enero 26, 2022

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Borse asiatiche in calo dopo che i verbali della riunione della Fed suggeriscono aumenti dei tassi più rapidi Da Reuters

© Reuters. FOTO FILE: Un passante che indossa maschere protettive è visto davanti a una lavagna elettronica che mostra la quota media del Nikkei giapponese durante la pandemia di coronavirus (COVID-19) a Tokyo, in Giappone, il 1 novembre 2021. REUTERS/Issa Kato

Scritto da Andrew Galbraith

SHANGHAI (Reuters) – Giovedì i mercati azionari asiatici sono scesi e le azioni europee si sono avviate verso un’apertura al ribasso dopo che i verbali della riunione della Federal Reserve hanno indicato un aumento più rapido del previsto dei tassi di interesse statunitensi a causa dei timori per l’inflazione persistente.

Le azioni statunitensi sono state vendute durante la notte dopo che gli investitori hanno interpretato i verbali della riunione di dicembre della Federal Reserve come aggressivi del previsto.

I responsabili delle politiche della Fed hanno affermato che un mercato del lavoro «estremamente stretto» e l’inflazione persistente potrebbero richiedere di alzare i tassi di interesse prima del previsto e iniziare a ridurre le sue attività totali come secondo fattore per l’economia, hanno mostrato i verbali.

«Naturalmente, se stai valutando a un ritmo più veloce rispetto ai tassi di tapering della Fed, ciò non si traduce bene per le classi di attività asiatiche, quindi è probabile che tu veda più deflussi dalla regione, che si tradurranno in titoli più deboli e anche deprezzamento della valuta», ha affermato Carlos Casanova, capo economista. Per l’Asia presso Union Bancaire Privee a Hong Kong: «Pressioni sul fronte FX».

Le preoccupazioni per i tassi più elevati negli Stati Uniti sono abbinate alle crescenti preoccupazioni per la rapida diffusione della variante del coronavirus, Omicron, per avere un impatto sugli asset più rischiosi.

READ  L'analista di Bank of America afferma che il prezzo delle azioni di Moderna è "ridicolo"

Il più ampio indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso di quasi l’1,5% negli scambi pomeridiani prima di pareggiare alcune perdite. Le azioni australiane sono scese del 2,74% nel loro più grande calo percentuale giornaliero dall’inizio di settembre 2020 e l’indice azionario è sceso del 2,88%, il suo più grande calo giornaliero da giugno.

Le azioni blue chip cinesi sono scese dell’1% poiché la continua epidemia del nuovo coronavirus (Covid-19) ha influito sulle aspettative, nonostante un sondaggio del settore privato che ha mostrato che l’attività del settore dei servizi in Cina si è espansa più rapidamente a dicembre.

Anche le azioni europee dovrebbero aprire nettamente in ribasso, con l’intera regione in ribasso del 2,07% nei primi scambi. La Germania è scesa dell’1,7 percento e i contratti futures sono scesi dell’1,43 percento.

I verbali hanno mostrato che i funzionari della Fed erano uniformemente preoccupati per il ritmo degli aumenti dei prezzi che promettevano di continuare, insieme ai colli di bottiglia dell’offerta globale «fino al 2022».

Il Nasdaq è sceso di oltre il 3% mercoledì nel più grande calo percentuale di un giorno da febbraio, il più grande calo dal 26 novembre, quando la notizia della variabile Omicron ha colpito per la prima volta i mercati globali.

«C’è il rischio che la Fed possa cadere nella trappola di commettere errori politici perché potrebbe dover aumentare i tassi di interesse più velocemente del previsto, ma visti i tempi della loro uscita dal quantitative easing, ciò potrebbe coincidere con un rallentamento dell’economia, «, ha detto Casanova.

I verbali hanno anche spinto i rendimenti dei titoli del Tesoro USA verso l’alto. Giovedì, il rendimento a 10 anni degli Stati Uniti ha raggiunto il livello più alto da aprile 2021 sopra l’1,73% ed è stato l’ultimo all’1,7299% dalla chiusura di mercoledì all’1,7030%.

READ  NBCUniversal avverte gli abbonati di YouTube TV che 14 delle sue reti potrebbero presto diventare oscurate sulla piattaforma di streaming; YouTube afferma che ridurrà i prezzi se non verrà raggiunto alcun accordo - aggiornamento

Il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 2 anni sensibile alle politiche ha raggiunto un nuovo massimo in 22 mesi allo 0,8380%, mentre il rendimento a 5 anni si è mantenuto vicino ai massimi visti a febbraio 2020.

I rendimenti statunitensi più elevati hanno continuato a sostenere il dollaro forte, anche se la valuta ha ceduto parte dei suoi guadagni contro lo yen dopo aver toccato i massimi da cinque anni all’inizio di questa settimana, scendendo dello 0,21% a 115,86.

L’euro è sceso dello 0,05% a $ 1,1307, mentre è sceso con lo stesso margine a 96,228.

Nei mercati delle materie prime, il benchmark globale è sceso dello 0,91% a 79,14 dollari al barile e dello 0,89% a 80,08 dollari al barile dopo che i produttori dell’OPEC+ hanno accettato di aumentare la produzione ea causa dell’aumento delle scorte statunitensi.

È sceso dello 0,38% a 1.802,91 dollari l’oncia, poiché l’aumento dei rendimenti obbligazionari statunitensi ha smorzato la lucentezza del metallo prezioso. [GOL/]

Disclaimer: Fusion Media Vorrei ricordarti che i dati su questo sito Web non sono necessariamente attuali o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi forex non sono forniti dalle borse ma dai market maker, e quindi i prezzi potrebbero non essere accurati e potrebbero differire dal prezzo di mercato effettivo, il che significa che i prezzi sono indicativi e non appropriati per scopi di trading . Fusion Media pertanto non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Fusion Media o chiunque sia coinvolto in Fusion Media non accetterà alcuna responsabilità per perdite o danni derivanti dall’affidamento alle informazioni incluse dichiarazioni, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita inclusi in questo sito web. Si prega di essere pienamente consapevoli dei rischi e dei costi associati al trading sui mercati finanziari, è una delle forme di investimento più rischiose.

READ  Cramer mette in evidenza 5 titoli "a bassa tensione" per gli investitori al dettaglio