septiembre 28, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Bolsonaro dice che sarà arrestato, ucciso o vincerà le imminenti elezioni brasiliane

“Ho tre alternative per il mio futuro: arresto, omicidio o vittoria” Bolsonaro Sabato in un intervento a un incontro di leader evangelici trasmesso sui social media.

Bolsonaro, accoltellato, ha aggiunto: “Sono sicuro che la prima alternativa, che è l’arresto, non avverrà. Nessuno al mondo mi spaventa. So che sto facendo la cosa giusta. Non devo niente a nessuno”. stomaco durante una massiccia campagna nel 2018.

Bolsonaro si trovava nello stato centrale brasiliano di Goiás per incontrare leader politici e uomini d’affari per discutere di affari nazionali, come l’economia, la situazione epidemica e la prolungata siccità in Brasile.

“Stiamo anche affrontando una delle più grandi crisi idrologiche in Brasile, che influirà in parte sulla nostra agricoltura e sulla produzione di energia, ma a Dio piacendo, pioverà a settembre e ottobre”, ha detto Bolsonaro.

Bolsonaro ha anche menzionato una protesta degli indigeni nella capitale, sostenendo di non aver compreso le ragioni delle manifestazioni.

“Ora ci sono quasi 5.000 persone che risiedono a Brasilia. La stragrande maggioranza, quasi tutte, non sa cosa fare lì”, ha sottolineato Bolsonaro.

“Sono persone riunite dal movimento dei lavoratori senza terra rurali, sono persone riunite dal Cimi (Consiglio Missionario Indigeno, associato alla Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile), sono persone indigene che stanno protestando lì contro chissà cosa Bolsonaro ha aggiunto.

Le manifestazioni giungono mentre il Congresso brasiliano esamina un disegno di legge che limiterebbe i diritti delle popolazioni indigene di rivendicare le terre tradizionali, una questione che sta prendendo in considerazione anche la Corte Suprema. Human Rights Watch afferma che la legge proposta viola i diritti dei popoli indigeni ai sensi del diritto internazionale.

READ  Il primo ministro ad interim dell'Armenia rivendica la vittoria con un partito che guida in anticipo alle elezioni parlamentari

Un sondaggio Datafolha del 7 e 8 luglio ha mostrato Bolsonaro, che ha ripetutamente sollevato dubbi sul sistema elettorale, staccato di oltre 20 punti dal suo principale avversario, l’ex presidente di sinistra Luis Inacio Lula da Silva, al primo turno di votazioni.