octubre 22, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

“Ascoltiamo”: l’Italia afferma che i leader ascolteranno la chiamata sul clima dei giovani attivisti

  • Giovani attivisti a Milano per colloqui pre-COP26
  • Il vertice del G20 dovrebbe cercare il cambiamento climatico
  • Johnson dice al giovane: “Ti rubano il futuro”
  • Gli attivisti avanzano proposte in vista dei colloqui COP26

Milano, 30 settembre (in vista del vertice COP26 delle Nazioni Unite di novembre) il primo ministro italiano Mario Draghi giovedì ha promesso che i leader mondiali avrebbero ascoltato le richieste delle giovani generazioni.

Le loro proposte includono un sistema di finanziamento del clima trasparente, un turismo sostenibile e responsabile e l’eliminazione dell’industria dei combustibili fossili entro il 2030, che dovrebbe essere all’ordine del giorno della riunione della COP26 a Glasgow, in Scozia. Per saperne di più

Attivisti da tutto il mondo si sono riversati a Milano questa settimana per un evento Youth 4 Climate e il suo inviato britannico Boris Johnson e il leader britannico della COP26 Alok Sharma hanno coordinato i preparativi per il vertice.

“Hai ragione a chiedere responsabilità e cambiamento… la tua mobilitazione è forte e determinata, lo chiediamo”, ha detto Drake dopo un incontro privato con Dunberg e altri attivisti.

Drake vuole che il vertice del G20 di ottobre sia entro 1,5 gradi Celsius e si impegna a sviluppare strategie a lungo termine per raggiungere tale obiettivo.

“Il mio punto è che tutti i leader credono fermamente che dobbiamo agire rapidamente e agire rapidamente”, ha detto.

Tracy si è impegnata al vertice del G20 ad accelerare l’impegno di 100 miliardi di dollari per aiutare a trasformare i paesi vulnerabili in energia pulita.

“Il primo ministro era d’accordo con noi, ma non è bastato. Vogliamo vedere l’azione”, ha detto Martina Camperelli, un’attivista italiana che ha partecipato all’incontro di Drake.

READ  L'attaccante ghanese Kelvin Yeboh - Ghana ultime notizie di calcio, risultati in tempo reale, risultati

Il discorso di Tracy è stato interrotto da uno slogan, mentre alcuni attivisti fuori dallo stadio hanno cercato di bloccare per un po’ la strada e si sono scontrati con la polizia antisommossa.

Parlando tramite collegamento video, Johnson ha affermato che i giovani hanno tutto il diritto di protestare e pagare il prezzo per le azioni irresponsabili dei loro adulti. “Il tuo futuro è stato davvero rubato davanti ai tuoi occhi”, ha detto.

Ha detto che la COP26 potrebbe essere “l’inizio della fine del cambiamento climatico” se la graduale rimozione del carbone e del motore a combustione potesse raccogliere fondi e piantare trilioni di alberi.

L’Italia e il Regno Unito collaborano con la COP26, che mira a ottenere un’azione per il clima più ambiziosa dai quasi 200 paesi che hanno firmato l’accordo di Parigi del 2015 e hanno concordato di controllare il riscaldamento globale causato dall’uomo a 1,5 gradi Celsius. Per saperne di più

Muro della Resistenza

I giovani politici campioni del clima stanno attivamente adattando discorsi e chiedendo i miliardi di dollari necessari per prosciugare l’energia per ripulire i combustibili fossili in un anno che ha visto ondate di calore, inondazioni e incendi da record.

Alla riunione pre-COP26 dei prossimi giorni, i loro piani da Milano saranno esaminati dai ministri del Clima e dell’Energia.

Drake ha sottolineato a tutti i paesi ricchi che dieci anni fa avevano promesso di mantenere quella promessa.

Il ministro italiano per il cambiamento energetico in seguito ha dichiarato che avrebbe proposto di raddoppiare il suo contributo ai finanziamenti per il clima a 11 miliardi all’anno, previa approvazione del governo.

Mentre i nuovi impegni energetici e finanziari degli Stati Uniti e della Cina hanno ulteriormente incoraggiato i negoziatori, molti paesi del G20, compresi i principali inquinanti come Cina e India, non hanno ancora fornito aggiornamenti sui loro piani climatici a breve termine.

READ  L'Italia mette in guardia il Regno Unito contro la detenzione di cittadini UE per violazioni delle frontiere - POLITICO PO

“Voi (giovani) dovete illuminare i social media e assicurarci di spingere gli altri paesi a fare più di loro”, ha affermato l’ambasciatore statunitense per il clima John Kerry. “Abbiamo un muro di resistenza davanti a noi. Dobbiamo abbatterlo”.

Relazione di Stephen Jukes e Giulio Piovacari; Scritto da Agnieszka Flock; Montaggio di Alexander Smith e Janet Lawrence

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.