octubre 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Catalogna: La Corte Suprema di Spagna ha chiesto all’Italia di estradare immediatamente l’ex primo ministro catalano Carlos Puigdemont. Spagna

Dopo il breve arresto di Carlos Puigdemont in Sardegna.Michele Medina (AFP)

L’arresto dell’ex primo ministro catalano Carlos Puigdemont in Sardegna, Italia, il 23 settembre ha aperto un nuovo percorso legale per la Corte Suprema spagnola, cercando di consegnare il suo ruolo nel referendum della Catalogna e il suo ruolo nella dichiarazione unilaterale di indipendenza dell’ottobre 2017.

Puigdemont è fuggito dalla Spagna con diversi aiutanti per evitare il processo per gli eventi, mentre i suoi detenuti, tra cui il vice primo ministro Oriol Janguerres, sono stati imprigionati per tradimento e appropriazione indebita di fondi pubblici. Il governo spagnolo li ha graziati all’inizio di quest’anno.

Puigdemont vive in Belgio dalla fine del 2017, ma i tentativi dei tribunali spagnoli di deportarlo in Spagna con accuse penali sono andati contro il sistema giudiziario belga, che finora non è riuscito a eseguire i mandati di arresto europei contro i leader degli immigrati in quel paese. È stato brevemente arrestato e rilasciato nel 2018 in Germania.

Il giorno dopo il suo arresto in Sardegna, durante una cerimonia popolare, Puigdemont è stato assolto da un tribunale italiano, mentre i giudici hanno valutato se il mandato di cattura europeo nei suoi confronti fosse valido e se godesse attualmente dell’immunità come membro. È entrato a far parte del Parlamento Europeo (MEP) dopo le elezioni europee del 2019. A marzo di quest’anno, l’organizzazione ha votato per aumentare la sua immunità ea luglio il Tribunale dell’UE ha respinto una richiesta di ingiunzione contro la sospensione di Puigdemont. La sua immunità quando la corte considera il suo ricorso.

Carlos Puigdemont è tornato al Parlamento europeo a Bruxelles il 27 settembre.
Carlos Puigdemont è tornato al Parlamento europeo a Bruxelles il 27 settembre.Stephanie LeCock (EFE)

L’arresto di Puigdemont il mese scorso ha creato una situazione molto scomoda in Italia, dove l’esecutivo lo ha scoperto attraverso i media. Il primo ministro italiano Mario Draghi ha dichiarato mercoledì di non essere stato in contatto con il governo spagnolo sulla questione.

È arrivato in un momento delicato in Spagna, dove il primo ministro del Partito Socialista (PSOE) Pedro Sanchez ha ripreso i colloqui con il governo catalano sul futuro della regione.

Il giudice della Corte Suprema spagnola Pablo Lorena, che sta gestendo il caso contro i leader dello sforzo secessionista del 2017, ha inviato giovedì una richiesta alla Corte d’Appello di Saigari per trasferire “immediatamente” Puerto Montt in Spagna. Sebbene l’ufficio del procuratore generale spagnolo avesse precedentemente affermato che il mandato di arresto europeo contro il leader separatista catalano era valido, ha influito sulla decisione della Corte di giustizia europea che l’immunità di Puerto Montt dovesse essere temporaneamente ripristinata. Non c’è pericolo in detenzione.

Il tribunale di Safari dovrà valutare il mandato di arresto dalla Spagna, ma fino ad allora è normale che Puerto Mont lasci il Paese e gli dia un’altra data del processo.

Il caso è una prova ben nota

Il leader separatista ha lasciato l’Italia il 27 settembre ed è stato visto questo pomeriggio al Parlamento europeo a Bruxelles. Ha detto ai giornalisti che Sasari ha intenzione di tornare in Italia il 4 ottobre per un processo programmato davanti alla Corte d’Appello, che inizierà a valutare se può agire su un mandato di cattura.

Il giudice Llarena chiede in primo luogo all’Italia l’estradizione di Puigdemont. Ma come misura precauzionale se i tribunali europei vogliono ripristinare la sua immunità, ha chiesto ai giudici italiani di sospenderli dall’abbandono del processo e di agire per garantire che Puigdemont venga espulso in futuro. Ad esempio, attraverso regolari comparizioni giudiziarie in Italia.

“Il tribunale di Safari dovrebbe valutare il mandato di arresto dalla Spagna, ma è normale [the court] Fino ad allora, Puigdemont dovrebbe lasciare il Paese e dargli un’altra data del processo “, ha detto una fonte vicina al caso.

Tuttavia, secondo il sistema giudiziario italiano, se Puigdemont non si presenta il 4 ottobre, i casi verranno archiviati del tutto in quanto il mandato di arresto non si applica a nessuno al di fuori del territorio. Fonti a conoscenza della situazione hanno affermato che non aveva senso per la Spagna estradarlo dall’Italia e che le parti accusate in questi casi normalmente non si sarebbero presentate per il processo.

Nel frattempo, la Corte Generale dell’UE dovrebbe prendere in considerazione i ricorsi presentati da Puigdemont e dai colleghi Tony Komen e Clara Ponsatte – ex membri del suo gabinetto fuggiti con lui in Belgio – contro l’aumento della loro immunità parlamentare all’inizio di quest’anno. Secondo gli esperti legali, questo tipo di caso può richiedere fino a 17 mesi per essere risolto.

versione inglese Susanna Urra.

READ  La polizia di Hamilton emette 3 biglietti ai sensi del Liquor License Act dopo la vittoria dell'Euro Cup in Italia