Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

DOPO Varallo Sesia, a meno di un mese dal via della stagione, è Fabio Zanelli a tracciare un mini bilancio in casa Carife. «La sera con Capo d’Orlando — racconta la guardia romagnola — eravamo un po’ stanchi per il viaggio ma siamo comunque stati bravi a portarla a casa. Il giorno dopo contro Cantù siamo stati più intensi ed abbiamo tenuto bene».
Dove dovete migliorare?
«Anzitutto nella condizione atletica, che non è ancora al top ed è normale che sia così. E poi dobbiamo inserire Jamison nel motore».
Dove siete già a buon punto?
«Nell’atteggiamento di tutti, nuovi compresi, vedo una voglia di cercarsi e di giocare insieme. E nelle ultime due partite siamo cresciuti molto anche in difesa, dove abbiamo giocato con lo spirito giusto».
Pronti a reggere il confronto con la serie A, quindi?
«A volte ci troviamo a fronteggiare giocatori spaventosi per fisicità e atletismo, però sono convinto che se stiamo uniti e giochiamo di squadra, possiamo fare bene ugualmente e salvarci».
Parliamo dei due nuovi?
«Stanno crescendo anche loro. Ebi a Varallo Sesia lo abbiamo visto solo parzialmente, mentre Riley sta migliorando costantemente. Mi piace perchè ha talento, sa segnare, ma al tempo stesso non è un mangiapalloni».
Meno di un mese al via del campionato: ce la farete ad arrivare al top per il 5 ottobre, contro una Scavolini che rispetto a voi ha cambiato tantissimo?
«E’ il nostro auspicio, vogliamo essere pronti fin dalla prima giornata, perchè non possiamo permetterci di relagare nulla. La Scavolini ha cambiato tanto, mi dicono che ora sia più quadrata e tosta in difesa: i debutti sono delicati, ma noi daremo battaglia».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.