septiembre 18, 2021

Telecentro di Bologna e dell'Emilia-Romagna

Manténgase al tanto de las últimas novedades de España sobre el terreno

A Gerusalemme sono state trovate le prove di un terremoto biblico di 2.800 anni

Circa 2.800 anni fa, un potente terremoto colpì la terra d’Israele. Ora, per la prima volta, gli archeologi hanno trovato prove di ciò che è accaduto a Gerusalemme, nel Parco Nazionale della Città di David Autorità per le Antichità Lo (IAA) ha annunciato mercoledì.

“Le parole di Amos, il pastore di pecore di Tekoa, che profetizzò su Israele durante il regno dei re Uzzia di Giuda e Geroboamo figlio di Ioas d’Israele, due anni prima del terremoto”, si legge nel primo versetto del libro di Amos .

“E la valle sarà chiusa nelle colline perché la valle delle colline raggiungerà solo Azal. È troncata quando viene respinta da un terremoto ai giorni di Uzzia re di Giuda. E il Signore mio Dio, con tutti i santi esseri, verranno a voi”, dice un altro passo di Zaccaria, ricordando l’evento dopo circa 200 generali, per indicare quanto forte la memoria collettiva abbia lasciato.

Mentre la prova di Terremoto Sono stati trovati in passato in altri siti in Israele, come Hazor e Tel al-Safi/Gath, gli archeologi non hanno mai scoperto alcuna indicazione di loro a Gerusalemme, fino a quando non sono stati sorpresi di trovare vasi rotti e altri segni di distruzione, in alcuni edifici della Città di Davide, risalenti al periodo in cui Gerusalemme non fu soggetta ad alcuna invasione né ad alcun altro evento violento.
Vaso di stoccaggio dopo il restauro (Dafna Gazit, Israel Antiquities Authority).“Quando abbiamo scavato nel Tempio e abbiamo scoperto uno strato di distruzione dell’VIII secolo a.C., siamo rimasti molto sorpresi, perché sappiamo che Gerusalemme ha continuato ad esistere successivamente fino alla distruzione babilonese, avvenuta circa 200 anni dopo”, ha detto il direttore di scavi presso la Israel Antiquities Association Dr. Jo. Dissero Uziel e Ortal Khalaf.

“Ci siamo chiesti cosa potesse aver causato quel tragico strato di distruzione che abbiamo scoperto. Nell’esaminare i risultati degli scavi, abbiamo cercato di verificare se ci fosse un riferimento ad esso nel testo biblico. È interessante notare che il terremoto che appare nella Bibbia , nel libro di Amos e Zaccaria, è accaduto nel momento in cui l’edificio che abbiamo scavato nella Città di Davide è crollato”.

READ  Si dice che Internet si sia spento mentre i leader del G7 litigano con Biden sulla Cina

Tra i reperti, gli archeologi hanno trovato frammenti di bei vasi e tavolini. Gli abitanti della zona – che si trova su un ripido pendio orientale, a poche decine di metri dal Monte del Tempio – sembrano aver ricostruito sulle macerie lasciate dal terremoto, con le loro tracce ancora intatte.

Gli edifici si trovano vicino alle mura della città di Gerusalemme e risalgono al periodo del Primo Tempio (1200-586 aC).

I Babilonesi distrussero il muro, così come le case vicine, quando occuparono Gerusalemme nel 586 a.C.

Secoli dopo, verranno riutilizzati come base per nuovi edifici.

I risultati saranno presentati al pubblico alla conferenza “City of David Research” del Megalim Institute, che si terrà il mese prossimo.