septiembre 20, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

Alcune auto naziste hanno vinto un sassolino

Immagine per l'articolo intitolato Some Nazi Car Won Pebble

Quale macchina è degna di riverenza? Per gli organizzatori del salone dell’auto più famoso del mondo, si dice che sia un regalo di Hitler, il modello di punta del suo più stretto alleato nell’industria automobilistica.

Chiariamo un paio di cose prima di continuare. La prima è che, mentre il Concours d’Elegance di Pebble Beach è lontano dall’evento culturale più importante dell’anno, è il salone dell’auto più prestigioso al mondo. Per qualche giorno di fine estate, la diciottesima corsia Al campo da golf di Pebble Beach è il punto più alto per ogni persona facoltosa che desidera auto d’epoca e il più alto onore per chiunque si occupi del restauro di classici.

La seconda è che la Mercedes non era solo una casa automobilistica impegnata a fare cose ordinarie per le auto durante il periodo in cui i nazisti erano al potere in Germania. Mercedes fu uno dei primi e diretti sostenitori di Adolf Hitler molto prima che prendesse il potere e lo aiutò quando era ancora una figura stravagante nella politica bavarese. Quando Hitler uscì di prigione nel 1924, fu catturato in una Mercedes-Benz. A partire dal Il New York Times:

L’emblema della Mercedes a tre teste e la svastica sono stati abbinati agli occhi del Volk tedesco, secondo le prove nel libro. “L’azienda stessa era una delle preferite dal Führer, che generalmente guidava auto Mercedes, così come il resto del suo entourage”, afferma Bellon. Jakob Werlein, direttore associato della compagnia, era un amico personale di Hitler i cui rapporti con il Führer risalivano al colpo di Stato del 1923. Quando Hitler lasciò la prigione di Landsberg nel 1924, notò l’autore, Wehrlein lo portò ai cancelli della prigione. . Secondo i documenti dell’intelligence statunitense ottenuti da Bellon ai sensi del Freedom of Information Act, Hitler possedeva un portafoglio di azioni Daimler-Benz, che Wehrlein gestiva personalmente per suo conto.

Con queste cose in mente, dovremmo guardare al vincitore del Best In Show di quest’anno, come Rivista di auto d’epoca Rapporti:

Una Mercedes nera perfettamente restaurata ha guidato un campo di 235 voci ed è stata una delle quattro finaliste in lizza per il prestigioso premio, tutte auto europee, due prima della guerra e due del dopoguerra.

Le altre tre erano una Bugatti Type 57S Corsica coupé del 1937, una Maserati A6G Zagato coupé del 1956 e una Ferrari 365 P Pininfarina Berlinetta Speciale del 1966, nota come Tre Posti per la sua configurazione a tre passeggeri, con il guidatore posizionato al centro.

La 540K aveva precedentemente vinto la classe prebellica da Mercedes-Benz (tutti i finalisti erano vincitori in quella classe), e insolitamente, Keelers aveva un’altra vettura che entrò nella stessa classe, la Mercedes-Benz SS Armbruster Cabriolet. dei commentatori dello show per ridicolizzare il fatto che stavano gareggiando contro se stessi.

Presumibilmente l’unico 540K Autobahnkurier sopravvissuto, si diceva che fosse un regalo personale per Hitler, come la stella Ho menzionato nel 2004:

Non sorprende che questa vettura sia oggetto di leggende. Alcuni sostengono che [the original owner] Il professor Ignacio Barraquer ha ricevuto 540.000 come dono personale da Hitler. Ci sono altre voci secondo cui il donatore era un ministro del governo tedesco ai suoi occhi [Barraquer, an ophthalmologist] lavorato con successo. Un’altra leggenda sostiene che sia stato un dono di un principe arabo che ha salvato la vista del medico. Il figlio del professor Ignacio Barraquer, il professor Joaquin Barraquer, ha messo da parte queste voci e ha spiegato: “All’epoca mio padre ha lavorato per un po’ in Germania, ed è stato allora che ha comprato l’auto”.

Ho trovato questo articolo collegato su Pagina web del negozio di restauro auto, che include anche questa falsa propaganda sull’importanza storica di un tale veicolo:

“Il Salone dell’automobile di Berlino si aprì nel febbraio 1934 con il presidente von Hindenburg sul letto di morte e Hitler pronto a compiere l’ultimo passo verso il potere assoluto. Con le drammatiche autostrade del Reich che vagavano incessantemente per la Germania e abolivano le pesanti tasse sulle nuove auto, una nuova era per l’industria automobilistica è nata. Nessuna macchina al Salone di Marte ha esemplificato quell’umore ottimista nel creare più di una splendida coupé nera su uno stand Mercedes-Benz. Il flusso era di gran moda e il tema della 500K, con le sue ali fluttuanti, il cofano lungo aggressivo e il cofano agile e la cabina Fastback erano i discorsi dello spettacolo.”

Questo è esattamente il modo in cui questa macchina è vista in questo mondo di ricchi: l’incarnazione dello “stato d’animo ottimista” della Germania nel 1934. Chiediamoci: per chi era questo tempo di ottimismo e chi è la persona che ricorda quel tempo ora , e le cui icone ricordano il loro… il loro ottimismo? Ricco, cioè.

Il vero scherzo di tutto questo è che Questa macchina non era eccezionale per l’epoca. Le parti venerate per l’Autobahnkurier 540K provengono tutte dagli ultimi decenni, dopo che l’auto ha subito un accurato e costoso processo di restauro. Se torni alle fonti precedenti, scoprirai che il ricordo dell’auto è meno affezionato. Diamo un’occhiata a The Great Cars di Ralph Stein, che è stato pubblicato nel 1967 ed è stato nel mio catalogo di riferimento personale. Stein trascorre molto tempo nella storia della Mercedes venerando la serie “S” di auto sportive: S, SS, SSK e SSKL. Erano macchine da corsa, progettate dallo stesso Porsche e, in alcuni casi, più veloci delle auto da Gran Premio della loro epoca. Quando Hitler prese il potere, queste auto leggere “S” lasciarono il posto alla serie “K” carica, diventando un po’ più da cartone animato:

Dopo che i tedeschi abbracciarono Adolf Hitler nel 1933, Mercedes-Benz, con l’aiuto del governo, intraprese una campagna per vincere il Gran Premio in onore del Terzo Reich. In questo ci sono riusciti. Ma ora il carattere sportivo di Mercedes-Benz è cambiato. Non sono più le auto snelle, pulite e veloci che il dottor Porsche aveva immaginato. Le auto sportive che lo sostituirono erano otto cilindri, con un powertrain di 500 e 540 kW. Era grassa, pesante (circa 5.500 libbre) e volgarmente curva. All’epoca pensavo che se li avessi vestiti con medaglie, sarebbero sembrati lo stesso caro Hermann Goering. Se solo avesse le ruote.

Stein continua a ricordare la volta in cui ne ha battuto uno in una gara su strada in una contemporanea Invicta britannica.

Ancora una volta: per chi è questa auto adorata e degna di un restauro? Chiediti: che tipo di persona riempie di lodi questa macchina? E perché?

READ  Il CEO di Binance si dice disposto a dimettersi durante la repressione delle criptovalute