enero 28, 2023

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Aspettative sul budget dell’India: spinta alle infrastrutture, occupazione, riforme

Nirmala Sitharaman, ministro delle finanze indiano, parla durante una conferenza stampa al National Media Center di New Delhi, in India, lunedì 19 novembre. 15, 2021.

T. Narayan | Bloomberg | Getty Images

L’India annuncerà il suo budget annuale martedì.

Arriva in un momento in cui la più grande economia dell’Asia meridionale sta cercando di stimolare la crescita e tornare ai livelli di espansione pre-pandemici, mentre affronta una terza ondata di infezioni da coronavirus.

Il ministro delle finanze Nirmala Sitharaman rilascerà i dettagli del budget per l’anno fiscale che inizia il 1 aprile. Gli economisti si aspettano misure che sostengano la crescita e consentano anche al governo di ridurre i propri deficit e l’accumulo di debito allo stesso tempo.

«Dovrà trovare un buon equilibrio tra la persistente richiesta di stimolo della domanda, la continua spinta agli investimenti e il consolidamento fiscale», hanno affermato gli economisti della Bank of America in un gennaio 2020. 25 nota. Hanno sottolineato che con un certo numero di stati indiani che si stanno recando alle urne già a febbraio, ci sono alcune preoccupazioni ribollenti che il 2 febbraio. 1 bilancio può trasformarsi in uno populista.

«Nonostante la pressione dei sondaggi, ci aspettiamo [fiscal year 2023] bilancio sindacale per attenersi all’agenda delle riforme», hanno affermato gli economisti.

L’India farà probabilmente affidamento su forti entrate fiscali e vendite di asset, secondo Santanu Sengupta, economista senior di Goldman Sachs. Probabilmente ritirerebbe una serie di sussidi legati al Covid per finanziare piani di spesa in conto capitale per il prossimo anno, senza accumulare debiti eccessivamente, ha aggiunto.

«Se guardi alla riscossione delle tasse quest’anno, ha sorpreso prima delle stime di budget», ha detto lunedì alla CNBC «Segnali stradali AsiaCiò include sia le imposte dirette che quelle indirette.Con una migliore traiettoria di crescita e una maggiore formalizzazione dell’economia, le entrate fiscali dell’India stanno ottenendo una spinta, ha spiegato Sengupta.

READ  La variante Omicron XBB ahora domina en Nueva Inglaterra

«Ci aspettiamo che questa spinta fiscale continui anche nel prossimo anno», ha aggiunto.

Deficit fiscale

L’obiettivo di deficit fiscale dell’India per il nuovo anno sarà seguito da vicino da investitori e agenzie di rating.

UN deficit fiscale è il divario tra le entrate e le spese di un governo e implica che il paese sta spendendo più delle sue entrate.

L’India prevede di fissare il suo obiettivo di disavanzo tra il 6,3% e il 6,5% del PIL, Lo hanno riferito i media locali, citando diversi funzionari del governo. È un po’ inferiore all’obiettivo del 6,8% dell’anno in corso, che Sitharaman in precedenza aveva affermato fosse necessario per riportare l’economia indiana in carreggiata dopo che l’epidemia di Covid ha fatto deragliare la crescita.

Gli analisti di Citi questo mese hanno affermato che le loro proiezioni di base prevedono un obiettivo di deficit fiscale del 6,2% del PIL, ma hanno sottolineato che «rimane un’ampia chiamata politica».

I pendolari arrivano in una stazione ferroviaria suburbana dopo che il servizio ferroviario è ripreso dopo la sua chiusura a causa della pandemia di coronavirus Covid-19 a Calcutta il 19 novembre 11, 2020.

Dibyangshu Sarkar | AFP | Getty Images

«La riduzione di 60 punti base del PIL del disavanzo fiscale dimostrerebbe ampiamente la determinazione del governo a tornare sulla strada della disciplina fiscale e conforterebbe gli investitori nell’anno della possibile inclusione del Global Bond Index», hanno scritto.

I rapporti dicono che i titoli di stato indiani potrebbero essere potenzialmente inclusi in alcuni indici obbligazionari globali quest’anno, in quella che sarebbe una pietra miliare significativa per il paese. L’inclusione consentirebbe al capitale di debito di fluire in India e potrebbe aumentare la proprietà straniera di titoli di stato indiani.

Gli economisti della Bank of America prevedono un obiettivo di disavanzo fiscale del 5,8% del PIL relativamente basso, ma comunque elevato. Goldman Sachs prevede la cifra al 6,3% del PIL, mentre la banca d’investimento giapponese Nomura prevede un obiettivo del 6,4% del PIL.

«La politica fiscale del governo dall’inizio della pandemia ha dato priorità alla crescita e alla trasparenza fiscale rispetto al consolidamento fiscale, nella speranza che solide prospettive di crescita a medio termine aiuteranno l’analista con la sostenibilità del debito», ha scritto Nomuras in una nota recente. «Ci aspettiamo che questo tema persista».

La trasparenza fiscale è il luogo in cui i cittadini sono informati su come il governo spende le sue entrate provenienti dalle entrate fiscali e da altre fonti.

Spinta infrastrutturale

Gli economisti prevedono che la spinta alle infrastrutture sarà uno dei temi chiave del budget di martedì.

Arriva tra i segnali che la domanda di investimenti nel paese potrebbe finalmente aumentare mentre la domanda dei consumatori repressa svanisce.

L’anno scorso, l’India ha dichiarato di voler monetizzare circa 81 miliardi di dollari di beni di proprietà statale nei prossimi quattro anni per aumentare la spesa per le infrastrutture e stimolare la crescita. Il governo prevedeva di affittare beni come gasdotti, strade, stazioni ferroviarie e magazzini al settore privato per operare, resoconti ha detto.

Il governo è inoltre pronto a rendere pubblica quest’anno la Life Insurance Corporation di proprietà statale in quella che si dice sia la più grande offerta pubblica iniziale dell’India.

«L’implementazione visibile della pipeline di monetizzazione degli asset, dell’infra pipeline e dei piani di disinvestimento sarà in cima all’agenda del governo e sarà un focus chiave del mercato», hanno affermato gli analisti di Citi.

Ripristino di posti di lavoro e riforme

Secondo gli economisti, altre probabili priorità di bilancio includerebbero il ripristino dei posti di lavoro, il sostegno ai settori colpiti in modo sproporzionato dalla pandemia, le riforme del settore bancario, le politiche climatiche e le misure per i settori della salute e dell’istruzione.

Sebbene il tasso di disoccupazione nazionale indiano sia tornato ai livelli pre-pandemia di circa il 7%, è accompagnato da un tasso più basso di partecipazione al lavoro e tassi di occupazione inferiori ai livelli di inizio 2020, secondo Radhika Rao, economista senior del DBS Group di Singapore . Ciò indicava l’assenza di un miglioramento generalizzato delle condizioni di lavoro, ha affermato in una nota di questo mese.

«Quando ciò è giustapposto al ripristino più rapido dei lavori formali rispetto ai lavori informali e al predominio del lavoro occasionale (mancanza di una rete di sicurezza) così come dei lavoratori autonomi nel mix di lavoro, l’impatto negativo sui redditi e sul potere d’acquisto diventa evidente», ha detto Rao.

«Sebbene i lavori agricoli siano stati poco modificati, il settore manifatturiero seguito dai servizi è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemia», ha aggiunto.

Il governo ha bisogno di politiche per rilanciare e sostenere le micro, piccole e medie imprese, che sono i maggiori creatori di posti di lavoro in India, secondo Rumki Majumdar, economista di Deloitte.

«Identificare le aree del loro dolore e trovare una soluzione per aiutarli a diventare parte di ‘Atmanirbhar Bharat’ aiuterà nel loro recupero», ha scritto. Atmanirbhar Bharat è una campagna che fa parte della spinta politica del governo per rendere l’India più autosufficiente.

«Inoltre, l’accesso al credito è fondamentale e si dovrebbe considerare la possibilità di fornire un supporto creditizio mirato a queste imprese», ha aggiunto Majumdar.