», ha aggiunto Riley.